Procedura : 2017/0171(NLE)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0305/2018

Testi presentati :

A8-0305/2018

Discussioni :

Votazioni :

PV 23/10/2018 - 7.6

Testi approvati :

P8_TA(2018)0390

RACCOMANDAZIONE     ***
PDF 359kWORD 54k
2.10.2018
PE 616.777v02-00 A8-0305/2018

concernente il progetto di decisione del Consiglio relativa alla conclusione, a nome dell'Unione, dell'accordo tra l'Unione europea e Antigua e Barbuda che modifica l'accordo tra la Comunità europea e Antigua e Barbuda in materia di esenzione dal visto per soggiorni di breve durata

(12383/2017 – C8-0174/2018 – 2017/0171(NLE))

Commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni

Relatore: Emilian Pavel

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO
 MOTIVAZIONE
 PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO
 VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

sul progetto di decisione del Consiglio relativa alla conclusione, a nome dell'Unione, dell'accordo tra l'Unione europea e Antigua e Barbuda che modifica l'accordo tra la Comunità europea e Antigua e Barbuda in materia di esenzione dal visto per soggiorni di breve durata

(12383/2017 – C8-0174/2018 – 2017/0171(NLE))

(Approvazione)

Il Parlamento europeo,

–  visto il progetto di decisione del Consiglio (12383/2017),

–  visto il progetto di accordo tra l'Unione europea e Antigua e Barbuda che modifica l'accordo tra la Comunità europea e Antigua e Barbuda in materia di esenzione dal visto per soggiorni di breve durata (12382/2017),

–  vista la richiesta di approvazione presentata dal Consiglio a norma dell'articolo 77, paragrafo 2, lettera a), e dell'articolo 218, paragrafo 6, secondo comma, lettera a), punto v), del trattato sul funzionamento dell'Unione europea (C8-0174/2018),

–  visti l'articolo 99, paragrafi 1 e 4, e l'articolo 108, paragrafo 7, del suo regolamento,

–  vista la raccomandazione della commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni (A8-0305/2018),

1.  dà la sua approvazione alla conclusione dell'accordo;

2.  incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione nonché ai governi e ai parlamenti degli Stati membri e di Antigua e Barbuda.


MOTIVAZIONE

Il presente accordo modificativo di esenzione dal visto per soggiorni di breve durata rappresenta l'apice dell'approfondimento delle relazioni tra l'Unione europea e Antigua e Barbuda, che riveste un forte significato politico nell'ambito dell'accordo di Cotonou. L'accordo modificativo garantisce la coerenza giuridica e l'armonizzazione tra gli Stati membri, aderendo alla nuova nozione di soggiorno di breve durata prevista dal regolamento di modifica del codice frontiere Schengen, che dà un'interpretazione chiara di "soggiorno di breve durata".

Antigua e Barbuda appartiene al gruppo degli Stati dell'Africa, dei Caraibi e del Pacifico (ACP), all'Associazione degli Stati Caraibici, alla Comunità dei Caraibi, al Movimento dei paesi non allineati, all'Organizzazione degli Stati dei Caraibi orientali, all'Organizzazione degli Stati americani, alle Nazioni Unite e all'Organizzazione mondiale del commercio.

Dal punto di vista politico, Antigua e Barbuda è una monarchia costituzionale che riconosce la regina Elisabetta II come capo di Stato, rappresentata da un governatore generale nominato su indicazione del primo ministro. Il paese è una democrazia parlamentare ed è dotato di un organo legislativo bicamerale composto da una camera bassa, la Camera dei rappresentanti, eletti direttamente, e una camera alta, il Senato. I diritti e le libertà individuali sono garantiti dalla Costituzione.

Il dialogo politico dell'UE con ciascuno dei paesi ACP del Pacifico, e con Antigua e Barbuda in particolare, sta progressivamente intensificandosi. Il presente accordo potrà consentire il proseguimento del partenariato nell'ambito di un chiaro quadro normativo. La modifica dell'esenzione dal visto continuerà a inviare un segnale positivo di sostegno nei confronti del paese e degli sforzi profusi.

Il relatore sottolinea altresì l'impulso per nulla trascurabile che l'esenzione dal visto imprimerà al ravvicinamento dei popoli d'Europa e Antigua e Barbuda. Il nuovo accordo di esenzione dal visto consentirà ai cittadini non solo di beneficiare pienamente del partenariato ACP-UE, ma anche di continuare a parteciparvi viaggiando in modo più economico e pratico nell'ambito di un quadro normativo più chiaro e coerente.

Il relatore accoglie con favore, al riguardo, il ruolo svolto dai membri dell'Assemblea parlamentare paritetica ACP-UE, i quali hanno contribuito in modo sostanziale alla conclusione dell'accordo che, tra l'altro, faciliterà la loro partecipazione alle riunioni dell'Assemblea stessa.

Disposizioni specifiche

Nel preambolo dell'accordo si tiene conto della situazione specifica del Regno Unito e dell'Irlanda, che non partecipano all'accordo e non sono pertanto soggetti alle sue disposizioni.

In una dichiarazione comune allegata all'accordo si fa inoltre riferimento alla stretta associazione della Norvegia, dell'Islanda, della Svizzera e del Liechtenstein all'attuazione, all'applicazione e allo sviluppo dell'acquis di Schengen. La dichiarazione incoraggia le autorità di tali paesi a concludere quanto prima con Antigua e Barbuda accordi bilaterali di esenzione dal visto per soggiorni di breve durata a condizioni analoghe a quelle del presente accordo.

**

Il relatore raccomanda infine ai membri della commissione parlamentare per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni di sostenere la presente relazione e al Parlamento europeo di dare la sua approvazione.


PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

Titolo

Accordo tra l'Unione europea e Antigua e Barbuda che modifica l'accordo tra la Comunità europea e Antigua e Barbuda in materia di esenzione dal visto per soggiorni di breve durata

Riferimenti

12383/2017 – C8-0174/2018 – COM(2017)03922017/0171(NLE)

Consultazione / Richiesta di approvazione

30.4.2018

 

 

 

Commissione competente per il merito

       Annuncio in Aula

LIBE

28.5.2018

 

 

 

Relatori

       Nomina

Emilian Pavel

25.9.2017

 

 

 

Esame in commissione

21.11.2017

20.2.2018

27.9.2018

 

Approvazione

27.9.2018

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

34

1

0

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Asim Ademov, Caterina Chinnici, Daniel Dalton, Rachida Dati, Tanja Fajon, Ana Gomes, Nathalie Griesbeck, Sylvie Guillaume, Kinga Gál, Barbara Kudrycka, Cécile Kashetu Kyenge, Juan Fernando López Aguilar, Péter Niedermüller, Ivari Padar, Judith Sargentini, Birgit Sippel, Helga Stevens, Csaba Sógor, Traian Ungureanu, Bodil Valero, Marie-Christine Vergiat, Cecilia Wikström, Auke Zijlstra, Sophia in ‘t Veld

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Carlos Coelho, Pál Csáky, Jeroen Lenaers, Innocenzo Leontini, Andrejs Mamikins, Emilian Pavel, John Procter, Róża Gräfin von Thun und Hohenstein

Supplenti (art. 200, par. 2) presenti al momento della votazione finale

Ilhan Kyuchyuk, Georg Mayer, Sabine Verheyen

Deposito

2.10.2018


VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

34

+

ALDE

Nathalie Griesbeck, Sophia in 't Veld, Ilhan Kyuchyuk, Cecilia Wikström

ECR

Daniel Dalton, John Procter, Helga Stevens

ENF

Georg Mayer

GUE/NGL

Marie-Christine Vergiat

PPE

Asim Ademov, Carlos Coelho, Pál Csáky, Rachida Dati, Kinga Gál, Barbara Kudrycka, Jeroen Lenaers, Innocenzo Leontini, Csaba Sógor, Róża Gräfin von Thun und Hohenstein, Traian Ungureanu, Sabine Verheyen

S&D

Caterina Chinnici, Tanja Fajon, Ana Gomes, Sylvie Guillaume, Cécile Kashetu Kyenge, Juan Fernando López Aguilar, Andrejs Mamikins, Péter Niedermüller, Ivari Padar, Emilian Pavel, Birgit Sippel

VERTS/ALE

Judith Sargentini, Bodil Valero

1

-

ENF

Auke Zijlstra

0

0

 

 

Significato dei simboli utilizzati:

+  :  favorevoli

-  :  contrari

0  :  astenuti

Ultimo aggiornamento: 10 ottobre 2018Avviso legale