Accesso diretto alla navigazione principale (Premere "Enter")
Accesso ai contenuti della pagina (premere "Invio") (Premere "Enter")
Access to list of other websites (Premere "Enter")

collezione d'arte

 
Strumenti
 
 
 
Temporary art exhibition - Works of Art from Romania

From January until July 2019, you can admire works of Romanian art on the 3rd floor of the Altiero Spinelli building, zone G.


This exhibition, organised on the occasion of the Romanian Presidency of the Council of the EU, brings together selected Romanian artworks from the European Parliament’s collection and contributions proposed by the Romanian Ministry of Culture, which are mainly loans from the artists’ own collections.


The artworks on display include the works of Geta Brătescu, Ioana Bătrânu, Suzana Dan, Valeriu Mladin, Teodor Moraru, Mihai Ţopescu, Darie Dup, Iosif Király, Petru Lucaci, Marilena Preda Sânc, Florica Prevenda, Constantin Rusu and Mircea Stănescu. The media of sculpture, painting, drawing and photography as well as creative combinations of mixed media are used to emphasise the variety of artistic expression and the different fields in the vital Romanian contemporary art scene.


Communication and construction is the theme of the new temporary exhibition that marks the Romanian Presidency and demonstrates in a variety of creative expressions those aspects of living in space and time.


Located in the southeast of Europe, Romania is a country that is rich in scenic beauty, and also in its dynamic history and culture. In recent decades, the cultural scene in Romania has become very dynamic and full of surprises. Through its geographical location, Romania is keeping its cultural specificities and at the same time shares elements with neighbouring countries. It is therefore not surprising and also noticeable in this temporary exhibition that contemporary and folk art are complementing each other in the choice of material, colours, techniques and motifs. In bigger cities galleries are emerging and a range of museums all over the country preserve its cultural heritage and facets and host international exhibitions.


‘Don't look for obscure formulas or mystery in my work. It is pure joy that I offer you. Look at my sculptures until you see them.’ said Constantin Brancusi, Romanian artist and one of the most influential sculptors of the 20th century. Visitors are kindly invited to follow this approach and hopefully enjoy new discoveries.


DG Communication

Events and Exhibitions Unit

Read more - Brochure PDF.

 
 
La collezione d'arte del Parlamento europeo

La raccolta di opere d'arte è iniziata nel 1980 su iniziativa di Simone Veil, primo Presidente del Parlamento europeo eletto per la prima volta a suffragio universale diretto. Il suo intento era quello di introdurre a livello europeo la consuetudine di esporre opere d'arte europee, come già avveniva in numerosi parlamenti nazionali. Le prime opere sono state acquistate nel periodo 1982-1989. Una seconda serie di acquisti è intervenuta nel periodo 1989-1993, cui ha fatto seguito una terza tranche, approvata nel 1997, che ha ultimato il processo di acquisizione di opere artistiche provenienti dagli originari Stati membri dell'UE-15. In seguito all'adesione dei paesi dell'Europa centro-orientale nel 2004, nel 2007 e nel 2013, l'Ufficio di presidenza ha approvato un quarto piano di acquisizioni per il periodo 2006-2010, un quinto piano nel 2010 con l'adesione di Bulgaria e Romania e un sesto piano nel 2013 con l'adesione della Croazia, completando in tal modo la raccolta dell'UE-28.


Nel corso di oltre un trentennio il Parlamento europeo ha acquisito 387 opere rappresentative di arte moderna, concentrandosi su artisti giovani e promettenti all'esordio della loro carriera. Attualmente la collezione consta di oltre 600 dipinti, sculture e altre opere d'arte provenienti da tutti gli Stati membri dell'Unione europea e da paesi terzi, tra cui opere artistiche donate o prestate dai parlamenti nazionali e da altre istituzioni.


Le opere d'arte sono esposte nelle tre sedi di lavoro del Parlamento europeo a Bruxelles, a Strasburgo e a Lussemburgo. Per offrire a chiunque la possibilità di ammirare la collezione, il Parlamento europeo ha inaugurato nel dicembre 2011 la presente galleria online.


Per ulteriori informazioni sulla collezione in generale o su opere d'arte specifiche, vogliate consultare le domande frequenti (link) o inviare un'e-mail all'indirizzo art@europarl.europa.eu.

 
 
Social media