Procedura : 2017/2109(BUD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0281/2017

Testi presentati :

A8-0281/2017

Discussioni :

Votazioni :

PV 13/09/2017 - 9.5

Testi approvati :

P8_TA(2017)0336

RELAZIONE     
PDF 365kWORD 53k
5.9.2017
PE 607.951v03-00 A8-0281/2017

concernente la posizione del Consiglio sul progetto di bilancio rettificativo n. 4/2017 dell'Unione europea per l'esercizio 2017, che accompagna la proposta di mobilitare il Fondo di solidarietà dell'Unione europea per fornire assistenza all'Italia

(11813/2017 – C8-0304/2017 – 2017/2109(BUD))

Commissione per i bilanci

Relatore: Jens Geier

PROPOSTA DI RISOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO
 ALLEGATO: LETTERA DELLA COMMISSIONE PER LO SVILUPPO REGIONALE
 INFORMAZIONI SULL'APPROVAZIONEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO
 VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

PROPOSTA DI RISOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO

concernente la posizione del Consiglio sul progetto di bilancio rettificativo n. 4/2017 dell'Unione europea per l'esercizio 2017, che accompagna la proposta di mobilitare il Fondo di solidarietà dell'Unione europea per fornire assistenza all'Italia

(11813/2017 – C8-0304/2017 – 2017/2109(BUD))

Il Parlamento europeo,

–  visto l'articolo 314 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–  visto l'articolo 106 bis del trattato che istituisce la Comunità europea dell'energia atomica,

–  visto il regolamento (UE, Euratom) n. 966/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 ottobre 2012, che stabilisce le regole finanziarie applicabili al bilancio generale dell'Unione e che abroga il regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio(1), in particolare l'articolo 41,

–  visto il bilancio generale dell'Unione europea per l'esercizio 2017, definitivamente adottato il 1° dicembre 2016(2),

–  visto il regolamento (UE, Euratom) n. 1311/2013 del Consiglio, del 2 dicembre 2013, che stabilisce il quadro finanziario pluriennale per il periodo 2014-2020(3) (regolamento QFP),

–  visto l'accordo interistituzionale del 2 dicembre 2013 tra il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione sulla disciplina di bilancio, sulla cooperazione in materia di bilancio e sulla sana gestione finanziaria(4),

–  vista la decisione 2014/335/UE, Euratom del Consiglio, del 26 maggio 2014, relativa al sistema delle risorse proprie dell'Unione europea(5),

–  visto il progetto di bilancio rettificativo n. 4/2017 adottato dalla Commissione il 26 giugno 2017 (COM(2017)0541),

–  vista la posizione del Consiglio sul progetto di bilancio rettificativo n. 4/2017 adottata il 4 settembre 2017 e trasmessa al Parlamento europeo lo stesso giorno (11813/2017 – C8-0304/2017),

–  visti gli articoli 88 e 91 del suo regolamento,

–  vista la relazione della commissione per i bilanci (A8-0281/2017),

A.  considerando che il progetto di bilancio rettificativo n. 4 del 2017 riguarda la mobilitazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea (FSUE) per un importo di 1 196 797 579 EUR in relazione alla serie di terremoti che hanno colpito le regioni italiane dell'Abruzzo, del Lazio, delle Marche e dell'Umbria tra l'agosto 2016 e il gennaio 2017;

B.  considerando l'importo di 30 000 000 EUR che è già stato versato, come anticipo dal bilancio dell'Unione per il 2016, nel quadro della presente domanda di mobilitazione del FSUE;

C.  considerando che si tratta del maggiore importo mai mobilitato a titolo del FSUE;

D.  considerando che il progetto di bilancio rettificativo n. 4/2017 è inteso a iscrivere ufficialmente il relativo adeguamento nel bilancio dell'Unione per il 2017;

E.  considerando che la Commissione propone pertanto di rettificare il bilancio 2017 e di incrementare di 1 166 797 579 EUR – in stanziamenti d'impegno e di pagamento – la dotazione dell'articolo 13 06 01 "Assistere gli Stati membri colpiti da catastrofi naturali gravi aventi serie ripercussioni sulle condizioni di vita, sull'ambiente o sull'economia";

F.  considerando che, sebbene l'importo totale disponibile per la mobilitazione del FSUE in questa fase dell'esercizio sia inferiore di 293 971 080 EUR rispetto all'importo proposto, la Commissione propone di coprire tale differenza mediante l'importo annuo disponibile nel 2018, conformemente all'articolo 10, paragrafo 2, del regolamento QFP; che non è mai stato fatto ricorso a tale possibilità;

G.  considerando che il FSUE è uno strumento speciale secondo la definizione del regolamento QFP e che i corrispondenti stanziamenti d'impegno e di pagamento devono essere iscritti nel bilancio oltre i massimali del QFP;

H.  considerando che la Commissione propone di riassegnare integralmente i necessari stanziamenti di pagamento nell'ambito del bilancio dell'UE per il 2017 e di ricostituire la riserva negativa attivata nel bilancio rettificativo n. 1/2017 (pari a 70 402 434 EUR) attingendo alle linee di bilancio relative ai programmi dei Fondi strutturali per il periodo 2007-2013;

1.  sottolinea l'urgente necessità di sbloccare l'assistenza finanziaria del FSUE destinata alle regioni colpite dalle calamità naturali; rileva che è fondamentale creare sinergie tra tutti gli strumenti esistenti a livello di Unione, garantendo che le risorse siano utilizzate in modo efficace per le attività di ricostruzione e per tutte le altre azioni necessarie;

2.  prende atto del progetto di bilancio rettificativo n. 4/2017 quale presentato dalla Commissione;

3.  approva la posizione del Consiglio sul progetto di bilancio rettificativo n. 4/2017;

4.  incarica il suo Presidente di constatare che il bilancio rettificativo n. 4/2017 è definitivamente adottato e di provvedere alla sua pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea;

5.  incarica il suo Presidente di trasmettere la presente risoluzione al Consiglio e alla Commissione nonché alla Corte dei conti e ai parlamenti nazionali.

(1)

  GU L 298 del 26.10.2012, pag. 1.

(2)

  GU L 51 del 28.2.2017.

(3)

  GU L 347 del 20.12.2013, pag. 884.

(4)

  GU C 373 del 20.12.2013, pag. 1.

(5)

  GU L 168 del 7.6.2014, pag. 105.


ALLEGATO: LETTERA DELLA COMMISSIONE PER LO SVILUPPO REGIONALE

Lettera in data 17 luglio 2017 di Iskra Mihaylova, presidente della commissione per lo sviluppo regionale, a Jean Arthuis, presidente della commissione per i bilanci

Traduzione

Oggetto:  Mobilitazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea per fornire assistenza all'Italia

Signor Presidente,

la Commissione ha trasmesso al Parlamento europeo la sua proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alla mobilitazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea (COM(2017)0540), sulla base di una domanda di mobilitazione del Fondo presentata dall'Italia in relazione a una serie di terremoti che hanno colpito l'Abruzzo, il Lazio, le Marche e l'Umbria tra l'agosto 2016 e il gennaio 2017.

La Commissione propone la mobilitazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea, stimando i danni causati dai terremoti come segue:

Catastrofe

Danni diretti totali

(in milioni di EUR)

Soglia per catastrofe grave

 

(in milioni di EUR)

2,5 % dei danni diretti fino alla soglia

(in milioni di EUR)

 

6 % dei danni diretti fino alla soglia(in EUR)

 

Importo totale dell'aiuto proposto

 

(EUR)

ITALIA

21 878,767

3 312,242 

82 806 050

1 113 991 529

1 196 797 579

TOTALE

1 196 797 579

In considerazione dell'importo di 30 000 000 di EUR già versato per questa domanda di attivazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea (FSUE) come anticipo a carico del bilancio 2016, la Commissione presenta un progetto di bilancio rettificativo (PBR) n. 4 per l'esercizio 2017 (COM(2017)0541), volto a coprire la soprammenzionata proposta mobilitazione del FSUE rafforzando di 1 166 797 579 EUR – in stanziamenti di impegno e di pagamento – l'articolo di bilancio 13 06 01 "Assistere gli Stati membri colpiti da catastrofi naturali gravi aventi serie ripercussioni sulle condizioni di vita, sull'ambiente o sull'economia".

I coordinatori della commissione hanno valutato queste proposte e mi hanno chiesto di riferirLe che la maggioranza dei membri della commissione non ha nulla da obiettare a che il Fondo di solidarietà dell'Unione europea sia mobilitato per assegnare l'importo soprammenzionato come proposto dalla Commissione, e appoggia il corrispondente PBR n. 4/2017 quale da essa proposto.

(Formula di saluto e firma)


INFORMAZIONI SULL'APPROVAZIONEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

Approvazione

30.8.2017

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

35

1

0

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Jean Arthuis, Richard Ashworth, Reimer Böge, Lefteris Christoforou, Gérard Deprez, Manuel dos Santos, André Elissen, José Manuel Fernandes, Eider Gardiazabal Rubial, Jens Geier, Iris Hoffmann, Monika Hohlmeier, John Howarth, Bernd Kölmel, Zbigniew Kuźmiuk, Vladimír Maňka, Siegfried Mureşan, Liadh Ní Riada, Jan Olbrycht, Younous Omarjee, Urmas Paet, Pina Picierno, Paul Rübig, Petri Sarvamaa, Jordi Solé, Patricija Šulin, Indrek Tarand, Isabelle Thomas, Inese Vaidere, Monika Vana, Daniele Viotti, Tiemo Wölken, Marco Zanni

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Giovanni La Via, Tomáš Zdechovský

Supplenti (art. 200, par. 2) presenti al momento della votazione finale

Fabio Massimo Castaldo


VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

35

+

ALDE

Jean Arthuis, Gérard Deprez, Urmas Paet,

ECR

Richard Ashworth, Zbigniew Kuźmiuk, Bernd Kölmel,

EFDD

Fabio Massimo Castaldo

ENF

Marco Zanni,

GUE/NGL

Liadh Ní Riada, Younous Omarjee,

PPE

Reimer Böge, Lefteris Christoforou, José Manuel Fernandes, Monika Hohlmeier, Giovanni La Via, Siegfried Mureşan, Jan Olbrycht, Paul Rübig, Petri Sarvamaa, Patricija Šulin, Inese Vaidere, Tomáš Zdechovský,

S&D

Eider Gardiazabal Rubial, Jens Geier, Iris Hoffmann, John Howarth, Vladimír Maňka, Pina Picierno, Isabelle Thomas, Daniele Viotti, Tiemo Wölken, Manuel dos Santos,

Verts/ALE

Jordi Solé, Indrek Tarand, Monika Vana,

1

-

ENF

André Elissen,

0

0

 

Significato dei simboli utilizzati:

+  :  favorevoli

-  :  contrari

0  :  astenuti

Avviso legale