Procedura : 2017/0060(COD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0332/2017

Testi presentati :

A8-0332/2017

Discussioni :

Votazioni :

PV 15/11/2017 - 13.3

Testi approvati :

P8_TA(2017)0429

RELAZIONE     ***I
PDF 394kWORD 78k
23.10.2017
PE 606.171v02-00 A8-0332/2017

sulla proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 2010/40/UE per quanto riguarda il periodo per l'adozione di atti delegati

(COM(2017)0136 – C8-0116/2017 – 2017/0060(COD))

Commissione per i trasporti e il turismo

Relatore: Gesine Meissner

EMENDAMENTI
PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO
 MOTIVAZIONE
 PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO
 VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

sulla proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 2010/40/UE per quanto riguarda il periodo per l'adozione di atti delegati

(COM(2017)0136 – C8-0116/2017 – 2017/0060(COD))

(Procedura legislativa ordinaria: prima lettura)

Il Parlamento europeo,

–  vista la proposta della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio (COM(2017)0136),

–  visti l'articolo 294, paragrafo 2, e l'articolo 91 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea, a norma dei quali la proposta gli è stata presentata dalla Commissione (C8-0116/2017),

–  visto l'articolo 294, paragrafo 3, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–  visto il parere del Comitato economico e sociale europeo del 5 luglio 2017(1),

–  previa consultazione del Comitato delle regioni,

–  visto l'articolo 59 del suo regolamento,

–  vista la relazione della commissione per i trasporti e il turismo (A8-0332/2017),

1.  adotta la posizione in prima lettura figurante in appresso;

2.  chiede alla Commissione di presentargli nuovamente la proposta qualora la sostituisca, la modifichi sostanzialmente o intenda modificarla sostanzialmente;

3.  incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione nonché ai parlamenti nazionali.

Emendamento    1

Proposta di decisione

Considerando 4

Testo della Commissione

Emendamento

(4)  Al fine di conseguire gli obiettivi della direttiva 2010/40/UE, il potere di adottare atti conformemente all'articolo 290 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea dovrebbe essere delegato alla Commissione per un ulteriore periodo di cinque anni a decorrere dal 27 agosto 2017. Tale periodo dovrebbe essere tacitamente prorogato per periodi di identica durata, a meno che il Parlamento europeo o il Consiglio non si oppongano a tale proroga. È di particolare importanza che durante i lavori preparatori la Commissione svolga adeguate consultazioni, anche a livello di esperti, e che tali consultazioni siano condotte nel rispetto dei principi stabiliti nell'accordo interistituzionale del 13 aprile 2016 "Legiferare meglio". In particolare, al fine di garantire pari opportunità di partecipazione alla preparazione degli atti delegati, il Parlamento europeo e il Consiglio ricevono tutti i documenti contemporaneamente agli esperti degli Stati membri, e questi ultimi hanno sistematicamente accesso alle riunioni dei gruppi di esperti della Commissione incaricati della preparazione di tali atti delegati,

(4)  Al fine di conseguire gli obiettivi della direttiva 2010/40/UE, è opportuno delegare alla Commissione, per un ulteriore periodo di cinque anni a decorrere dal 27 agosto 2017, il potere di adottare atti conformemente all'articolo 290 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea riguardo alle specifiche necessarie ad assicurare la compatibilità, l'interoperabilità e la continuità per la diffusione e l'utilizzo operativo degli ITS per le azioni prioritarie. Tale periodo dovrebbe essere tacitamente prorogato per periodi di identica durata, a meno che il Parlamento europeo o il Consiglio non si oppongano a tale proroga. È di particolare importanza che durante i lavori preparatori la Commissione svolga adeguate consultazioni, anche a livello di esperti, e che tali consultazioni siano condotte nel rispetto dei principi stabiliti nell'accordo interistituzionale del 13 aprile 2016 "Legiferare meglio". In particolare, al fine di garantire pari opportunità di partecipazione alla preparazione degli atti delegati, il Parlamento europeo e il Consiglio ricevono tutti i documenti contemporaneamente agli esperti degli Stati membri, e questi ultimi hanno sistematicamente accesso alle riunioni dei gruppi di esperti della Commissione incaricati della preparazione di tali atti delegati,

Emendamento    2

Proposta di decisione

Articolo 1 – punto 1

Direttiva 2010/40/UE

Articolo 12 – paragrafo 1

 

Testo della Commissione

Emendamento

"1.  Il potere di adottare atti delegati di cui all'articolo 7, è conferito alla Commissione per un periodo di cinque anni a decorrere dal 27 agosto 2017. La delega di potere è tacitamente prorogata per periodi di identica durata, a meno che il Parlamento europeo o il Consiglio non si oppongano a tale proroga al più tardi tre mesi prima della scadenza di ciascun periodo. La Commissione elabora una relazione sulla delega di potere al più tardi nove mesi prima della scadenza di ciascun periodo di cinque anni."

"1.  Il potere di adottare atti delegati è conferito alla Commissione alle condizioni stabilite nel presente articolo."

Emendamento    3

Proposta di decisione

Articolo 1 – punto 1 bis (nuovo)

Direttiva 2010/40/UE

Articolo 12 – paragrafo 2

 

Testo in vigore

Emendamento

 

1 bis.  All'articolo 12, il paragrafo 2 è sostituito dal seguente:

2.  Non appena adotta un atto delegato, la Commissione lo notifica simultaneamente al Parlamento europeo e al Consiglio.

"2.  Il potere di adottare atti delegati di cui all'articolo 7 è conferito alla Commissione per un periodo di cinque anni a decorrere dal 27 agosto 2017. La Commissione elabora una relazione sulla delega di potere al più tardi nove mesi prima della scadenza del periodo di cinque anni. La delega di potere è tacitamente prorogata per periodi di identica durata, a meno che il Parlamento europeo o il Consiglio non si oppongano a tale proroga al più tardi tre mesi prima della scadenza di ciascun periodo."

Emendamento    4

Proposta di decisione

Articolo 1 – punto 1 ter (nuovo)

Direttiva 2010/40/UE

Articolo 12 – paragrafo 3

 

Testo in vigore

Emendamento

 

1 ter.  All'articolo 12, il paragrafo 3 è sostituito dal seguente:

3.  Il potere conferito alla Commissione di adottare atti delegati è soggetto alle condizioni stabilite agli articoli 13 e 14.

"3.  La delega di potere di cui all'articolo 7 può essere revocata in qualsiasi momento dal Parlamento europeo o dal Consiglio. La decisione di revoca pone fine alla delega di potere ivi specificata. Gli effetti della decisione decorrono dal giorno successivo alla pubblicazione della decisione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea o da una data successiva ivi specificata. Essa non pregiudica la validità degli atti delegati già in vigore."

Emendamento    5

Proposta di decisione

Articolo 1 – punto 1 quater (nuovo)

Direttiva 2010/40/UE

Articolo 12 – paragrafo 3 bis (nuovo)

 

Testo della Commissione

Emendamento

 

1 quater.  All'articolo 12, è aggiunto il paragrafo seguente:

 

"3 bis.  Prima dell'adozione dell'atto delegato la Commissione consulta gli esperti designati da ciascuno Stato membro nel rispetto dei principi stabiliti nell'accordo interistituzionale "Legiferare meglio" del 13 aprile 2016."

Emendamento    6

Proposta di decisione

Articolo 1 – punto 1 quinquies (nuovo)

Direttiva 2010/40/UE

Articolo 12 – paragrafo 3 ter (nuovo)

 

Testo della Commissione

Emendamento

 

1 quinquies.  All'articolo 12, è aggiunto il paragrafo seguente:

 

"3 ter.  Non appena adotta un atto delegato, la Commissione ne dà contestualmente notifica al Parlamento europeo e al Consiglio."

Emendamento    7

Proposta di decisione

Articolo 1 – punto 1 sexies (nuovo)

Direttiva 2010/40/UE

Articolo 12 – paragrafo 3 quater (nuovo)

 

Testo della Commissione

Emendamento

 

1 sexies.  All'articolo 12, è aggiunto il paragrafo seguente:

 

"3 quater.  L'atto delegato adottato ai sensi dell'articolo 7 entra in vigore solo se né il Parlamento europeo né il Consiglio hanno sollevato obiezioni entro il termine di due mesi dalla data in cui esso è stato loro notificato o se, prima della scadenza di tale termine, sia il Parlamento europeo che il Consiglio hanno informato la Commissione che non intendono sollevare obiezioni. Tale termine è prorogato di due mesi su iniziativa del Parlamento europeo o del Consiglio."

Emendamento    8

Proposta di decisione

Articolo 1 – punto 1 septies (nuovo)

Direttiva 2010/40/UE

Articoli 13 e 14

 

Testo della Commissione

Emendamento

 

Gli articoli 13 e 14 sono soppressi.

Emendamento    9

Proposta di decisione

Articolo 1 – punto 1 octies (nuovo)

Direttiva 2010/40/UE

Articolo 17 – paragrafo 5

 

Testo in vigore

Emendamento

 

All'articolo 17, il paragrafo 5 è sostituito dal seguente:

5.  Secondo la procedura consultiva di cui all'articolo 15, paragrafo 2, la Commissione adotta un programma di lavoro entro il 27 febbraio 2011. Il programma di lavoro include obiettivi e date per la sua attuazione ogni anno e se necessario propone gli adeguamenti necessari.

"5.  Secondo la procedura consultiva di cui all'articolo 15, paragrafo 2, la Commissione adotta un programma di lavoro entro il 27 febbraio 2011. Il programma di lavoro include obiettivi e date per la sua attuazione ogni anno e se necessario propone gli adeguamenti necessari.

 

La Commissione aggiorna il programma di lavoro relativo alle azioni di cui all'articolo 6, paragrafo 3, della direttiva entro ... [12 mesi dalla data di entrata in vigore della presente decisione] e prima di ciascuna successiva proroga di cinque anni del potere di adottare atti delegati conformemente all'articolo 12, paragrafo 2."

(1)

Non ancora pubblicato nella Gazzetta ufficiale.


MOTIVAZIONE

Contesto

La direttiva 2010/40/UE sul quadro generale per la diffusione dei sistemi di trasporto intelligenti nel settore del trasporto stradale e nelle interfacce con altri modi di trasporto (la direttiva ITS) prescrive che siano adottate, mediante atti delegati, specifiche per le azioni in quattro settori prioritari. La direttiva ITS ha rappresentato uno dei primi atti legislativi dell'Unione a prevedere l'uso di atti delegati e il potere di adottare tali atti delegati è stato conferito alla Commissione soltanto per un periodo limitato, fino al 27 agosto 2017.

Dall'entrata in vigore della direttiva ITS sono stati adottati cinque atti delegati, concernenti: la predisposizione armonizzata in tutto il territorio dell'Unione europea di un servizio elettronico di chiamata di emergenza (eCall) interoperabile; i dati e le procedure per la comunicazione gratuita agli utenti, ove possibile, di informazioni minime universali sul traffico connesse alla sicurezza stradale; la predisposizione di servizi di informazione per aree di parcheggio sicure per gli automezzi pesanti e i veicoli commerciali; la predisposizione in tutto il territorio dell'Unione europea di servizi di informazione sul traffico in tempo reale; la predisposizione in tutto il territorio dell'Unione europea di servizi di informazione sulla mobilità multimodale.

Il quinto atto delegato è stato appena ultimato con gli esperti degli Stati membri ed è relativo alla predisposizione in tutto il territorio dell'UE di servizi di informazione sulla mobilità multimodale. In aggiunta ai requisiti di interoperabilità per eCall, i meccanismi di condivisione dei dati sviluppati in tali contesti stanno contribuendo in modo significativo agli obiettivi della strategia per il mercato unico digitale. La Commissione sta preparando una valutazione della direttiva, che riferirà altresì in merito alla sua attuazione e la cui conclusione è prevista per il 2018.

Obiettivo

La proposta di decisione mira a prorogare la delega di potere per un ulteriore periodo di cinque anni a decorrere dal 27 agosto 2017. Tale periodo dovrebbe essere tacitamente prorogato per periodi di identica durata, a meno che il Parlamento europeo o il Consiglio non si oppongano a tale proroga.

Opinioni del relatore

Il relatore ha valutato la proposta e raccomanda di sostenere la decisione della Commissione in relazione alla proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 2010/40/UE per quanto riguarda il periodo per l'adozione di atti delegati (COM(2017)0136 – C8-0191 – 2017/0136 (COD)).

Negli anni a venire si prevedono notevoli progressi della digitalizzazione dei trasporti in generale e dei sistemi di trasporto intelligenti (ITS) in particolare. Nel quadro della strategia per il mercato unico digitale la Commissione mira a sfruttare maggiormente le soluzioni in materia di ITS per ottenere una gestione più efficiente della rete di trasporti di passeggeri e commerciali. L'impiego degli ITS servirà a migliorare i viaggi e le operazioni realizzati con modalità di trasporto specifiche e combinate. La Commissione è impegnata altresì a porre le basi per la prossima generazione di soluzioni in materia di ITS, attraverso la diffusione di sistemi di trasporto intelligenti cooperativi, aprendo la strada all'automazione nel settore dei trasporti.

Affinché la Commissione possa adottare ulteriori specifiche mediante atti delegati, il relatore sottolinea che è essenziale che la delega di potere sia prorogata. Inoltre, le specifiche che sono già state approvate possono aver bisogno di un aggiornamento che rifletta il progresso tecnologico o gli insegnamenti tratti dalla loro attuazione negli Stati membri.

È necessario intraprendere molte altre azioni, riguardanti l'ambito di applicazione della direttiva 2010/40/UE, mediante atti delegati. La mancata proroga della delega di potere alla Commissione comprometterebbe la diffusione integrata e coordinata in tutta l'UE di ITS interoperabili nel settore del trasporto stradale e delle loro interfacce con altri modi di trasporto.

Anche il Consiglio propone di adottare la proposta della Commissione, introducendo alcune modifiche all'articolo 1 che migliorano la formulazione in conformità all'accordo interistituzionale "Legiferare meglio". Inoltre, il Consiglio chiede un aggiornamento periodico del programma di lavoro della Commissione in relazione alle specifiche che assicurano la compatibilità, l'interoperabilità e la continuità per la diffusione e l'utilizzo operativo degli ITS per altre azioni nei settori prioritari.

Il relatore concorda con l'approccio generale del Consiglio e propone le stesse modifiche negli emendamenti del PE. Se tali modifiche saranno approvate dal Parlamento, il Consiglio potrebbe adottare la posizione del Parlamento in prima lettura senza modifiche. In tal modo si eviterebbero i triloghi.


PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

Titolo

Proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 2010/40/UE per quanto riguarda il periodo per l’adozione di atti delegati

Riferimenti

COM(2017)0136 – C8-0116/2017 – 2017/0060(COD)

Presentazione della proposta al PE

22.3.2017

 

 

 

Commissione competente per il merito

       Annuncio in Aula

TRAN

3.4.2017

 

 

 

Relatori

       Nomina

Gesine Meissner

11.4.2017

 

 

 

Esame in commissione

7.9.2017

 

 

 

Approvazione

12.10.2017

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

42

0

0

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Daniela Aiuto, Lucy Anderson, Inés Ayala Sender, Georges Bach, Deirdre Clune, Luis de Grandes Pascual, Andor Deli, Isabella De Monte, Ismail Ertug, Jacqueline Foster, Dieter-Lebrecht Koch, Merja Kyllönen, Bogusław Liberadzki, Cláudia Monteiro de Aguiar, Renaud Muselier, Jens Nilsson, Markus Pieper, Tomasz Piotr Poręba, Gabriele Preuß, Christine Revault d’Allonnes Bonnefoy, Dominique Riquet, Massimiliano Salini, David-Maria Sassoli, Claudia Țapardel, Pavel Telička, István Ujhelyi, Wim van de Camp, Janusz Zemke, Roberts Zīle, Kosma Złotowski, Elżbieta Katarzyna Łukacijewska

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Jakop Dalunde, Bas Eickhout, André Elissen, Michael Gahler, Kateřina Konečná, Jozo Radoš, Olga Sehnalová, Evžen Tošenovský, Matthijs van Miltenburg, Henna Virkkunen

Supplenti (art. 200, par. 2) presenti al momento della votazione finale

Jaromír Kohlíček

Deposito

24.10.2017


VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

42

+

ALDE

Jozo Radoš, Dominique Riquet, Pavel Telička, Matthijs van Miltenburg

ECR

Jacqueline Foster, Tomasz Piotr Poręba, Evžen Tošenovský, Roberts Zīle, Kosma Złotowski

EFDD

Daniela Aiuto

ENF

André Elissen

GUE/NGL

Jaromír Kohlíček, Kateřina Konečná, Merja Kyllönen

PPE

Georges Bach, Deirdre Clune, Andor Deli, Michael Gahler, Dieter-Lebrecht Koch, Cláudia Monteiro de Aguiar, Renaud Muselier, Markus Pieper, Massimiliano Salini, Henna Virkkunen, Luis de Grandes Pascual, Wim van de Camp, Elżbieta Katarzyna Łukacijewska

S&D

Lucy Anderson, Inés Ayala Sender, Isabella De Monte, Ismail Ertug, Bogusław Liberadzki, Jens Nilsson, Gabriele Preuß, Christine Revault d'Allonnes Bonnefoy, David-Maria Sassoli, Olga Sehnalová, István Ujhelyi, Janusz Zemke, Claudia Țapardel

Verts/ALE

Jakop Dalunde, Bas Eickhout

0

-

-

-

0

0

-

-

Significato dei simboli utilizzati:

+  :  favorevoli

-  :  contrari

0  :  astenuti

Avviso legale