Procedura : 2017/0242(COD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0028/2018

Testi presentati :

A8-0028/2018

Discussioni :

Votazioni :

PV 14/03/2018 - 8.5

Testi approvati :

P8_TA(2018)0073

RELAZIONE     ***I
PDF 408kWORD 80k
22.2.2018
PE 612.257v02-00 A8-0028/2018

sulla proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alla concessione di ulteriore assistenza macro-finanziaria alla Georgia

(COM(2017)0559 – C8-0335/2017 – 2017/0242(COD))

Commissione per il commercio internazionale

Relatore: Hannu Takkula

EMENDAMENTI
PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO
 MOTIVAZIONE
 PARERE della commissione per gli affari esteri
 PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO
 VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

sulla proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alla concessione di ulteriore assistenza macro-finanziaria alla Georgia

(COM(2017)0559 – C8-0335/2017 – 2017/0242(COD))

(Procedura legislativa ordinaria: prima lettura)

Il Parlamento europeo,

–  vista la proposta della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio (COM(2017)0559),

–  visti l'articolo 294, paragrafo 2, e l'articolo 212, paragrafo 2, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea, a norma dei quali la proposta gli è stata presentata dalla Commissione (C8-0335/2017),

–  visto l'articolo 294, paragrafo 3, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–  vista la dichiarazione comune del Parlamento europeo e del Consiglio, adottata unitamente alla decisione n. 778/2013/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 12 agosto 2013, relativa alla concessione di ulteriore assistenza macro-finanziaria alla Georgia(1),

–  visto l'articolo 59 del suo regolamento,

–  visti la relazione della commissione per il commercio internazionale e il parere della commissione per gli affari esteri (A8-0028/2018),

1.  adotta la posizione in prima lettura figurante in appresso;

2.  chiede alla Commissione di presentargli nuovamente la proposta qualora la sostituisca, la modifichi sostanzialmente o intenda modificarla sostanzialmente;

3.  incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione nonché ai parlamenti nazionali.

Emendamento    1

Proposta di decisione

Considerando 13

Testo della Commissione

Emendamento

(13)  La Commissione dovrebbe garantire che l'assistenza macro-finanziaria dell'Unione sia coerente, sotto il profilo giuridico e sostanziale, con i principi fondamentali, gli obiettivi e le misure adottate nei vari settori dell'azione esterna e con le altre politiche pertinenti dell'Unione.

(13)  La Commissione dovrebbe garantire che l'assistenza macro-finanziaria dell'Unione sia coerente, sotto il profilo giuridico e sostanziale, con i principi fondamentali dell'azione esterna sanciti dall'articolo 21 TUE e con gli obiettivi e le misure adottate nei vari settori dell'azione esterna e nel quadro di altre politiche pertinenti dell'Unione.

Emendamento    2

Proposta di decisione

Considerando 16

Testo della Commissione

Emendamento

(16)  È opportuno subordinare la concessione dell'assistenza macro-finanziaria dell'Unione al rispetto, da parte della Georgia, di meccanismi democratici effettivi, compreso il pluralismo parlamentare, dello Stato di diritto e dei diritti umani. È inoltre opportuno che gli obiettivi specifici dell'assistenza macro-finanziaria dell'Unione rafforzino l'efficienza, la trasparenza e la rendicontabilità nei sistemi di gestione delle finanze pubbliche in Georgia e promuovano le riforme strutturali volte a favorire una crescita sostenibile e inclusiva, la creazione di posti di lavoro e il risanamento di bilancio. Il rispetto delle condizioni preliminari e il conseguimento di tali obiettivi dovrebbero essere oggetto di un monitoraggio regolare da parte della Commissione e del SEAE.

(16)  È opportuno subordinare la concessione dell'assistenza macro-finanziaria dell'Unione al rispetto, da parte della Georgia, di meccanismi democratici effettivi, compreso il pluralismo parlamentare, dello Stato di diritto e dei diritti umani. È inoltre opportuno che gli obiettivi specifici dell'assistenza macro-finanziaria dell'Unione rafforzino l'efficienza, la trasparenza e la rendicontabilità nei sistemi di gestione delle finanze pubbliche in Georgia e promuovano le riforme strutturali volte a favorire una crescita sostenibile e inclusiva, la creazione di posti di lavoro e il risanamento di bilancio. L'assistenza macro-finanziaria dell'Unione alla Georgia dovrebbe altresì includere misure a sostegno dell'attuazione dell'accordo di associazione, compresa la zona di libero scambio globale e approfondita. Per garantire una valutazione corretta degli obiettivi specifici, è essenziale che questi ultimi siano stabiliti in modo verificabile e misurabile. Il rispetto delle condizioni preliminari e il conseguimento di tali obiettivi dovrebbero essere oggetto di un monitoraggio regolare da parte della Commissione e del SEAE. Se le condizioni preliminari e gli obiettivi non sono soddisfatti o se le finalità e i principi dell'accordo di associazione sono generalmente ignorati, la Commissione dovrebbe sospendere temporaneamente o annullare l'erogazione dell'assistenza macro-finanziaria dell'Unione.

(1)

GU L 218 del 14.8.2013, pag. 15.


MOTIVAZIONE

Questa è la terza volta dal 2008 che la Commissione propone un'assistenza macro-finanziaria su richiesta del governo della Repubblica di Georgia. Le prime due operazioni sono state da 46 milioni di EUR ciascuna, la prima completamente sotto forma di sovvenzioni e la seconda per metà sotto forma di sovvenzioni e per metà di prestiti. La Georgia ha dato attuazione a tutte le pertinenti misure di politica economica stabilite nel protocollo d'intesa e l'ultima rata è stata versata nel maggio 2017.

Questa volta la Commissione propone 45 milioni di EUR, di cui 35 milioni in prestiti e 10 milioni in sovvenzioni, per aiutare il paese a coprire parte del suo fabbisogno di finanziamento esterno per il periodo 2017-2020. La Georgia continua a dover far fronte al deterioramento del contesto esterno, il disavanzo di bilancio si è accentuato e il lari si è considerevolmente deprezzato nel corso degli ultimi anni, cosa che ha portato a un aumento del rapporto debito pubblico/PIL. Il sistema finanziario della Georgia è, nel complesso, solido e globalmente ben capitalizzato, grazie soprattutto a una vigilanza e a una regolamentazione prudenti da parte della banca centrale.

La Georgia ha aderito al partenariato orientale dell'UE nel 2009. La zona di libero scambio globale e approfondita (DCFTA) tra l'Unione e la Georgia è entrata in vigore il 1°settembre 2014, seguita dall'entrata in vigore dell'accordo di associazione il 1°luglio 2016. L'UE è il primo partner commerciale della Georgia, che continua ad adeguarsi ai requisiti della DCFTA, dimostrando di compiere buoni progressi nelle riforme richieste.

La proposta della Commissione segue da vicino la dichiarazione comune del Parlamento europeo e del Consiglio, adottata unitamente alla decisione n. 778/2013/UE relativa alla concessione di ulteriore assistenza macro-finanziaria alla Georgia, in cui i colegislatori hanno stabilito i principi e le considerazioni fondamentali che dovrebbero guidare il processo di concessione di assistenza macro-finanziaria.

Alla luce delle considerazioni che precedono, il vostro relatore ritiene che il Parlamento europeo dovrebbe accogliere la proposta della Commissione di concedere un'assistenza macro-finanziaria alla Georgia. Il vostro relatore sottolinea che il versamento di ogni rata dovrebbe essere legato a condizioni chiare e che la Commissione dovrebbe controllare rigorosamente il rispetto di tali condizioni nel corso di tutte le operazioni di assistenza macro-finanziaria.


PARERE della commissione per gli affari esteri (25.1.2018)

destinato alla commissione per il commercio internazionale

sulla proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alla concessione di ulteriore assistenza macrofinanziaria a favore della Georgia

(COM(2017)0559 – C8-0335/2017 – 2017/0242(COD))

Relatore per parere: Andrejs Mamikins

BREVE MOTIVAZIONE

A seguito di una richiesta del governo della Georgia, la Commissione ha proposto un nuovo programma di assistenza macrofinanziaria (AMF) a favore della Georgia per un valore di 45 milioni di EUR, in due rate, comprendente sia crediti a medio termine (35 milioni di EUR) sia sovvenzioni (10 milioni di EUR). Il programma di AMF proposto andrà a integrare l'accordo raggiunto tra la Georgia e l'FMI ad aprile 2017 nell'ambito del meccanismo di finanziamento ampliato (EFF, Extended Fund Facility), che si impegna all'erogazione di 285,3 milioni di dollari USA su un periodo di tre anni. L'UE fornisce inoltre finanziamenti a favore della Georgia tramite lo strumento europeo di vicinato (610-746 milioni di EUR nel periodo 2014-2020).

Il programma di AMF proposto sarebbe il terzo di questo tipo dal 2008; il primo programma aveva concesso 46 milioni di EUR in sovvenzioni e il secondo 23 milioni di EUR in sovvenzioni e 23 milioni di EUR in prestiti. Il secondo programma di assistenza macrofinanziaria si è concluso a maggio 2017 con l'erogazione dell'ultima tranche di pagamenti a titolo del programma. Altri tre dei sei paesi del partenariato orientale (Armenia, Moldova e Ucraina) beneficiano già di programmi di AMF, in aggiunta ad altri quattro paesi al di fuori del partenariato orientale.

Le prospettive macroeconomiche della Georgia rimangono vulnerabili. Si registra una modesta crescita del PIL (2,7 % nel 2016, in calo rispetto al 4,6 % nel 2014). Il disavanzo di bilancio resta significativo, la moneta nazionale (il lari georgiano) si è svalutata fortemente e la posizione della bilancia dei pagamenti è vulnerabile. La Georgia continua inoltre ad adeguarsi alle disposizioni della zona di libero scambio globale e approfondita (DCFTA) con l'UE, che offre opportunità ma comporta anche costi di adeguamento.

La condizionalità cui è subordinata l'AMF costituisce un'utile leva per stimolare le riforme, in particolare quelle relative alla democrazia e allo Stato di diritto. In questo contesto, il governo georgiano sta tentando di attuare delle riforme costituzionali aggiuntive. Sebbene il governo si sia impegnato a modificare ulteriormente la costituzione in conformità con le raccomandazioni della Commissione di Venezia, sarebbe comunque opportuno un monitoraggio da parte della Commissione e del SEAE, anche nell'ambito di questa assistenza.

Di conseguenza, in linea con l'accordo raggiunto tra la commissione per gli affari esteri e la commissione per il commercio internazionale in merito alla loro stretta cooperazione durante questa procedura e in seguito alla recente esperienza della dichiarazione comune del Parlamento europeo, del Consiglio e della Commissione, allegata alla decisione del 4 luglio 2017 relativa alla concessione di assistenza macrofinanziaria a favore della Repubblica di Moldova, la commissione per gli affari esteri propone di:

1.  ribadire la condizione preliminare per la concessione di assistenza macrofinanziaria relativa alla democrazia, allo Stato di diritto e ai diritti umani, di particolare rilevanza per la commissione per gli affari esteri;

2.  garantire che la Commissione e il Servizio europeo per l'azione esterna monitorino il rispetto di tale precondizione durante l'intero ciclo dell'assistenza macrofinanziaria;

3.  limitare comunque il numero degli emendamenti a due, a modifica di un considerando e di un articolo della decisione, in modo da garantire un rapido accordo tra il Parlamento europeo e il Consiglio.

EMENDAMENTI

La commissione per gli affari esteri invita la commissione per il commercio internazionale, competente per il merito, a prendere in considerazione i seguenti emendamenti:

Emendamento    1

Progetto di risoluzione legislativa

Paragrafo 1 bis (nuovo)

Progetto di risoluzione legislativa

Emendamento

 

1 bis.   approva la dichiarazione comune del Parlamento, del Consiglio e della Commissione allegata alla presente risoluzione;

Per conoscenza, il testo della dichiarazione è il seguente:

"Dichiarazione comune del Parlamento europeo, del Consiglio e della Commissione

Il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione accolgono con favore gli sforzi di riforma in Georgia e prendono atto dell'impegno del governo di tale paese a modificare ulteriormente la costituzione in linea con le raccomandazioni della Commissione di Venezia. Il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione sottolineano che la concessione dell'assistenza macrofinanziaria è subordinata alla condizione preliminare che il paese beneficiario rispetti meccanismi democratici effettivi, compreso il pluralismo parlamentare che consente di esercitare un controllo effettivo sull'esecutivo, una rigorosa separazione dei poteri e una netta distinzione tra politica e interessi economici, la libertà, l'indipendenza e il pluralismo dei media e la trasparenza riguardo agli assetti proprietari dei media, l'indipendenza della magistratura e lo Stato di diritto, e che garantisca il rispetto dei diritti umani e delle principali norme sociali e ambientali internazionali. La Commissione e il Servizio europeo per l'azione esterna monitoreranno il rispetto di tale precondizione durante l'intero ciclo dell'assistenza macrofinanziaria, forniranno una valutazione pubblica del rispetto di detta precondizione, indicando chiaramente i criteri utilizzati e presteranno in tal modo la massima attenzione al seguito dato dalle autorità della Georgia alle raccomandazioni dei pertinenti partner internazionali, in particolare la Commissione di Venezia e l'OSCE/ODIHR."

Motivazione

La dichiarazione deve essere menzionata nella risoluzione legislativa.

Emendamento    2

Proposta di decisione

Considerando 16

Testo della Commissione

Emendamento

(16)  È opportuno subordinare la concessione dell'assistenza macro-finanziaria dell'Unione al rispetto, da parte della Georgia, di meccanismi democratici effettivi, compreso il pluralismo parlamentare, dello Stato di diritto e dei diritti umani. È inoltre opportuno che gli obiettivi specifici dell'assistenza macro-finanziaria dell'Unione rafforzino l'efficienza, la trasparenza e la rendicontabilità nei sistemi di gestione delle finanze pubbliche in Georgia e promuovano le riforme strutturali volte a favorire una crescita sostenibile e inclusiva, la creazione di posti di lavoro e il risanamento di bilancio. Il rispetto delle condizioni preliminari e il conseguimento di tali obiettivi dovrebbero essere oggetto di un monitoraggio regolare da parte della Commissione e del SEAE.

(16)  È opportuno subordinare la concessione dell'assistenza macro-finanziaria dell'Unione al pieno rispetto, da parte della Georgia, di meccanismi democratici effettivi, compreso il pluralismo parlamentare che consente di esercitare un controllo effettivo sull'esecutivo, una rigorosa separazione dei poteri e una netta distinzione tra politica e interessi economici, la libertà, l'indipendenza e il pluralismo dei media e la trasparenza riguardo agli assetti proprietari dei media, nonché lo Stato di diritto, che dovrebbe essere sostenuto da una magistratura indipendente, capace di lottare efficacemente contro la corruzione e che garantisca il rispetto dei diritti umani, comprese la libertà di espressione e le norme sociali e ambientali internazionali. È inoltre opportuno che gli obiettivi specifici dell'assistenza macro-finanziaria dell'Unione rafforzino l'efficienza, la trasparenza e la rendicontabilità nei sistemi di gestione delle finanze pubbliche in Georgia e promuovano le riforme strutturali volte a favorire una crescita sostenibile e inclusiva, la creazione di posti di lavoro e il risanamento di bilancio. Il rispetto delle condizioni preliminari e il conseguimento di tali obiettivi dovrebbero essere oggetto di un monitoraggio regolare da parte della Commissione e del Servizio europeo per l'azione esterna durante l'intero ciclo dell'assistenza macro-finanziaria. La Commissione dovrebbe presentare una valutazione pubblica del rispetto della precondizione indicando chiaramente i criteri utilizzati.

Emendamento    3

Proposta di decisione

Articolo 2 – paragrafo 1

Testo della Commissione

Emendamento

1.  La concessione dell'assistenza macro-finanziaria dell'Unione è subordinata al rispetto, da parte della Georgia, di meccanismi democratici effettivi (compreso il pluralismo parlamentare), dello Stato di diritto e dei diritti umani.

1.  La concessione dell'assistenza macro-finanziaria dell'Unione è subordinata al rispetto, da parte della Georgia, di meccanismi democratici effettivi, compreso il pluralismo parlamentare che consente di esercitare un controllo effettivo sull'esecutivo, una rigorosa separazione dei poteri e una netta distinzione tra politica e interessi economici, la libertà, l'indipendenza e il pluralismo dei media e la trasparenza riguardo agli assetti proprietari dei media, nonché lo Stato di diritto, che dovrebbe essere sostenuto da una magistratura indipendente, capace di lottare efficacemente contro la corruzione e che garantisca il rispetto dei diritti umani, comprese la libertà di espressione e le norme sociali e ambientali internazionali.

PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER PARERE

Titolo

Ulteriore assistenza macro-finanziaria alla Georgia

Riferimenti

COM(2017)0559 – C8-0335/2017 – 2017/0242(COD)

Commissione competente per il merito

       Annuncio in Aula

INTA

5.10.2017

 

 

 

Parere espresso da

       Annuncio in Aula

AFET

30.11.2017

Relatore per parere

       Nomina

Andrejs Mamikins

23.11.2017

Esame in commissione

4.12.2017

 

 

 

Approvazione

23.1.2018

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

48

3

5

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Lars Adaktusson, Michèle Alliot-Marie, Francisco Assis, Petras Auštrevičius, Amjad Bashir, Bas Belder, Goffredo Maria Bettini, Victor Boştinaru, Elmar Brok, Klaus Buchner, James Carver, Lorenzo Cesa, Javier Couso Permuy, Arnaud Danjean, Georgios Epitideios, Eugen Freund, Michael Gahler, Iveta Grigule-Pēterse, Sandra Kalniete, Janusz Korwin-Mikke, Andrey Kovatchev, Eduard Kukan, Ilhan Kyuchyuk, Ryszard Antoni Legutko, Sabine Lösing, Andrejs Mamikins, Alex Mayer, David McAllister, Tamás Meszerics, Francisco José Millán Mon, Clare Moody, Javier Nart, Pier Antonio Panzeri, Ioan Mircea Paşcu, Alojz Peterle, Tonino Picula, Jozo Radoš, Sofia Sakorafa, Alyn Smith, Jaromír Štětina, Dubravka Šuica, László Tőkés, Miguel Urbán Crespo, Ivo Vajgl

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Brando Benifei, Rebecca Harms, Marek Jurek, Jo Leinen, Miroslav Poche, José Ignacio Salafranca Sánchez-Neyra, Traian Ungureanu, Bodil Valero, Marie-Christine Vergiat

Supplenti (art. 200, par. 2) presenti al momento della votazione finale

Teresa Jiménez-Becerril Barrio, Barbara Kudrycka, Tiemo Wölken

VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER PARERE

48

+

ALDE

Petras Auštrevičius, Iveta Grigule-Pēterse, Ilhan Kyuchyuk, Javier Nart, Jozo Radoš, Ivo Vajgl

ECR

Amjad Bashir, Bas Belder, Marek Jurek, Ryszard Antoni Legutko

PPE

Lars Adaktusson, Michèle Alliot-Marie, Elmar Brok, Lorenzo Cesa, Arnaud Danjean, Michael Gahler, Teresa Jiménez-Becerril Barrio, Sandra Kalniete, Andrey Kovatchev, Barbara Kudrycka, Eduard Kukan, David McAllister, Francisco José Millán Mon, Alojz Peterle, José Ignacio Salafranca Sánchez-Neyra, László Tőkés, Traian Ungureanu, Jaromír Štětina, Dubravka Šuica

S&D

Francisco Assis, Brando Benifei, Goffredo Maria Bettini, Victor Boştinaru, Eugen Freund, Jo Leinen, Andrejs Mamikins, Alex Mayer, Clare Moody, Pier Antonio Panzeri, Ioan Mircea Paşcu, Tonino Picula, Miroslav Poche, Tiemo Wölken

VERTS/ALE

Klaus Buchner, Rebecca Harms, Tamás Meszerics, Alyn Smith, Bodil Valero

3

-

EFDD

James Carver

NI

Georgios Epitideios, Janusz Korwin-Mikke

5

0

GUE/NGL

Javier Couso Permuy, Sabine Lösing, Sofia Sakorafa, Miguel Urbán Crespo, Marie-Christine Vergiat

Significato dei simboli utilizzati:

+  :  favorevoli

-  :  contrari

0  :  astenuti


PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

Titolo

Ulteriore assistenza macro-finanziaria alla Georgia

Riferimenti

COM(2017)0559 – C8-0335/2017 – 2017/0242(COD)

Presentazione della proposta al PE

29.9.2017

 

 

 

Commissione competente per il merito

       Annuncio in Aula

INTA

5.10.2017

 

 

 

Commissioni competenti per parere

       Annuncio in Aula

AFET

30.11.2017

 

 

 

Relatori

       Nomina

Hannu Takkula

11.10.2017

 

 

 

Esame in commissione

22.11.2017

19.2.2018

 

 

Approvazione

20.2.2018

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

30

3

2

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

William (The Earl of) Dartmouth, Laima Liucija Andrikienė, David Campbell Bannerman, Daniel Caspary, Salvatore Cicu, Santiago Fisas Ayxelà, Christofer Fjellner, Karoline Graswander-Hainz, Heidi Hautala, Nadja Hirsch, Patricia Lalonde, Bernd Lange, David Martin, Anne-Marie Mineur, Sorin Moisă, Alessia Maria Mosca, Godelieve Quisthoudt-Rowohl, Viviane Reding, Marietje Schaake, Helmut Scholz, Joachim Schuster, Joachim Starbatty, Adam Szejnfeld, Hannu Takkula, Iuliu Winkler, Jan Zahradil

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Bendt Bendtsen, Klaus Buchner, Nicola Danti, Agnes Jongerius, Sajjad Karim, Paul Rübig, Jarosław Wałęsa

Supplenti (art. 200, par. 2) presenti al momento della votazione finale

Mario Borghezio, Jacques Colombier

Deposito

22.2.2018


VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

30

+

ALDE

Nadja Hirsch, Patricia Lalonde, Marietje Schaake, Hannu Takkula

ECR

David Campbell Bannerman, Sajjad Karim, Joachim Starbatty, Jan Zahradil

PPE

Laima Liucija Andrikienė, Bendt Bendtsen, Daniel Caspary, Salvatore Cicu, Santiago Fisas Ayxelà, Christofer Fjellner, Sorin Moisă, Godelieve Quisthoudt-Rowohl, Viviane Reding, Paul Rübig, Adam Szejnfeld, Jarosław Wałęsa, Iuliu Winkler

S&D

Nicola Danti, Karoline Graswander-Hainz, Agnes Jongerius, Bernd Lange, David Martin, Alessia Maria Mosca, Joachim Schuster

Verts/ALE

Klaus Buchner, Heidi Hautala

3

-

EFDD

William (The Earl of) Dartmouth

ENF

Mario Borghezio, Jacques Colombier

2

0

GUE/NGL

Anne-Marie Mineur, Helmut Scholz

Significato dei simboli utilizzati:

+  :  favorevoli

-  :  contrari

0  :  astenuti

Ultimo aggiornamento: 5 marzo 2018Avviso legale