Books 

 

Le radici comuni dell'Europa 

Geremek, Bronisław  

A cura di Francesco M. Cataluccio. - Milano : Il saggiatore

1991

Il testo integrale di questo titolo non è purtroppo disponibile per motivi di diritti d’autore.
Altre opere di Bronislaw Geremek
 
Biography 

Bronisław Geremek è nato il 6 marzo 1932 a Varsavia. Nel 1954 ha conseguito la laurea presso la Facoltà di Storia dell'Università di Varsavia. Nel 1989 è stato nominato professore associato. Ha mantenuto legami accademici con l'Istituto di Storia dell'Accademia polacca delle scienze di Varsavia. Negli anni dal 1960 al 1965 ha insegnato alla Sorbonne di Parigi dove è stato direttore del Centro di cultura polacca. Ha ottenuto 11 dottorati honoris causa. Dal 1950 è stato membro del partito operaio unificato polacco (PZPR) che ha però abbandonato nel 1968 per protestare contro l'invasione della Cecoslovacchia da parte delle truppe del Patto di Varsavia. È stato detenuto dopo l'introduzione della legge marziale e, una volta liberato, è divenuto consulente di Solidarność e collaboratore di Lech Wałęsa. È stato arrestato nel 1983 con l'accusa di attività politiche illegali. Dal 1989 è stato deputato del Parlamento polacco e ha partecipato ai colloqui della cosiddetta Tavola rotonda. È stato eletto deputato al Parlamento nel 1989, 1991, 1993 e 1997. Dal 2004 fino alla sua morte è stato deputato al Parlamento europeo. Ha inoltre ricevuto l'onorificenza dell'Ordine dell'Aquila bianca. Nella vita privata collezionava pipe di cui aveva oltre 70 esemplari. È deceduto tragicamente in un incidente d'auto il 13 luglio 2008 a Lubień. È stato sepolto nel Viale dei meritevoli del Cimitero militare di Powązki. In occasione della cerimonia funebre sono intervenuti, tra gli altri, Lech Wałęsa, Tadeusz Mazowiecki, Lech Kaczyński, Bronisław Komorowski, Donald Tusk, Hans-Gert Pöttering e Marek Edelman

Summary 

Gli articoli raccolti nella pubblicazione 'Le radici comuni dell'Europa' sono stati scritti a partire dagli anni 80, quando la cartina geopolitica dell'Europa centrale e orientale stava cambiando. Come raccolta è stata pubblicata per la prima volta nel 1991 in italiano. Bronisław Geremek, uno degli storici europei più illustri del Medioevo, tenta di restituire all'Europa centrale il suo posto nel continente mostrando i valori comuni alla base della cultura dell'Europa centro-occidentale fin dai tempi del Medioevo. Analizzando la nascita dell'idea europea e la sua evoluzione, si concentra sull'unità, sulla diversità, sull'identità collettiva nonché sui rapporti sociali e sulle strutture economiche dell'Europa medievale. Geremek formula la teoria secondo la quale oggigiorno le società dell'Europa occidentale senteno di appartenere a una cultura comune europea e di possedere un'identità comune europea in misura minore rispetto alle società dell'Europa centrale. Argomenta che è nel nostro comune interesse guardare all'Europa in un contesto più ampio, ossia quale concetto politico, religioso e culturale certo, e non soltanto quale zona sulla cartina del mondo, secondo il modello medievale. Questo libro non è una lettura semplice in quanto presuppone un certo bagaglio di conoscenze e una cultura storica. L'autore si rivolge a un lettore istruito con la convinzione che non sia necessario spiegare quanto ovvio. Inoltre la raccolta non segue una continuità narrativa, essendo composta da articoli separati, scritti e pubblicati in momenti diversi. Nonostante ciò rappresenta una voce di eccezionale importanza nel dibattito sull'identità europea.