Home

 
Ultime novità
 
What's new?

The next EMPL Committee meeting will take place on 3-4 September 2014 in Brussels in room József Antall JAN (4Q1).
 
You may follow the activities of the EMPL committee on twitter: http://twitter.com/EPSocialAffairs
 
Subscription to the EMPL Bulletin
 
Welcome pack – online handbook for Members of the EMPL committee (internal access only): http://www.commhand.ep.parl.union.eu/commhand/cms/Welcome/EMPL/empl_home
 

   
 
In primo piano
 
Vote on general budget 2015

On 3 September Members will vote on the draft opinion of Maria Arena (S&D-BE) and the figures on the general budget for the financial year 2015. EMPL priorities are youth employment, training and further education, job-creation, high-level of quality and sustainable employment, social exclusion, entrepreneurship and Social Business Initiative, health and safety at work and the social dimension of EMU. Several pilot projects and preparatory actions have been proposed.

 
Per ulteriori informazioni
 
European Semester for economic policy coordination: implementation of 2014 priorities

Every year since 2011, Member States coordinate their budgetary and growth-oriented policies under the procedure known as the European Semester. EMPL committee, together with ECON and BUDG committees plays an active role in forming European Parliament’s contribution to the European Semester policy making process. On 3 September EMPL – as associated committee – will consider the draft opinion of Sergio Guttiérez Prieto (EPP, ES) containing suggestions about the implementation of the policy priorities for 2014: differentiated, growth-friendly fiscal consolidation; restoring normal lending to the economy; promoting growth and competitiveness; tackling unemployment; and modernising public administration. The deadline for tabling amendments is scheduled for 9 September.

   
Migration and Development - key studies from the Policy Departments

Migration is inherent to individuals and human communities around the world and has important policy implications for origin and destination countries. Very different areas of society are covered by the various Policy Departments’ studies addressing the phenomenon of migration. Inside the EU these include the legal framework —division of competences between the EU and Member States and implementation of international laws; the effects of migrants on labour markets and related social protection aspects; and the respect for fundamental rights of migrants, especially vulnerable groups such as women and refugees. Beyond the Union’s borders, cooperation with third countries on the migration area is also important to fight irregular migration, protect basic human rights and increase the positive impact of migration on development through remittances and circular migration among others.
A selection of key studies on these issues is available here.

   
 
Presentazione e competenze
 
Commissione competente per:
 
1.    la politica dell'occupazione e tutti gli aspetti della politica sociale, comprese le condizioni di lavoro, la sicurezza sociale, l'inclusione sociale e la protezione sociale;
2.    i diritti dei lavoratori;
3.    le misure per la salute e la sicurezza sul luogo di lavoro;
4.    il Fondo sociale europeo;
5.    la politica di formazione professionale, comprese le qualifiche professionali;
6.    la libera circolazione dei lavoratori e dei pensionati;
7.    il dialogo sociale;
8.    tutte le forme di discriminazione sul luogo di lavoro e nel mercato del lavoro, eccetto quelle fondate sul sesso;
9.    le relazioni con:
-    il Centro europeo per lo sviluppo della formazione professionale (Cedefop),
-    la Fondazione europea per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro,
-    la Fondazione europea per la formazione,
-    l'Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro,
  nonché le relazioni con altri organismi dell'Unione ed organizzazioni internazionali interessati.
 
Prossime trasmissioni
 
Biblioteca multimediale
 
Parole di benvenuto del presidente della commissione EMPL
 
 

Benvenuti nel sito web della commissione per l'occupazione e gli affari sociali (EMPL), di cui sono il presidente.
 
La commissione EMPL è principalmente responsabile delle politiche a favore dell'occupazione e di tutti gli aspetti inerenti alla politica sociale, alle condizioni di lavoro, alla formazione professionale e alla libera circolazione dei lavoratori e dei pensionati.
 
La commissione EMPL è costituita da 55 deputati che rappresentano i vari gruppi politici del Parlamento europeo. Le sue attività sono organizzate dal presidente, da quattro vicepresidenti e dai coordinatori, che sono nominati dai gruppi politici e hanno il compito di orientare il lavoro in commissione in base alle priorità della rispettiva famiglia politica.
 
La commissione EMPL collabora strettamente con il Consiglio, con la Commissione europea e con altre istituzioni, nonché con i rappresentanti della società civile, per influenzare e determinare il quadro legislativo nei settori di cui è responsabile. Nell'attuale legislatura i settori in questione comprendono un'ampia gamma di attività, tra cui figura l'impegno per contrastare la disoccupazione (in particolare quella giovanile), il precariato sul lavoro e le situazioni di abuso, quali il lavoro non dichiarato o l'elusione delle leggi volte a tutelare i lavoratori, o per migliorare le norme relative alla salute e alla sicurezza sul lavoro.
 
Il sito è aggiornato regolarmente in modo da informare i visitatori delle attività della commissione. È possibile anche seguire le riunioni online tramite EPLive.
 
Buona consultazione!
 
Thomas Händel