Procedura : 2015/2170(DEC)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0084/2016

Testi presentati :

A8-0084/2016

Discussioni :

PV 27/04/2016 - 17
CRE 27/04/2016 - 17

Votazioni :

PV 28/04/2016 - 4.26
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P8_TA(2016)0162

RELAZIONE     
PDF 269kWORD 82k
7.4.2016
PE 569.740v02-00 A8-0084/2016

sul discarico per l'esecuzione del bilancio del Centro di traduzione degli organismi dell'Unione europea per l'esercizio 2014

(2015/2170(DEC))

Commissione per il controllo dei bilanci

Relatore: Derek Vaughan

 1. PROPOSTA DI DECISIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO


1. PROPOSTA DI DECISIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO

sul discarico per l'esecuzione del bilancio del Centro di traduzione degli organismi dell'Unione europea per l'esercizio 2014

(2015/2170(DEC))

Il Parlamento europeo,

–  visti i conti annuali definitivi del Centro di traduzione degli organismi dell'Unione europea relativi all'esercizio 2014,

–  vista la relazione della Corte dei conti sui conti annuali del Centro di traduzione degli organismi dell'Unione europea relativi all'esercizio finanziario 2014 corredata della risposta del Centro(1),

–  vista la dichiarazione attestante l'affidabilità dei conti nonché la legittimità e la regolarità delle relative operazioni(2) presentata dalla Corte dei conti per l'esercizio 2014, a norma dell'articolo 287 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–  vista la raccomandazione del Consiglio del 12 febbraio 2016 sullo scarico da dare al Centro sull'esecuzione del bilancio per l'esercizio 2014 (05584/2016 – C8-0068/2016),

–  visto l'articolo 319 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–  visto il regolamento (UE, Euratom) n. 966/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 ottobre 2012, che stabilisce le regole finanziarie applicabili al bilancio generale dell'Unione e che abroga il regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio(3), in particolare l'articolo 208,

–  visto il regolamento (CE) n. 2965/94 del Consiglio, del 28 novembre 1994, relativo all'istituzione di un Centro di traduzione degli organismi dell'Unione europea(4), in particolare l'articolo 14,

–  visto il regolamento (CE, Euratom) n. 2343/2002 della Commissione, del 19 novembre 2002, che reca regolamento finanziario quadro degli organismi di cui all'articolo 185 del regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio che stabilisce il regolamento finanziario applicabile al bilancio generale delle Comunità europee(5),

–  visto il regolamento delegato (UE) n. 1271/2013 della Commissione, del 30 settembre 2013, che stabilisce il regolamento finanziario quadro degli organismi di cui all'articolo 208 del regolamento (UE, Euratom) n. 966/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio(6), in particolare l'articolo 108,

–  visti l'articolo 94 e l'allegato V del suo regolamento,

–  vista la relazione della commissione per il controllo dei bilanci (A8-0084/2016),

1.  concede il discarico al direttore del Centro di traduzione degli organismi dell'Unione europea per l'esecuzione del bilancio del Centro per l'esercizio 2014;

2.  esprime le sue osservazioni nella risoluzione in appresso;

3.  incarica il suo Presidente di trasmettere la presente decisione e la risoluzione che ne costituisce parte integrante al direttore del Centro di traduzione degli organismi dell'Unione europea, al Consiglio, alla Commissione e alla Corte dei conti, e di provvedere alla loro pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea (serie L).

2. PROPOSTA DI DECISIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO

sulla chiusura dei conti del Centro di traduzione degli organismi dell'Unione europea per l'esercizio 2014

(2015/2170(DEC))

Il Parlamento europeo,

–  visti i conti annuali definitivi del Centro di traduzione degli organismi dell'Unione europea relativi all'esercizio 2014,

–  vista la relazione della Corte dei conti sui conti annuali del Centro di traduzione degli organismi dell'Unione europea relativi all'esercizio finanziario 2014 corredata della risposta del Centro(7),

–  vista la dichiarazione attestante l'affidabilità dei conti nonché la legittimità e la regolarità delle relative operazioni(8) presentata dalla Corte dei conti per l'esercizio 2014, a norma dell'articolo 287 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–  vista la raccomandazione del Consiglio del 12 febbraio 2016 sullo scarico da dare al Centro sull'esecuzione del bilancio per l'esercizio 2014 (05584/2016 – C8-0068/2016),

–  visto l'articolo 319 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–  visto il regolamento (UE, Euratom) n. 966/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 ottobre 2012, che stabilisce le regole finanziarie applicabili al bilancio generale dell'Unione e che abroga il regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio(9), in particolare l'articolo 208,

–  visto il regolamento (CE) n. 2965/94 del Consiglio, del 28 novembre 1994, relativo all'istituzione di un Centro di traduzione degli organismi dell'Unione europea(10), in particolare l'articolo 14,

–  visto il regolamento (CE, Euratom) n. 2343/2002 della Commissione, del 19 novembre 2002, che reca regolamento finanziario quadro degli organismi di cui all'articolo 185 del regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio che stabilisce il regolamento finanziario applicabile al bilancio generale delle Comunità europee(11),

–  visto il regolamento delegato (UE) n. 1271/2013 della Commissione, del 30 settembre 2013, che stabilisce il regolamento finanziario quadro degli organismi di cui all'articolo 208 del regolamento (UE, Euratom) n. 966/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio(12), in particolare l'articolo 108,

–  visti l'articolo 94 e l'allegato V del suo regolamento,

–  vista la relazione della commissione per il controllo dei bilanci (A8-0084/2016),

1.  constata che i conti annuali definitivi del Centro di traduzione degli organismi dell'Unione europea si presentano quali figuranti in allegato alla relazione della Corte dei conti;

2.  approva la chiusura dei conti del Centro di traduzione degli organismi dell'Unione europea relativi all'esercizio 2014;

3.  incarica il suo Presidente di trasmettere la presente decisione al direttore del Centro di traduzione degli organismi dell'Unione europea, al Consiglio, alla Commissione e alla Corte dei conti, e di provvedere alla sua pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea (serie L).

3. PROPOSTA DI RISOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO

recante le osservazioni che costituiscono parte integrante della decisione sul discarico per l'esecuzione del bilancio del Centro di traduzione degli organismi dell'Unione europea per l'esercizio 2014

(2015/2170(DEC))

Il Parlamento europeo,

–  vista la sua decisione sul discarico per l'esecuzione del bilancio del Centro di traduzione degli organismi dell'Unione europea per l'esercizio 2014,

–  visti l'articolo 94 e l'allegato V del suo regolamento,

–  vista la relazione della commissione per il controllo dei bilanci (A8-0084/2016),

A.  considerando che, secondo i suoi rendiconti finanziari, il bilancio definitivo del Centro di traduzione degli organismi dell'Unione europea (di seguito "il Centro") per l'esercizio 2014 ammontava a 56 268 041 EUR, importo che rappresenta un aumento del 7,81 % rispetto al 2013;

B.  considerando che la Corte dei conti (di seguito "la Corte"), nella sua relazione sui conti annuali del Centro di traduzione degli organismi dell'Unione europea relativi all'esercizio finanziario 2014 ("la relazione della Corte"), ha dichiarato di aver ottenuto garanzie ragionevoli in merito all'affidabilità dei conti annuali del Centro e alla legittimità e regolarità delle operazioni sottostanti;

Seguito dato al discarico del 2013

1.  apprende dal Centro che:

-  è stato firmato un accordo sulla sua sede con il governo dello Stato membro ospitante;

-  il Centro semplificherà l'accesso alla documentazione relativa al suo consiglio di amministrazione nell'ambito della riprogettazione del suo sito web, prevista per il 2017;

-  dal 2013 il Centro ha effettuato due rimborsi ai clienti, per un totale di 4 900 000 EUR, nel quadro delle misure adottate per ridurre l'eccedenza di bilancio;

Gestione finanziaria e di bilancio

2.  osserva che gli sforzi in materia di controllo di bilancio intrapresi durante l'esercizio 2014 hanno avuto come risultato un tasso di esecuzione del bilancio del 79,34 %, pari a un calo del 4,13 % rispetto al 2013; rileva che il tasso di esecuzione degli stanziamenti di pagamento è stato del 71,97 %, con un calo del 5,71 % rispetto al 2013;

3.  apprende dalla relazione della Corte che la liquidità di cassa e i depositi a breve termine del Centro sono ulteriormente aumentati, passando da 40 000 000 EUR a fine 2013 a 44 000 000 EUR a fine 2014; osserva che l'eccedenza di bilancio e le riserve sono aumentate da 37 500 000 EUR a 40 400 000 EUR, il che denota un margine di manovra per ridurre i prezzi; rileva con preoccupazione che l'eccedenza di bilancio è un fenomeno ricorrente per il Centro; riconosce tuttavia le azioni positive adottate dal Centro per invertire questa tendenza;

4.  apprende dal Centro che il prezzo medio per pagina è stato ridotto del 2 % tra il 2013 e la seconda metà del 2014; osserva tuttavia che il costo per pagina della revisione è aumentato del 23 % nello stesso periodo; invita il Centro a informare l'autorità di discarico in merito ai criteri utilizzati per la definizione dei prezzi nell'esercizio 2014; chiede al Centro di fornire un aggiornamento sui prezzi, i depositi e le eccedenze attuali;

Audit interno

5.  apprende dal Centro che, all'inizio del 2014, risultavano ancora in sospeso cinque raccomandazioni formulate dal Servizio di audit interno (SAI) della Commissione; constata che il Centro ha intrapreso azioni correttive e chiuso due raccomandazioni; rileva inoltre che è prevista l'attuazione delle due raccomandazioni classificate come "molto importanti" e della raccomandazione classificata come "importante" ancora in sospeso; invita il Centro ad attuare quanto prima le raccomandazioni ancora in sospeso e a tenere informata l'autorità di discarico al riguardo;

Controlli interni

6.  osserva che il Centro rispetta l'80 % delle norme di controllo interno (NCI) a seguito dei notevoli sforzi profusi per attuare le restanti azioni del piano d'azione sulle NCI; rileva inoltre che il trasferimento del Centro nell'edificio Drosbach ha richiesto una sostanziale riformulazione del suo piano di continuità operativa; constata che la partenza di diversi membri chiave della direzione del Centro ha pregiudicato la tempestiva attuazione della gestione della continuità operativa, con conseguenti ritardi nella revisione e nell'aggiornamento dell'analisi dell'impatto operativo;

Prevenzione e gestione dei conflitti di interessi e trasparenza

7.  apprende dal Centro che esso sta provvedendo all'elaborazione e all'attuazione di una strategia antifrode basata sugli orientamenti dell'Ufficio europeo per la lotta antifrode (OLAF) relativi alle strategie antifrode delle agenzie decentrate dell'UE; invita il Centro a comunicare all'autorità di discarico i progressi realizzati al riguardo;

8.  sostiene che le relazioni annuali del Centro potrebbero svolgere un ruolo importante per la conformità in materia di trasparenza, responsabilità e integrità; invita il Centro a includere un capitolo standard su tali aspetti nella sua relazione annuale;

Prestazioni

9.  prende atto con soddisfazione delle sinergie create dal Centro grazie alla condivisione dei servizi con altre agenzie; plaude in particolare all'accordo di cooperazione concluso tra il Centro e l'Agenzia ferroviaria europea (ERA), il quale prevede che il Centro ospiti il sistema di ripristino in caso di disastro dell'ERA, consentendo in tal modo la realizzazione di risparmi e garantendo un livello di sicurezza più elevato per entrambi gli organismi;

10.  si compiace del fatto che il Centro e l'Ufficio per l'armonizzazione nel mercato interno (UAMI) abbiano adottato un sistema di pretrattamento comune per i marchi comunitari, che consente di condividere le memorie di traduzione e di armonizzare i rispettivi flussi di lavoro nell'ottica di garantire la trasparenza e l'efficienza del processo; osserva che nell'esercizio 2014 non è stato possibile raggiungere una decisione definitiva; rileva che le due agenzie hanno stabilito di comune accordo di procedere con il progetto nel 2015; sostiene tale accordo e invita il Centro a informare l'autorità di discarico in merito agli sviluppi dell'iniziativa;

Altre osservazioni

11.  prende atto con soddisfazione del progetto di adattabilità avviato dal Centro nel 2014 e incentrato sul rafforzamento dell'adattabilità del personale e sulla riduzione delle lacune individuate in termini di competenze; osserva che il Centro ha stilato un elenco di formatori e iniziato ad attuare le iniziative di formazione selezionate; rileva che dall'analisi delle competenze in possesso di almeno due persone all'interno di ciascuna sezione, condotta alla fine del 2015, emerge un netto aumento di tale percentuale, che si attesta ora al 76,50 %, rispetto al 65,46 % registrato nel 2014;

12.  prende atto con soddisfazione dell'impegno del Centro a migliorare la garanzia della qualità della traduzione e il sistema per ricevere il feedback dai clienti, e si compiace del seminario organizzato dal Centro per consentire ai traduttori freelance di acquisire familiarità con i suoi metodi di lavoro;

13.  apprende dal Centro che sono stati adottati un nuovo strumento per la pianificazione e il monitoraggio di bilancio, utilizzato per l'elaborazione del bilancio 2015, un nuovo sistema per la gestione del flusso di lavoro della traduzione ("e-CdT") e un nuovo software per la traduzione assistita da computer;

°

°  °

14.  rinvia, per altre osservazioni di natura orizzontale che accompagnano la decisione di discarico, alla sua risoluzione del [xx xxxx 2016](13) sulle prestazioni, la gestione finanziaria e il controllo delle agenzie.

ESITO DELLA VOTAZIONE FINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

Approvazione

4.4.2016

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

15

4

0

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Louis Aliot, Inés Ayala Sender, Dennis de Jong, Martina Dlabajová, Ingeborg Gräßle, Verónica Lope Fontagné, Monica Macovei, Dan Nica, Gilles Pargneaux, Georgi Pirinski, Petri Sarvamaa, Claudia Schmidt, Bart Staes, Marco Valli, Derek Vaughan, Anders Primdahl Vistisen, Tomáš Zdechovský

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Marian-Jean Marinescu

Supplenti (art. 200, par. 2) presenti al momento della votazione finale

Bodil Valero

(1)

GU C 409 del 9.12.2015, pag. 33.

(2)

GU C 409 del 9.12.2015, pag. 33.

(3)

GU L 298 del 26.10.2012, pag. 1.

(4)

GU L 314 del 7.12.1994, pag. 1.

(5)

GU L 357 del 31.12.2002, pag. 72.

(6)

GU L 328 del 7.12.2013, pag. 42.

(7)

GU C 409 del 9.12.2015, pag. 33.

(8)

GU C 409 del 9.12.2015, pag. 33.

(9)

GU L 298 del 26.10.2012, pag. 1.

(10)

GU L 314 del 7.12.1994, pag. 1.

(11)

GU L 357 del 31.12.2002, pag. 72.

(12)

GU L 328 del 7.12.2013, pag. 42.

(13)

Testi approvati di tale data, P[8_TA(-PROV)(2016)0000].

Avviso legale