Procedura : 2018/0222(NLE)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0315/2018

Testi presentati :

A8-0315/2018

Discussioni :

Votazioni :

PV 14/11/2018 - 14.2

Testi approvati :

P8_TA(2018)0450

RELAZIONE     *
PDF 341kWORD 52k
11.10.2018
PE 628.419v02-00 A8-0315/2018

sulla proposta di regolamento del Consiglio che modifica il regolamento (UE) 2015/1588 del Consiglio, del 13 luglio 2015, sull'applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea a determinate categorie di aiuti di Stato orizzontali

(COM(2018)0398 – C8-0316/2018 – 2018/0222(NLE))

Commissione per i problemi economici e monetari

Relatore: Sander Loones

(Procedura semplificata – articolo 50, paragrafo 1, del regolamento)

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO
 MOTIVAZIONE
 PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

sulla proposta di regolamento del Consiglio che modifica il regolamento (UE) 2015/1588 del Consiglio, del 13 luglio 2015, sull'applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea a determinate categorie di aiuti di Stato orizzontali

(COM(2018)0398 – C8-0316/2018 – 2018/0222(NLE))

(Consultazione)

Il Parlamento europeo,

–  vista la proposta della Commissione al Consiglio (COM(2018)0398),

–  visto l'articolo 109 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea, a norma del quale è stato consultato dal Consiglio (C8-0316/2018),

–  visto l'articolo 78 quater del suo regolamento,

–  vista la relazione della commissione per i problemi economici e monetari (A8-0315/2018),

1.  approva la proposta della Commissione;

2.  invita il Consiglio ad informarlo qualora intenda discostarsi dal testo approvato dal Parlamento;

3.  chiede al Consiglio di consultarlo nuovamente qualora intenda modificare sostanzialmente il testo approvato dal Parlamento;

4.  incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione.


MOTIVAZIONE

Sebbene le differenze che intercorrono tra lo status giuridico dei fondi dell'UE erogati direttamente ai beneficiari finali (che non sono risorse statali) e i fondi dell'UE erogati indirettamente tramite le autorità nazionali (risorse statali) siano ben note, le autorità nazionali o regionali spesso ignorano che i fondi dell'UE non vengono automaticamente esclusi dalle norme in materia di aiuti di Stato, né si qualificano automaticamente come aiuti di Stato. La confusione deriva in gran parte dal fatto che i fondi dell'UE rientrano nell'ambito di applicazione dell'articolo 107, paragrafo 1, TFUE solo se un'autorità pubblica può esercitare un controllo su tali fondi.

Il relatore si compiace delle iniziative intraprese dalla Commissione europea per migliorare l'interazione tra i programmi di finanziamento dell'UE e le norme in materia di aiuti di Stato. La proposta di modifica del regolamento di abilitazione dell'UE in materia di aiuti di Stato(1) contribuisce al conseguimento di questo obiettivo, poiché consentirà alla Commissione di apportare modifiche mirate al regolamento generale di esenzione per categoria (RGEC)(2) in modo che i fondi gestiti a livello nazionale e i fondi UE gestiti a livello centrale possano essere combinati nel modo più fluido possibile, senza dare luogo a distorsioni della concorrenza nel mercato unico.

La proposta della Commissione di inserire due nuove categorie nel regolamento di abilitazione (fondi nazionali combinati con fondi UE gestiti a livello centrale e progetti sostenuti da programmi di cooperazione territoriale europea dell'UE) nell'ottica di modificare il regolamento generale di esenzione per categoria contribuirà alla semplificazione amministrativa. È ragionevole non sottoporre progetti e finanziamenti approvati dalla Commissione sulla base di altre norme, che mirano anche a evitare le distorsioni della concorrenza nel mercato unico, a ulteriori controlli nel quadro delle norme in materia di aiuti di Stato.

Il relatore accoglie pertanto con favore la proposta della Commissione e ne suggerisce l'approvazione mediante procedura semplificata a norma dell'articolo 50 del regolamento del Parlamento.

(1)

Regolamento (UE) 2015/1588 del Consiglio, del 13 luglio 2015, sull'applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea a determinate categorie di aiuti di Stato orizzontali, GU L 248 del 24.9.2015, pag. 1.

(2)

Regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione, del 17 giugno 2014 che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato interno in applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato, GU L 187 del 26.6.2014, pag. 1.


PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

Titolo

Applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea a determinate categorie di aiuti di Stato orizzontali

Riferimenti

COM(2018)0398 – C8-0316/2018 – 2018/0222(NLE)

Consultazione / Richiesta di approvazione

9.7.2018

 

 

 

Commissione competente per il merito

       Annuncio in Aula

ECON

10.9.2018

 

 

 

Relatori

       Nomina

Sander Loones

20.6.2018

 

 

 

Procedura semplificata - decisione

9.10.2018

Esame in commissione

9.10.2018

 

 

 

Approvazione

9.10.2018

 

 

 

Deposito

11.10.2018

Ultimo aggiornamento: 19 ottobre 2018Avviso legale