Home

 
Ultime novità
 
What's new?

The next EMPL Committee meeting will take place on Wednesday 21 January 2015 from 15.00 to 18.30 and on Thursday 22 January 2015 from 9.00 to 12.30 and from 15.00 to 18.30 in Brussels (room JAN 6Q2).
 
You may follow the activities of the EMPL committee on twitter: http://twitter.com/EPSocialAffairs
 
Subscription to the EMPL Bulletin
 
 

   
 
In primo piano
Tutti gli annunci  
Exchange of views EURES

On 2 December Members had an exchange of views with stakeholders on the European network of Employment Services, workers' access to mobility services and the further integration of labour markets (EURES). Freedom of movement is one of the four fundamental freedoms of the EU and a core element of EU citizenship. Mobility generates social and economic benefits; increased intra-EU labour mobility will widen employment opportunities for workers and help employers fill job vacancies better and faster. The Commission proposal aims to enhance access of workers to intra-EU labour mobility support services, thus supporting fair mobility and increasing access to employment opportunities throughout the Union. The aim of this discussion was to hear the views of the different stakeholders on the proposal before the Rapporteur Heinz Becker (EPP, AT) submits his draft report to the committee in January.

   
Employment and social aspects of the TTIP

On 2 December EMPL and INTA Committees jointly organised a public hearing on the "Employment and social aspects of the Transatlantic Trade and Investment Partnership". The hearing focused on the impact of the TTIP on labour and social issues. EU Chief Negotiater Ignatio Garcia Bercero presented the state of play of negotiations, followed by an exchange of views with the ILO and the social partners.

   
Proposal for a directive on seafarers

An exchange of views with stakeholders took place during the meeting on 1 December. The relevant stakeholders were invited to reflect on the Commission’s legislative proposal, which aims to improve the rights of seafaring workers aboard vessels flying the flag of one of the 28 EU Member States by reviewing five directives from the scope of which seafarers have up to now been excluded. During the discussion the Commission presented the legislative proposal to the committee and the stakeholders informed Members about their views on the proposal. The discussion also served as a useful input for the Rapporteur Elisabeth Morin-Chartier (EPP, FR), who will present her draft report to the committee in January.
 

   
European Platform - cooperation in the prevention and deterrence of undeclared work

On 1 December the Rapporteur Georgi Pirinski (S&D, BG) presented his draft report on the Establishment of a European Platform to enhance cooperation in the prevention and deterrence of undeclared work to the EMPL committee. The Rapporteur draws attention to the complexity of the issue of undeclared work. Furthermore, he believes that the defining purpose and objective of the new European Platform should be to provide clear added value at EU level to efforts to not only prevent and deter undeclared work but, perhaps even more importantly, to regularize the jobs involved.
 

 
Per ulteriori informazioni
 
 
Ultimi comunicati stampa
Elenco completo  
EMPL 02-12-2014 - 15:24  

Transatlantic Trade and Investment Partnership (TTIP) negotiators and experts were quizzed on safeguards for labour standards and public services, and how a TTIP deal could help to create high-quality jobs, at a joint public hearing held by the Employment and International Trade committees on Tuesday.

Presentazione e competenze
 
Commissione competente per:
 
1.    la politica dell'occupazione e tutti gli aspetti della politica sociale, comprese le condizioni di lavoro, la sicurezza sociale, l'inclusione sociale e la protezione sociale;
2.    i diritti dei lavoratori;
3.    le misure per la salute e la sicurezza sul luogo di lavoro;
4.    il Fondo sociale europeo;
5.    la politica di formazione professionale, comprese le qualifiche professionali;
6.    la libera circolazione dei lavoratori e dei pensionati;
7.    il dialogo sociale;
8.    tutte le forme di discriminazione sul luogo di lavoro e nel mercato del lavoro, eccetto quelle fondate sul sesso;
9.    le relazioni con:
-    il Centro europeo per lo sviluppo della formazione professionale (Cedefop),
-    la Fondazione europea per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro,
-    la Fondazione europea per la formazione,
-    l'Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro,
  nonché le relazioni con altri organismi dell'Unione ed organizzazioni internazionali interessati.
 
Trasmissione odierna
 
Nessuna trasmissione prevista  
Biblioteca multimediale
 
Parole di benvenuto del presidente della commissione EMPL
 
 

Benvenuti nel sito web della commissione per l'occupazione e gli affari sociali (EMPL), di cui sono il presidente.
 
La commissione EMPL è principalmente responsabile delle politiche a favore dell'occupazione e di tutti gli aspetti inerenti alla politica sociale, alle condizioni di lavoro, alla formazione professionale e alla libera circolazione dei lavoratori e dei pensionati.
 
La commissione EMPL è costituita da 55 deputati che rappresentano i vari gruppi politici del Parlamento europeo. Le sue attività sono organizzate dal presidente, da quattro vicepresidenti e dai coordinatori, che sono nominati dai gruppi politici e hanno il compito di orientare il lavoro in commissione in base alle priorità della rispettiva famiglia politica.
 
La commissione EMPL collabora strettamente con il Consiglio, con la Commissione europea e con altre istituzioni, nonché con i rappresentanti della società civile, per influenzare e determinare il quadro legislativo nei settori di cui è responsabile. Nell'attuale legislatura i settori in questione comprendono un'ampia gamma di attività, tra cui figura l'impegno per contrastare la disoccupazione (in particolare quella giovanile), il precariato sul lavoro e le situazioni di abuso, quali il lavoro non dichiarato o l'elusione delle leggi volte a tutelare i lavoratori, o per migliorare le norme relative alla salute e alla sicurezza sul lavoro.
 
Il sito è aggiornato regolarmente in modo da informare i visitatori delle attività della commissione. È possibile anche seguire le riunioni online tramite EPLive.
 
Buona consultazione!
 
Thomas Händel