Procedura : 2017/0813(NLE)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0337/2017

Testi presentati :

A8-0337/2017

Discussioni :

Votazioni :

PV 15/11/2017 - 13.5

Testi approvati :

P8_TA(2017)0431

RELAZIONE     
PDF 468kWORD 55k
26.10.2017
PE 610.910v02-00 A8-0337/2017

sulla proposta nomina di Pietro Russo a membro della Corte dei conti

(C8-0329/2017 – 2017/0813(NLE))

Commissione per il controllo dei bilanci

Relatore: Indrek Tarand

PROPOSTA DI DECISIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO
 ALLEGATO 1: CURRICULUM VITÆ DI Pietro Russo
 ALLEGATO 2: RIEPILOGO DELLE ESPERIENZE DI PIETRO RUSSO IN VESTE DI MEMBRO DELLA CORTE E OBIETTIVI DEL MANDATO FUTURO
 PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

PROPOSTA DI DECISIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO

sulla proposta nomina di Pietro Russo a membro della Corte dei conti

(C8-0329/2017 – 2017/0813(NLE))

(Consultazione)

Il Parlamento europeo,

–  visto l'articolo 286, paragrafo 2, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea, a norma del quale è stato consultato dal Consiglio (C8-0329/2017),

–  visto l'articolo 121 del suo regolamento,

–  vista la relazione della commissione per il controllo dei bilanci (A8-0337/2017),

A.  considerando che la commissione per il controllo dei bilanci ha valutato le qualifiche del candidato proposto, segnatamente in relazione alle condizioni di cui all'articolo 286, paragrafo 1, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea;

B.  considerando che, nella riunione del 19 ottobre 2017, la commissione per il controllo dei bilanci ha proceduto all'audizione del candidato designato dal Consiglio a membro della Corte dei conti;

1.  esprime parere positivo sulla proposta del Consiglio di nominare Pietro Russo membro della Corte dei conti;

2.  incarica il suo Presidente di trasmettere la presente decisione al Consiglio e, per conoscenza, alla Corte dei conti nonché alle altre istituzioni dell'Unione europea e alle istituzioni di controllo degli Stati membri.


ALLEGATO 1: CURRICULUM VITÆ DI Pietro Russo

Istruzione

 

 

1977

Abilitazione all'esercizio della professione legale

 

1975

Laurea in giurisprudenza presso l'Università di Catania (con il voto di 110/110 e lode)

 

1970

Diploma di maturità classica conseguito con il massimo dei voti

Occupazione

Dal 1° marzo 2012

 

Membro della Corte dei Conti europea, in rappresentanza dell'Italia: Membro della Sezione IV – competente in materia di Entrate, ricerca e politiche interne, Istituzioni e organi dell'Unione europea – Relatore per le Agenzie dell'UE e successivamente per la materia delle Entrate. Dal 2016 membro della Sezione V – competente in materia di finanziamento e amministrazione dell'Unione – Relatore per le spese amministrative dell'UE. Componente della Delegazione della Corte dei conti europea che ha effettuato nel 2015 una visita ufficiale a Varsavia presso l'Istituzione Superiore di Controllo della Polonia, comprendente tra l'altro incontri con il Presidente della Repubblica e il Presidente del Parlamento.

 

2009-2012

Membro, in rappresentanza dell'Italia, del Collegio internazionale dei revisori dei conti della NATO (IBAN).

 

Dal 2006 e fino al suo distacco:

 

Magistrato delegato al controllo dell'Istituto Italiano di Studi Germanici a Roma.

2004-2009

Membro distaccato e, dal 2006, membro a tempo pieno delle Sezioni Riunite, in sede di controllo:

 

-   Relatore generale e speciale della Relazione al Parlamento: attività contrattuale della P.A., Ministero delle Attività Produttive e Comunicazioni, MISE e Ministero della Giustizia.

 

 

Membro delle Sezioni Riunite in sede consultiva:

 

-   Relatore in ordine allo schema di D.P.R. contenente il Regolamento per l'amministrazione e contabilità degli Organismi della Difesa.

 

2003

In servizio presso la Sezione centrale di controllo sulla gestione delle amministrazioni dello Stato della Corte dei Conti italiana (Relatore in varie Relazioni speciali relative, tra l'altro, all'attività dei Ministeri della Difesa e del Lavoro e Politiche Sociali).

 

 

Dal 2003: Sostituto del Magistrato delegato al controllo ex art. 12 L. n. 259/1958 presso l'ISTAT.

 

1993-2003

Capo di Gabinetto del membro italiano della Corte dei Conti europea, attività svolta nei settori di controllo concernenti il Fondo di sviluppo regionale, il Fondo agricolo di orientamento e garanzia e gli aiuti comunitari ai paesi in via di sviluppo (attuati tramite il Fondo di sviluppo europeo).

 

1991-1992

Esperto nazionale presso la Corte dei Conti europea, nell'ufficio incaricato del controllo sul Fondo europeo di sviluppo regionale.

 

1985

Magistrato della Corte dei Conti in servizio presso la Procura generale della Corte dei Conti di Palermo (funzioni di Sostituto Procuratore Generale), in qualità di Referendario, Primo Referendario (1987) (funzioni di Vice Procuratore Generale), Consigliere (1989) e Presidente di sezione (2014).

 

1977-1985

Magistrato ordinario in servizio presso la Pretura di Verona e il Tribunale di Verona e Catania (funzioni di Pretore e Giudice).

Incarichi ricoperti in ambito nazionale

-  Membro della Commissione di valutazione degli investimenti e di supporto alla programmazione e gestione degli interventi ambientali presso il Ministero dell'ambiente.

-  Membro della Commissione interministeriale per l'esame delle istanze di indennizzi e contributi relativi alle perdite subite dai cittadini italiani all'estero.

-  Esperto presso l'Alto Commissario per la lotta e la prevenzione della corruzione e delle altre forme di illecito nella P.A.

-  Consigliere presso il Presidente della Commissione delle Politiche Comunitarie del Senato della Repubblica.

-  Membro del Comitato Scientifico dell'Osservatorio permanente sulla Criminalità organizzata (OPCO).

Incarichi ricoperti in ambito internazionale

-  Dal 1996 al 2012, membro della Camera dei Ricorsi dell'Ufficio Comunitario delle Varietà Vegetali con sede ad Angers.

-  Esperto nazionale presso il Gruppo di Stati contro la corruzione (GRECO) del Consiglio d'Europa.

-  Membro dal 2005 al 2008 (eletto presidente a partire dal 30 giugno 2006), in rappresentanza dell'Italia, del Collegio dei revisori dei conti del meccanismo di finanziamento delle operazioni militari dell'Unione europea ("Athena").

-  Membro dal 2008 al 2011 (eletto presidente a partire dal 30 giugno 2010), in rappresentanza dell'Italia, del Collegio dei revisori dei conti dell'Agenzia europea della difesa (EDA).

Attività accademiche e scientifiche

-  1989: Componente in qualità di Cultore della materia, della Commissione di esami per la disciplina di diritto industriale, Facoltà di Economia e Commercio dell'Università di Palermo.

-  1991: Ricerca in materia di diritto ambientale comparato al Centro per le Politiche giuridiche europee della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Brema, su invito del Prof. Winter.

-  1992: Lettura sul tema "La Corte dei Conti: una nuova Istituzione comunitaria" presso la Facoltà di Scienze politiche dell'Università di Catania nell'ambito di un Corso di studi su "La Politica della Comunità Europea".

-  Dal 1995, membro dell'Association d'Etudes et Recherches pénales européennes del Lussemburgo.

-  1996: Professore a contratto presso la Facoltà di Scienze politiche dell'Università di Catania; corso di lezioni sul tema "La Corte dei Conti nello sviluppo istituzionale dell'Unione Europea".

-  1997 (settembre): Relatore al Seminario Internazionale "La Experiencia de los Organos de Control de las Comunidades Europeas como aporte a la consolidación del MERCOSUR", tenutosi a Buenos Aires su invito dell'Auditoría General de la Nación dell'Argentina.

-  Relatore al Seminario su "La protection pénale des intérêts financiers de ľUnion européenne", Instituto europeo de España, San Sebastián, 1997.

-  1999 (novembre) e 2000 (gennaio/febbraio e maggio): interventi sui finanziamenti comunitari e la disciplina dei fondi strutturali, sulla funzione di controllo nell'ordinamento comunitario, sui rimedi giurisdizionali previsti dal sistema comunitario, in occasione dei Corsi di diritto comunitario organizzati dal Consiglio di Presidenza della Corte nell'ambito della "Action Robert Schuman", tenutisi a Roma e Milano.

-  Relatore nel Convegno "Symposium on the European Cooperation in Justice and in the Judiciary", Pisa, 2000.

-  2000: Intervento sul tema "L'esigenza del contraddittorio nel procedimento di controllo della Corte dei Conti Europea" al Convegno di studi su "Le funzioni di garanzia della finanza pubblica tra il rispetto delle autonomie e i principi del giusto processo", organizzato dalle Sezioni per la Regione siciliana della Corte, tenutosi a Palermo.

-  2000: Ciclo di lezioni aventi ad oggetto l'attività di controllo della Corte dei Conti Europea, parte di un corso realizzato su impulso della Sezione di controllo per la Regione Siciliana della Corte dei Conti nell'ambito del Progetto "Pass" per la formazione dei funzionari pubblici, finanziato dall'UE (Palermo).

-  2002: Relazione sul tema "La certificazione dei conti pubblici in Italia e in Europa: raffronti comparativi", nell'ambito del Convegno su "La certificazione dei conti pubblici in Italia e in Europa: Tradizione e Prospettive evolutive", tenutasi presso la Sede centrale della Corte dei Conti.

-  2002: Intervento: "Il sistema di controllo della Corte dei Conti Europea nel quadro dei Fondi Strutturali", nell'ambito del Seminario "Funzioni di gestione, valutazione e controllo dei Fondi Strutturali" tenutosi a Bruxelles presso la sede di rappresentanza delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche, Toscana ed Umbria.

-  2004 and 2005: Lezioni sulla gestione del bilancio dell'UE e sull'attività della Corte dei Conti Europea, nell'ambito del master di specializzazione in Studi europei presso l'istituto di Studi europei "Alcide de Gasperi" di Roma.

-  2006: Intervento dal titolo "La certificazione del bilancio dello Stato: La prospettiva italiana nel contesto europeo" presso l'Ufficio centrale della Corte dei conti italiana a Roma, su invito dell'Associazione magistrati della Corte.

-  Maggio 2013: Relatore al Convegno presso l'Università LUISS di Roma sul tema "Risanamento dei conti pubblici e vincoli di bilancio - il ruolo della Corte dei Conti".

-  Giugno 2013: Relatore al Convegno della Corte dei Conti italiana sui "Controlli congiunti" (Roma).

-  Dicembre 2013: rappresentante della Corte del Conti europea al XXIII Convegno OLACEFS (Organización Latinoamericana y del Caribe de Entidades Fiscalizadoras Superiores) di Santiago del Cile, con una relazione dal titolo "El Tribunal de Cuentas Europeo y las Instancias nacionales de Control - Auditorías coordinadas en el contexto de la UE".

-  Giugno 2014: Presentazione della relazione "Il ruolo della Corte dei Conti Europea nella prevenzione e nel contrasto alle frodi" al seminario internazionale "Hercule II" a Roma.

-  30 settembre 2014: rappresentante della Corte dei Conti europea al seminario dal titolo "La prevenzione ed il contrasto alle irregolarità ed alle frodi a tutela dell'erario comunitario: profili di armonizzazione e raccordo nell'azione delle Istituzioni superiori di controllo", presso la Corte dei Conti italiana.

-  1° ottobre 2014: Audizione davanti alla XIV Commissione della Camera dei Deputati, relativa all'avvio di una indagine conoscitiva sull'attuazione e sull'efficacia delle politiche dell'Unione europea in Italia.

-  23 febbraio 2016: Relazione sul tema "La Corte dei conti UE ed i suoi rapporti con la Corte dei conti italiana nel contesto europeo" nell'ambito di un seminario organizzato dal dipartimento di Scienze politiche e sociali dell'Università di Catania.

-  24 giugno 2016: Relazione sul tema "La Corte dei conti UE ed i suoi rapporti con la Corte dei conti italiana nel contesto europeo" nell'ambito di un incontro con i funzionari del Senato sul tema del controllo delle finanze dell'Unione e le priorità di audit per il 2016.

-  7 luglio 2017: Lectio magistralis all'Università telematica PEGASO (Napoli): 'La Corte dei Conti europea: Profili istituzionali e funzionali'

PUBBLICAZIONI

Autore di una monografia sulla teoria generale dell'impresa (Roma 1990, Editore SIPI Il Sole 24 ORE).

Autore di numerose note a sentenza pubblicate su varie riviste giuridiche (Giustizia civile 1981; Giurisprudenza di merito, 1984 e 1986; Rivista delle Aziende di credito, 1985).

Ha collaborato con varie riviste:

  Giustizia Civile, redattore di numerosi scritti in materia di diritto civile, commerciale e processuale civile (1978, 1980, 1982, 1983, 1984, 1985, 1988, 1990).

In materia di controllo delle finanze pubbliche:

  "La certificazione dei conti pubblici in Italia e in Europa: raffronti comparativi" pubblicato sulla Rivista della Corte dei Conti (n. 5/2002) e negli Atti del Convegno "La certificazione dei conti pubblici in Italia e in Europa: Tradizione e Prospettive evolutive", organizzato dalla Corte dei Conti italiana.

  "Le contrôle des dépenses des collectivités décentralisées en Italie", apparso sulla rivista Administration" – Revue de l'Association du Corps Préfectoral et des Hauts Fonctionnaires du Ministère de l'intérieur, marzo 2002.

  "Il controllo successivo della Corte dei Conti sulle Amministrazioni dello Stato dopo le riforme degli anni '90: una sistemazione concettuale", in Rivista della Corte dei Conti, n. 4/2004.

In materia comunitaria:

  "La Corte dei Conti italiana dopo la riforma e la Corte dei Conti Europea dopo Maastricht: mutamenti e nuove occasioni di lavoro comune" in Rivista della Corte dei Conti, n. 2/1994.

  "La Corte dei ContiIstituzione comunitaria: note in tema di capacità processuale" in Il Foro Amministrativo, n. 6/1994.

  "Il problema del Marchio Frazionato ed il nuovo regime del marchio comunitario", in Giustizia Civile, n. 2/1995.

  "The administrative liability of the officials of the European Communities. Problems and Prospects" (Responsabilità amministrativo-contabile dei funzionari dell'UE. Problemi e prospettive), apparso su "The European Union Review", n. 2/1997.

  "Controlli, uno sguardo sull'Europa – Evoluzione della certificazione dei conti", su Italia Oggi, 18 luglio 2002.

  "El procedimiento de ratificación del Tratado de Lisboa: situación actual" in Legal Today.com (periodico giuridico online in lingua spagnola), 2008.

  "Codice operativo del TUE e del TFUE", ed. SIMONE, 2012: autore del commento agli articoli del trattato sul funzionamento dell'Unione europea (TFUE) riguardanti la Corte dei conti europea.


ALLEGATO 2: RIEPILOGO DELLE ESPERIENZE DI PIETRO RUSSO IN VESTE DI MEMBRO DELLA CORTE E OBIETTIVI DEL MANDATO FUTURO

Nel corso della mia carriera professionale ho sempre cercato di applicare al meglio la mia formazione giuridica al lavoro di audit. Pertanto, per la mia prima nomina in qualità di membro, ho potuto far tesoro della mia esperienza di giudice e di pubblico ministero, incarichi da me precedentemente ricoperti presso la Corte dei conti italiana e la Corte dei conti europea, nonché della mia esperienza in diverse commissioni di audit di organizzazioni internazionali.

In seguito alla mia nomina, nel marzo 2012, ho lavorato presso la Sezione IV della Corte "Regolamentazione dei mercati e dell'economia competitiva" fino al giugno 2016. Inizialmente sono stato responsabile delle relazioni annuali specifiche che forniscono al Parlamento europeo e al Consiglio una dichiarazione attestante l'affidabilità dei conti annuali e la legittimità e regolarità delle operazioni sottostanti per le agenzie dell'UE. In questa attività, ho sempre posto l'accento sull'aspetto gestionale e in particolare sulla sua performance, cercando di collegare le risultanze degli audit finanziari e di conformità all'applicazione alla gestione.

In seguito ho ricoperto l'incarico di membro relatore per il capitolo "Entrate" della relazione annuale.

Dal giugno 2016, in seguito alla ristrutturazione della Corte, lavoro alla Sezione V "Finanziamento e amministrazione dell'Unione" come membro relatore per il capitolo della relazione annuale riguardante le "Spese amministrative" dell'Unione.

Durante il mio mandato sono stato relatore per le relazioni speciali n. 03/2014 "Insegnamenti da trarre dallo sviluppo, da parte della Commissione europea, del sistema d'informazione Schengen di seconda generazione" (relatore CONT, on. Monika Hohlmeier) e n. 07/2016 sulla "gestione degli edifici delle delegazioni SEAE" (relatore CONT, on. Ryszard Czarnecki). Entrambe le relazioni sono state accolte con favore e valutate positivamente dal Parlamento europeo. Sono inoltre membro relatore di un compito di revisione sulle dogane dell'UE che è attualmente in fase di chiusura e che sarà pubblicato entro la fine dell'anno, che comprende un parere sull'operato della Commissione in seguito alla richiesta avanzata dal Parlamento nel quadro del discarico 2011 di raccogliere dati attendibili sul divario doganale e dell'IVA negli Stati membri e di riferirgli in merito ogni sei mesi. Per il prossimo futuro sono stato nominato membro relatore per un audit richiesto dal Consiglio sulla "Attuazione della riduzione del personale del 5 %", nonché per un audit che sarà avviato a breve sull'applicazione delle disposizioni del regolamento.

Sono inoltre stato membro relatore per i pareri della Corte n. 7/2014 "Il sistema delle risorse proprie delle Comunità europee" e n. 2/2017 su "Una proposta di modifica del regolamento finanziario applicabile al bilancio delle scuole europee". Mi sono altresì occupato delle "Osservazioni della Corte su atti delegati adottati in applicazione del nuovo regolamento finanziario per quanto riguarda le agenzie decentrate e gli organismi di partenariato pubblico-privato", inviate alla Commissione nel luglio 2013.

Durante tutto il periodo della mia nomina, la Corte si è costantemente sensibilizzata alle problematiche in materia di frode e corruzione, conflitto di interessi e trasparenza. Ciò si è tradotto nella concentrazione su indicatori di rischio di possibili frodi e corruzione, quali le decisioni arbitrarie e la mancanza di criteri di trasparenza, nella gestione dei fondi pubblici. Sono fermamente impegnato in questo campo e appoggio la proposta di andare oltre, ad esempio mediante l'introduzione di quesiti di audit standardizzati in materia e un capitolo specifico nella relazione annuale.

Nel luglio 2015, il Collegio della Corte mi ha nominato membro del comitato etico, che discute tutte le questioni di natura etica che ritiene rilevanti per le norme e la reputazione della Corte dei conti, compresa la valutazione delle attività esterne dei suoi membri, e ho presieduto il comitato dall'ottobre 2016 fino alla fine del mandato nel luglio 2017.

Per favorire le attuali, fruttuose relazioni tra la Corte e il Parlamento italiano e la Corte dei conti italiana mi impegno da sempre nell'attività di rappresentanza. Innanzitutto attraverso la presentazione della relazione annuale al Parlamento italiano e delle relazioni su richiesta sulla gestione dei fondi strutturali dell'UE nonché delle informazioni ad hoc in merito alle attività della Corte ai competenti comitati tecnici. In secondo luogo, attraverso la partecipazione attiva in conferenze sul ruolo della Corte nella prevenzione delle frodi e in incontri e seminari sui programmi HERCULE organizzati dalla Corte dei conti italiana. Più recentemente ho promosso un accordo di cooperazione tra la Corte e l'Università di Pisa, finalizzato allo scambio reciproco di competenze e alla facilitazione di ricerche e conoscenze comuni in materia di audit, allo scopo di collegare i cittadini alle istituzioni dell'UE.

Durante il mio mandato presso la Corte mi sono sempre adoperato per rendere i risultati dei nostri audit ancora più efficaci, trasparenti e attendibili per tutte le parti interessate, in primo luogo il Parlamento europeo. Con questa ambizione, ho accolto con favore e ho aderito ai cambiamenti avvenuti, in particolare la nuova organizzazione per attività della Corte.

Sarei onorato di servire la Corte per un secondo mandato, mantenendo un proficuo rapporto con il Parlamento europeo, in particolare con la commissione CONT, nonché con tutte le altre parti interessate, quali le istituzioni superiori di controllo e i parlamenti nazionali. Sono fermamente intenzionato a far tesoro dell'esperienza acquisita durante il mio primo mandato per continuare a migliorare l'attività di audit e produrre risultati di audit utili per tutte le parti interessate. A tal fine, intendo collegare le mie attività di relatore per la relazione annuale e quelle di relatore per le relazioni speciali, come avviene attualmente per la revisione in corso sulla "Applicazione della riduzione del personale del 5 %". A mio parere, il quadro vigente è particolarmente favorevole a tale riguardo, poiché tiene conto della nuova gamma di prodotti di audit della Corte e delle nuove regole sul calendario delle relazioni speciali, ai sensi dell'articolo 163 del regolamento finanziario.


PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

Titolo

Rinnovo parziale dei membri della Corte dei conti - candidato IT

Riferimenti

11872/2017 – C8-0329/2017 – 2017/0813(NLE)

Consultazione / Richiesta di approvazione

21.9.2017

 

 

 

Commissione competente per il merito

       Annuncio in Aula

CONT

5.10.2017

 

 

 

Relatori

       Nomina

Indrek Tarand

2.10.2017

 

 

 

Approvazione

19.10.2017

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

17

4

4

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Nedzhmi Ali, Jonathan Arnott, Inés Ayala Sender, Luke Ming Flanagan, Ingeborg Gräßle, Cătălin Sorin Ivan, Arndt Kohn, Bogusław Liberadzki, Monica Macovei, Notis Marias, Petri Sarvamaa, Bart Staes, Indrek Tarand, Marco Valli, Tomáš Zdechovský, Joachim Zeller

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Richard Ashworth, Karin Kadenbach, Julia Pitera, Patricija Šulin

Supplenti (art. 200, par. 2) presenti al momento della votazione finale

Jan Huitema, Wajid Khan, Momchil Nekov, Monika Smolková, Lieve Wierinck

Deposito

26.10.2017

Avviso legale