Home

 
Ultime novità
 
Next meeting of the Committee on Budgets

The next meeting of the Committee on Budgets will take place in Brussels on Thursday 10 April, from 09:00 to 12:30, in room ASP 5G3.

   
 
In primo piano
 
BUDG – 2015 budgetary estimates for the European Parliament: committee vote

The committee on Budgets will discuss and vote the report regarding the budget estimates for the European Parliament for the financial year 2015 during its next meeting of 10.04.14. A new study on partially self-financed EU agencies and the principle of fee-setting will also be presented at the same meeting.

   
Study "EU Financing for NGOs in the Area of Home Affairs, Security and Migration"

EU Financing for NGOs in the Area of Home Affairs, Security and Migration

 
Per ulteriori informazioni
 
In-depth analysis "EU Budget and National Budgets: Facts, Figures and Impact"

EU Budget and National Budgets: Facts, Figures and Impact

 
Per ulteriori informazioni
 
 
Ultimi comunicati stampa
Elenco completo  
BUDG 10-04-2014 - 13:08  

An extra €150 million for urgent humanitarian aid and food assistance and €37 million for the Instrument for Democracy and Human Rights for this year was approved by Parliament’s Budgets Committee on Thursday. This will enable the European Commission to pay the most urgent bills, but payment problems in the external action field will surely recur in the course of this year, MEPs said.

BUDG 01-04-2014 - 11:20  

1.218 lavoratori italiani dovrebbero ricevere il sostegno dell'UE per cercare di tornare sul mercato del lavoro dopo aver perso il posto di lavoro. La commissione per i bilanci del Parlamento europeo ha approvato martedì circa € 3.000.000 dal Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione. La decisione deve ancora essere approvata dal Parlamento nel suo insieme e dal Consiglio dei ministri.

Presentazione e competenze
 
Commissione competente per:
  1. il quadro finanziario pluriennale delle entrate e delle spese dell'Unione ed il sistema delle risorse proprie dell'Unione;
  2. le prerogative di bilancio del Parlamento, vale a dire il bilancio dell'Unione nonché la negoziazione e l'applicazione degli accordi interistituzionali in materia;
  3. lo stato di previsione del Parlamento, in conformità della procedura definita nel regolamento;
  4. il bilancio degli organismi decentrati;
  5. le attività finanziarie della Banca europea per gli investimenti;
  6. l'iscrizione in bilancio del Fondo europeo di sviluppo, fatte salve le attribuzioni della commissione competente per l'accordo di partenariato ACP-UE;
  7. le incidenze finanziarie e la compatibilità con il quadro finanziario pluriennale di tutti gli atti comunitari, fatte salve le attribuzioni delle commissioni interessate;
  8. il monitoraggio e la valutazione dell'esecuzione del bilancio in corso, nonostante l'articolo 78, paragrafo 1 del regolamento, gli storni di stanziamenti, le procedure relative agli organigrammi, gli stanziamenti amministrativi e i pareri su progetti in materia di immobili aventi incidenze finanziarie significative;
  9. il regolamento finanziario, escluse le questioni concernenti l'esecuzione, la gestione e il controllo del bilancio.
 
Trasmissione odierna
 
Nessuna trasmissione prevista  
Biblioteca multimediale
 
Parole di benvenuto
 
 

Gentili visitatori,
 
benvenuti sul sito della commissione per i bilanci del Parlamento europeo.
 
I poteri di bilancio sono stati tra i primi poteri ad essere acquisiti dal Parlamento e sono stati ulteriormente rafforzati con l'entrata in vigore del trattato di Lisbona. Ormai il Parlamento europeo approva, su un piano di parità con il Consiglio, tutte le spese figuranti nel bilancio annuale dell'Unione europea.
 
La commissione per i bilanci, composta da 43 membri titolari e da altrettanti membri sostituti, è principalmente incaricata di redigere la posizione del Parlamento relativa al bilancio annuale dell'Unione (147,2 miliardi di euro di stanziamenti e 129,1 miliardi di euro di pagamenti per l'esercizio finanziario 2012).
 
Inoltre la commissione per i bilanci prepara i negoziati relativi al quadro finanziario pluriennale (o prospettive finanziarie) che definisce il quadro in cui si iscrive la procedura di bilancio annuale per un periodo di 7 anni.  In seguito all'entrata in vigore del trattato di Lisbona, è stato ribadito il fatto che il bilancio dell'Unione deve essere interamente finanziato a partire da risorse proprie. Pertanto la commissione per i bilanci sta attualmente lavorando ad una serie di importanti proposte legislative volte a reintrodurre vere e proprie entrate nelle finanze pubbliche dell'UE.
 
In queste pagine troverete informazioni utili e regolarmente aggiornate sulle attività della commissione per i bilanci. Siete inoltre invitati a seguire le nostre riunioni su "EP live".
 
Buona visita.
 
Alain Lamassoure