Procedura : 2014/0047(NLE)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0026/2014

Testi presentati :

A8-0026/2014

Discussioni :

Votazioni :

PV 16/12/2014 - 5.6
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P8_TA(2014)0078

RACCOMANDAZIONE     ***
PDF 144kWORD 60k
12.11.2014
PE 537.529v03-00 A8-0026/2014

sul progetto di decisione del Consiglio relativa alla conclusione, a nome dell'Unione europea, di un accordo sulla partecipazione della Repubblica di Croazia allo Spazio economico europeo, e di tre relativi accordi

(06698/2014 – C8‑0002/2014 – 2014/0047(NLE))

Commissione per il commercio internazionale

Relatore: Alexander Graf Lambsdorff

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO
 BREVE MOTIVAZIONE
 ESITO DELLA VOTAZIONE FINALE IN COMMISSIONE

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

sul progetto di decisione del Consiglio relativa alla conclusione, a nome dell’Unione europea, di un accordo sulla partecipazione della Repubblica di Croazia allo Spazio economico europeo, e di tre relativi accordi

(06698/2014 – C8‑0002/2014 – 2014/0047(NLE))

(Approvazione)

Il Parlamento europeo,

–       visto il progetto di decisione del Consiglio (06698/2014),

–       visto l'accordo sulla partecipazione della Repubblica di Croazia allo Spazio economico europeo e i tre relativi accordi (06696/2014),

–       vista la richiesta di approvazione presentata dal Consiglio a norma dell'articolo 217 e dell'articolo 218, paragrafo 6, secondo comma, lettera a), punto v), del trattato sul funzionamento dell'Unione europea (C8‑0002/2014),

–       visti l'articolo 99, paragrafo 1, primo e terzo comma, e paragrafo 2, nonché l'articolo 108, paragrafo 7, del suo regolamento,

–       vista la raccomandazione della commissione per il commercio internazionale (A8-0026/2014),

1.      dà la sua approvazione alla conclusione dell'accordo e dei tre relativi accordi;

2.      incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione, nonché ai governi e ai parlamenti degli Stati membri e della Repubblica di Islanda, del Principato del Liechtenstein e del Regno di Norvegia.


BREVE MOTIVAZIONE

L'accordo sullo Spazio economico europeo (accordo SEE) era stato firmato il 2 maggio 1992 ed era entrato in vigore il 1 gennaio 1994. In virtù dell'atto di adesione della Repubblica di Croazia, questa si impegna ad aderire, alle condizioni stabilite nell'atto, all'accordo sullo Spazio economico europeo, in conformità dell'articolo 128 dell'accordo stesso.

Al fine di consentire la partecipazione della Croazia allo Spazio economico europeo, con le decisioni del Consiglio in esame si intende concludere:

1.   l'accordo relativo alla partecipazione della Repubblica di Croazia allo Spazio economico europeo;

2.   il protocollo aggiuntivo dell'accordo tra il Regno di Norvegia e l'Unione europea relativo ad un meccanismo finanziario norvegese per il periodo 2009-2014 a seguito della partecipazione della Repubblica di Croazia allo Spazio economico europeo;

3.   il protocollo aggiuntivo all'accordo tra la Comunità economica europea e la Repubblica d'Islanda a seguito dell'adesione della Repubblica di Croazia all'Unione europea; nonché

4.   il protocollo aggiuntivo all'accordo tra la Comunità economica europea e il Regno di Norvegia a seguito dell'adesione della Repubblica di Croazia all'Unione europea.

L'accordo SEE riunisce gli Stati membri dell'UE e i tre membri dell'Associazione europea di libero scambio - Islanda, Liechtenstein e Norvegia - in un mercato unico.

L'accordo SEE prevede l'inclusione della legislazione dell'UE relativa alle quattro libertà – la libera circolazione di beni, servizi, persone e capitali – in tutti gli Stati SEE. Inoltre, l'accordo contempla la cooperazione in altri importanti settori quali la ricerca e lo sviluppo, l'istruzione, la politica sociale, l'ambiente, la tutela dei consumatori, il turismo e la cultura, collettivamente noti come politiche "di accompagnamento e orizzontali". L'accordo garantisce parità di diritti e obblighi nel quadro del mercato interno per i cittadini e gli operatori economici del SEE.

Il vostro relatore ritiene che la partecipazione della Croazia allo Spazio economico europeo costituisca una conseguenza naturale della sua adesione all'UE. È del tutto scontato che, più di un anno dopo l'adesione, la Commissione e il Consiglio abbiano adottato le necessarie misure giuridiche per consentire questa partecipazione.

Alla luce di quanto sopra esposto, il relatore raccomanda che il Parlamento dia la propria approvazione alla conclusione dell'accordo sulla partecipazione della Croazia allo Spazio economico europeo, nonché ai relativi tre protocolli aggiuntivi.


ESITO DELLA VOTAZIONE FINALE IN COMMISSIONE

Approvazione

6.11.2014

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

33

1

4

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

William (The Earl of) Dartmouth, Tiziana Beghin, David Campbell Bannerman, Daniel Caspary, Salvatore Cicu, Santiago Fisas Ayxelà, Ska Keller, Jude Kirton-Darling, Gabrielius Landsbergis, Bernd Lange, Jörg Leichtfried, Marine Le Pen, David Martin, Anne-Marie Mineur, Alessia Maria Mosca, Franz Obermayr, Franck Proust, Viviane Reding, Olli Rehn, Inmaculada Rodríguez-Piñero Fernández, Matteo Salvini, Marietje Schaake, Helmut Scholz, Adam Szejnfeld, Iuliu Winkler

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Bendt Bendtsen, Klaus Buchner, Nicola Danti, Agnes Jongerius, Sajjad Karim, Seán Kelly, Sander Loones, Fernando Ruas, Lola Sánchez Caldentey, Jarosław Wałęsa

Supplenti (art. 200, par. 2) presenti al momento della votazione finale

Laura Agea, Andi Cristea, Helga Stevens

Avviso legale