Procedura : 2013/0177(NLE)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0018/2016

Testi presentati :

A8-0018/2016

Discussioni :

Votazioni :

PV 25/02/2016 - 7.1
CRE 25/02/2016 - 7.1
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P8_TA(2016)0052

RACCOMANDAZIONE     ***
PDF 309kWORD 58k
1.2.2016
PE 541.497v02-00 A8-0018/2016

sul progetto di decisione del Consiglio che autorizza rispettivamente la Repubblica d'Austria a firmare e ratificare e Malta ad aderire, nell'interesse dell'Unione europea, alla convenzione dell'Aia, del 15 novembre 1965, relativa alla notificazione e alla comunicazione all'estero degli atti giudiziari ed extragiudiziali in materia civile o commerciale

(13777/2015 – C8-0401/2015 – 2013/0177(NLE))

Commissione giuridica

Relatore: Viktor Uspaskich

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO
 BREVE MOTIVAZIONE
 ESITO DELLA VOTAZIONE FINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

sul progetto di decisione del Consiglio che autorizza rispettivamente la Repubblica d'Austria a firmare e ratificare e Malta ad aderire, nell'interesse dell'Unione europea, alla convenzione dell'Aia, del 15 novembre 1965, relativa alla notificazione e alla comunicazione all'estero degli atti giudiziari ed extragiudiziali in materia civile o commerciale

(13777/2015 – C8-0401/2015 – 2013/0177(NLE))

(Approvazione)

Il Parlamento europeo,

–  visto il progetto di decisione del Consiglio (13777/2015),

–  vista la Convenzione dell'Aia del 15 novembre 1965 relativa alla notificazione e alla comunicazione all'estero degli atti giudiziari ed extragiudiziali in materia civile o commerciale (13777/15/ADD1),

–  vista la richiesta di approvazione presentata dal Consiglio a norma dell'articolo 81, paragrafo 2, e dell'articolo 218, paragrafo 6, secondo comma, lettera a), punto v), del trattato sul funzionamento dell'Unione europea (C8-0401/2015),

–  visto il parere della Corte di giustizia del 14 ottobre 2014(1),

–  visti l'articolo 99, paragrafo 1, primo e terzo comma, e paragrafo 2, nonché l'articolo 108, paragrafo 7, del suo regolamento,

–  vista la raccomandazione della commissione giuridica (A8-0018/2016),

1.  dà la sua approvazione al progetto di decisione del Consiglio che autorizza rispettivamente la Repubblica d'Austria a firmare e ratificare e Malta ad aderire, nell'interesse dell'Unione europea, alla convenzione dell'Aia, del 15 novembre 1965, relativa alla notificazione e alla comunicazione all'estero degli atti giudiziari ed extragiudiziali in materia civile o commerciale;

2.  incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio, alla Commissione, ai governi e ai parlamenti degli Stati membri nonché all'Ufficio permanente della conferenza dell'Aia di diritto internazionale privato.

(1)

  Parere della Corte di giustizia del 14 ottobre 2014, 1/13, ECLI:EU:C:2014:2303.


BREVE MOTIVAZIONE

La Convenzione dell'Aia del 15 novembre 1965 istituisce un sistema in base al quale gli atti possono essere notificati e comunicati in un altro Stato firmatario. È opportuno precisare che la convenzione si applica solo agli atti destinati a paesi terzi o provenienti da essi. Nel caso di notificazione transfrontaliera di atti nel territorio dell'Unione europea, si applica il regolamento (CE) n. 1393/2007 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 13 novembre 2007, relativo alla notificazione e alla comunicazione negli Stati membri degli atti giudiziari ed extragiudiziali in materia civile o commerciale.

La convezione è già applicata in 26 dei 28 Stati membri. I due Stati membri restanti, Austria e Malta, hanno espresso la volontà di aderirvi.

La convenzione non consente l'adesione di organizzazioni internazionali. Al contempo, in seguito all'adozione della normativa europea sulla notificazione e la comunicazione transfrontaliera di documenti, l'UE ha acquisito competenza esterna esclusiva particolare in merito, a norma dell'articolo 3, paragrafo 2, del TFUE. Tale approccio è stato confermato dalla Corte di giustizia nel suo parere 1/13.

L'Unione deve di conseguenza autorizzare gli Stati membri in questione ad agire per suo conto al fine di aderire alla convenzione.

Malta ha già depositato il proprio strumento di adesione, ma ha rilasciato una dichiarazione in cui precisa che la sua adesione avrà effetto solo previa adozione della decisione in esame. L'Austria è in attesa della decisione per eseguire le formalità di adesione.

Poiché la Convenzione dell'Aia del 15 novembre 1965 ha dimostrato la sua utilità nel campo della notificazione e comunicazione transfrontaliera di atti e che è nell'interesse sia dell'Unione nel suo insieme che dei due Stati membri in questione disporre di un regime uniforme per la notificazione degli atti nelle relazioni transfrontaliere con i paesi terzi, si propone che il Parlamento dia il proprio consenso alla proposta di decisione che autorizza l'adesione di Austria e Malta a detta convenzione.


ESITO DELLA VOTAZIONE FINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

Approvazione

28.1.2016

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

23

0

2

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Max Andersson, Joëlle Bergeron, Marie-Christine Boutonnet, Jean-Marie Cavada, Kostas Chrysogonos, Therese Comodini Cachia, Mady Delvaux, Laura Ferrara, Lidia Joanna Geringer de Oedenberg, Sajjad Karim, Dietmar Köster, Gilles Lebreton, António Marinho e Pinto, Jiří Maštálka, Emil Radev, Julia Reda, Evelyn Regner, Pavel Svoboda, Axel Voss, Tadeusz Zwiefka

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Daniel Buda, Sergio Gaetano Cofferati, Pascal Durand, Angel Dzhambazki, Jytte Guteland, Constance Le Grip, Angelika Niebler, Virginie Rozière

Avviso legale