Procedura : 2016/2267(BUD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0352/2016

Testi presentati :

A8-0352/2016

Discussioni :

Votazioni :

PV 01/12/2016 - 6.15
Dichiarazioni di voto

Testi approvati :

P8_TA(2016)0470

RELAZIONE     
PDF 445kWORD 54k
25.11.2016
PE 592.448v02-00 A8-0352/2016

sulla proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alla mobilizzazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea per fornire assistenza alla Germania

(COM(2016)0681 – C8-0423/2016 – 2016/2267(BUD))

Commissione per i bilanci

Relatore: Monika Hohlmeier

PROPOSTA DI RISOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO
 ALLEGATO: DECISIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO
 MOTIVAZIONE
 ALLEGATO – LETTERA DELLA COMMISSIONE PER LO SVILUPPO REGIONALE
 ESITO DELLA VOTAZIONE FINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

PROPOSTA DI RISOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO

sulla proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alla mobilizzazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea per fornire assistenza alla Germania

(COM(2016)0681 – C8-0423/2016 – 2016/2267(BUD))

Il Parlamento europeo,

–  vista la proposta della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio (COM(2016)0681 – C8-0423/2016),

–  visto il regolamento (CE) n. 2012/2002 del Consiglio, dell'11 novembre 2002, che istituisce il Fondo di solidarietà dell'Unione europea(1),

–  visto il regolamento (UE, Euratom) n. 1311/2013 del Consiglio, del 2 dicembre 2013, che stabilisce il quadro finanziario pluriennale per il periodo 2014-2020(2), in particolare l'articolo 10,

–  visto l'accordo interistituzionale del 2 dicembre 2013 tra il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione sulla disciplina di bilancio, sulla cooperazione in materia di bilancio e sulla sana gestione finanziaria(3), in particolare il punto 11,

–  vista la lettera della commissione per lo sviluppo regionale,

–  vista la relazione della commissione per i bilanci (A8-0352/2016),

1.  approva la decisione allegata alla presente risoluzione;

2.  incarica il suo Presidente di firmare tale decisione congiuntamente al Presidente del Consiglio e di provvedere alla sua pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea;

3.  incarica il suo Presidente di trasmettere la presente risoluzione, compreso l'allegato, al Consiglio e alla Commissione.

(1)

GU L 311 del 14.11.2002, pag. 3.

(2)

GU L 347 del 20.12.2013, pag. 884.

(3)

GU C 373 del 20.12.2013, pag. 1.


ALLEGATO: DECISIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

relativa alla mobilizzazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea per fornire assistenza alla Germania

IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA,

visto il trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

visto il regolamento (CE) n. 2012/2002 del Consiglio, dell'11 novembre 2002, che istituisce il Fondo di solidarietà dell'Unione europea(1), in particolare l'articolo 4, paragrafo 3,

visto l'accordo interistituzionale, del 2 dicembre 2013, tra il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione sulla disciplina di bilancio, sulla cooperazione in materia di bilancio e sulla sana gestione finanziaria

(2), in particolare il punto 11,

vista la proposta della Commissione europea,

considerando quanto segue:

(1)  Il Fondo di solidarietà dell'Unione europea (il "Fondo") è destinato a consentire all'Unione di rispondere in modo rapido, efficiente e flessibile alle situazioni di emergenza per dimostrare solidarietà con la popolazione delle regioni colpite da catastrofi naturali.

(2)  Per il Fondo è fissato un massimale annuo pari a 500 000 000 EUR (a prezzi 2011), come stabilito all'articolo 10 del regolamento (UE, Euratom) n. 1311/2013 del Consiglio(3).

(3)  Il 19 agosto 2016 la Germania ha presentato una domanda di mobilizzazione del Fondo in seguito a una serie di inondazioni estremamente intense e di breve durata che hanno colpito la regione della Bassa Baviera nei mesi di maggio e giugno 2016.

(4)  La domanda della Germania è conforme alle condizioni per l'erogazione di un contributo finanziario del Fondo, come stabilito dall'articolo 4 del regolamento (CE) n. 2012/2002.

(5)  È opportuno pertanto procedere alla mobilizzazione del Fondo per fornire un contributo finanziario alla Germania.

(6)  Al fine di ridurre al minimo i tempi di mobilizzazione del Fondo, la presente decisione dovrebbe applicarsi a decorrere dalla data dell'adozione,

HANNO ADOTTATO LA PRESENTE DECISIONE:

Articolo 1

Nel quadro del bilancio generale dell'Unione per l'esercizio 2016, il Fondo di solidarietà dell'Unione europea è mobilizzato per erogare alla Germania l'importo di 31 475 125 EUR in stanziamenti di impegno e di pagamento.

Articolo 2

La presente decisione entra in vigore il giorno della pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Essa si applica a decorrere dal… [data dell'adozione].

Fatto a …,

Per il Parlamento europeo      Per il Consiglio

Il Presidente      Il Presidente

(1)

  GU L 311 del 14.11.2002, pag. 3.

(2)

  GU C 373 del 20.12.2013, pag.1.

(3)

  Regolamento (UE, Euratom) n. 1311/2013 del Consiglio, del 2 dicembre 2013, che stabilisce il quadro finanziario pluriennale per il periodo 2014-2020 (GU L 347 del 20.12.2013, pag. 884).


MOTIVAZIONE

La Commissione propone di mobilitare il Fondo di solidarietà dell'Unione europea (FSUE) per fornire assistenza finanziaria in relazione a una catastrofe avvenuta in Germania nei mesi di maggio e giugno 2016 (inondazioni che hanno colpito la Bassa Baviera, in particolare il distretto di Rottal-Inn).

La serie di inondazioni estremamente intense e di breve durata/alluvioni improvvise ha provocato la distruzione di infrastrutture pubbliche e private, di abitazioni private e di impianti agricoli. Sette persone hanno perso la vita e sono state colpite oltre 47 000 persone nella Bassa Baviera, delle quali oltre 2 000 non erano potute ancora rientrare nelle loro case a due mesi dalle inondazioni. La città di Simbach am Inn è stata quasi interamente distrutta e per tre settimane è rimasta priva della fornitura di acqua comunale. Sono stati segnalati anche notevoli danni alle imprese e all'agricoltura, nonché danni pesanti alle infrastrutture di base, all'approvvigionamento idrico, ai servizi di smaltimento delle acque reflue e alla rete elettrica.

Nella loro domanda, ricevuta dalla Commissione il 19 agosto 2016, le autorità tedesche hanno stimato a 1 259,005 milioni di EUR il totale dei danni diretti causati dalla catastrofe. Dal momento che detto importo rappresenta il 3,03% del PIL regionale della regione interessata di livello NUTS 2 della Bassa Baviera (sulla base dei dati del 2014) ed è superiore alla soglia dell'1,5% del PIL regionale, l'evento è qualificato come "catastrofe naturale regionale" ai sensi dell'articolo 2, paragrafo 3, del regolamento FSUE.

Il costo delle operazioni essenziali di emergenza ammissibili, quali definite all'articolo 3 del regolamento, è stato stimato dalle autorità tedesche a 94,196 milioni di EUR, di cui più di 52,227 milioni di EUR riguardanti le operazioni di ricostruzione nel settore dei trasporti e oltre 21 milioni di EUR riguardanti le misure di ripulitura.

La regione colpita rientra nella categoria delle "regioni più sviluppate" previste dai Fondi strutturali e d'investimento europei (2014-2020). Le autorità tedesche non hanno comunicato alla Commissione l'intenzione di riassegnare i finanziamenti del programma dei Fondi SIE a misure di recupero.

La Germania non ha richiesto il pagamento di un anticipo.

Come già avvenuto in passato, la Commissione propone di applicare il tasso del 2,5% dell'importo del danno diretto totale per tutti i danni fino alla soglia per "catastrofe grave". L'importo totale dell'aiuto proposto è quindi di 31 475 125 EUR.

La mobilitazione proposta richiede una modifica del bilancio 2016 e un progetto di bilancio rettificativo (n. 6/2016), al fine di rafforzare l'articolo 13 06 01 "Assistere gli Stati membri colpiti da catastrofi naturali gravi aventi serie ripercussioni sulle condizioni di vita, sull'ambiente o sull'economia" di un importo pari a 31 475 125 EUR in stanziamenti sia di impegno che di pagamento.

Si tratta della seconda decisione di mobilitazione del 2016 e l'importo totale dell'aiuto proposto rispetta il massimale annuo per il Fondo di solidarietà dell'UE quale fissato dal regolamento che stabilisce il QFP, ossia 552 040 402 EUR (vale a dire 500 milioni di EUR a prezzi 2011). Poiché la dotazione del 2015 di 541 216 080 EUR non è stata spesa ed è stata riportata di un anno al 2016, il restante importo inutilizzato del FSUE dopo la prima proposta di mobilitazione del 2016 (terremoto nelle isole greche dello Ionio) è attualmente pari a 1 091 604 648 EUR.

Il relatore raccomanda la rapida approvazione della decisione presentata dalla Commissione e allegata alla presente relazione, in segno di solidarietà con la regione colpita.


ALLEGATO – LETTERA DELLA COMMISSIONE PER LO SVILUPPO REGIONALE

Jean ARTHUIS

Presidente

Commissione per i bilanci

Parlamento europeo

Egregio onorevole,

Oggetto:  Mobilitazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea per fornire assistenza alla Germania

la Commissione europea ha trasmesso al Parlamento europeo la proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alla mobilizzazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea per fornire assistenza alla Germania (COM(2016)0681).

Sulla base di una domanda presentata dalla Germania, il calcolo degli aiuti a titolo del Fondo, basato sulle stime dei danni totali, è il seguente:

Catastrofe

Danni diretti

 

(in milioni di EUR)

Costo totale degli interventi ammissibili

(in milioni di EUR)

 

Soglia per catastrofe regionale applicata

[1,5% del PIL] (in milioni di EUR)

2,5% dei danni diretti (in EUR)

6% del danno diretto oltre la soglia

 

Importo totale dell'aiuto proposto

 

(in EUR)

GERMANIA

1 259,005

94,196

622,8

31 475 125

~

31 475 125

TOTALE

31 475 125

Previo esame della domanda (comunicazione alla Commissione C(2016(6597) del 14.10.2016) e tenuto conto dell'importo massimo del contributo che il Fondo può concedere, come anche delle possibilità di riassegnazione degli stanziamenti, la Commissione propone di mobilitare il Fondo di solidarietà dell'Unione europea per un importo complessivo di 31 475 125 EUR.

I coordinatori della commissione hanno valutato la proposta e mi hanno chiesto di scriverLe per riferirLe che la maggioranza della commissione da me presieduta non solleva obiezioni alla mobilitazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea per l'assegnazione dell'importo summenzionato quale proposto dalla Commissione.

Voglia gradire, Eccellenza, i sensi della mia profonda stima

Iskra MIHAYLOVA


ESITO DELLA VOTAZIONE FINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

Approvazione

24.11.2016

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

33

1

3

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Nedzhmi Ali, Jonathan Arnott, Jean Arthuis, Richard Ashworth, Reimer Böge, Lefteris Christoforou, Jean-Paul Denanot, Gérard Deprez, Eider Gardiazabal Rubial, Jens Geier, Ingeborg Gräßle, Iris Hoffmann, Monika Hohlmeier, Bernd Kölmel, Zbigniew Kuźmiuk, Vladimír Maňka, Ernest Maragall, Clare Moody, Siegfried Mureşan, Victor Negrescu, Liadh Ní Riada, Younous Omarjee, Urmas Paet, Pina Picierno, Paul Rübig, Patricija Šulin, Eleftherios Synadinos, Indrek Tarand, Inese Vaidere, Monika Vana, Daniele Viotti, Marco Zanni, Auke Zijlstra, Stanisław Żółtek

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Ivana Maletić, Andrey Novakov, Tomáš Zdechovský

Avviso legale