Accesso ai documenti

 

L'articolo 15 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea prevede che i cittadini e i residenti nell'Unione europea abbiano il diritto di accedere ai documenti interni del Parlamento europeo, del Consiglio e della Commissione.

 
 
L'accesso ai documenti: un fattore chiave di trasparenza

L'accesso ai documenti costituisce un fattore essenziale della politica della trasparenza in seno alle istituzioni europee. Ai sensi del trattato, si tratta di un diritto di cui godono tutti i cittadini europei e tutti coloro che risiedono nell'Unione europea. Tale diritto è disciplinato dal regolamento (CE) n. 1049/2001.

Il Parlamento europeo provvede a conferire ai propri lavori un elevato grado di visibilità: si tratta in effetti di una finalità importante visto che esso agisce in primo luogo nell'interesse dei cittadini europei, di cui è emanazione diretta.

Il Registro dei documenti: un ausilio alla ricerca

Al fine di agevolare l'accesso ai documenti, come disposto dal regolamento (CE) n. 1049/2001, il Parlamento europeo ha pertanto provveduto a istituire un apposito Registro elettronico. Concepito come ausilio alla ricerca, il Registro dei documenti contiene i riferimenti dei documenti elaborati ma anche di quelli ricevuti dal Parlamento europeo sin dal 2001.

Documenti direttamente accessibili

Il Registro consente di accedere direttamente alla maggior parte dei documenti Parlamento europeo mediante un modulo di ricerca. I documenti in questione sono disponibili direttamente in formato elettronico.

Documenti accessibili su richiesta

I documenti che non sono direttamente consultabili sul Registro possono essere forniti su richiesta. Si tratta dei documenti precedenti al 2001 ma anche di un numero ridotto di documenti per i quali possono esservi limitazioni di accesso in forza delle deroghe al diritto di accesso di cui all'articolo 4 del regolamento (CE) n. 1049/2001. L'accesso ai documenti in oggetto è comunque gratuito e la richiesta, mediante apposito modulo elettronico, non richiede una particolare motivazione. Previo esame della vostra richiesta, i servizi competenti del Parlamento europeo vi trasmetteranno una risposta motivata entro 15 giorni lavorativi.