Procedura : 2015/0003(NLE)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0371/2018

Testi presentati :

A8-0371/2018

Discussioni :

Votazioni :

PV 12/12/2018 - 12.10

Testi approvati :

P8_TA(2018)0508

RACCOMANDAZIONE     ***
PDF 367kWORD 56k
20.11.2018
PE 626.929v02-00 A8-0371/2018

concernente il progetto di proposta di decisione del Consiglio relativa alla conclusione, a nome dell'Unione e dei suoi Stati membri, di un protocollo che modifica l'accordo euro-mediterraneo sui trasporti aerei tra l'Unione europea e i suoi Stati membri, da una parte, e il Regno hascemita di Giordania, dall'altra, per tener conto dell'adesione della Repubblica di Croazia all'Unione europea

(07067/2015 – C8‑0189/2016 – 2015/0003(NLE))

Commissione per i trasporti e il turismo

Relatore: Keith Taylor

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO
 MOTIVAZIONE
 PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO
 VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

concernente il progetto di decisione del Consiglio relativa alla conclusione, a nome dell'Unione e dei suoi Stati membri, di un protocollo che modifica l'accordo euro-mediterraneo sui trasporti aerei tra l'Unione europea e i suoi Stati membri, da una parte, e il Regno hascemita di Giordania, dall'altra, per tener conto dell'adesione della Repubblica di Croazia all'Unione europea

(07067/2015 – C8‑0189/2016 – 2015/0003(NLE))

(Approvazione)

Il Parlamento europeo,

–  visto il progetto di decisione del Consiglio (07067/2015),

–  visto il progetto di protocollo che modifica l'accordo euro‑mediterraneo nel settore del trasporto aereo fra l'Unione europea e i suoi Stati membri, da un lato, e il Regno hascemita di Giordania, dall'altro lato, per tenere conto dell'adesione della Repubblica di Croazia all'Unione europea (07066/2015),

–  vista la richiesta di approvazione presentata dal Consiglio a norma dell'articolo 100, paragrafo 2, e dell'articolo 218, paragrafo 6, secondo comma, lettera a), del trattato sul funzionamento dell'Unione europea, (C8‑0189/2016),

–  visti l'articolo 99, paragrafi 1 e 4, e l'articolo 108, paragrafo 7, del suo regolamento,

–  vista la raccomandazione della commissione per i trasporti e il turismo (A8-0371/2018),

1.  dà la sua approvazione alla conclusione del protocollo;

2.  incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione nonché ai governi e ai parlamenti degli Stati membri e del Regno hascemita di Giordania.


MOTIVAZIONE

Introduzione

L'accordo euro-mediterraneo sui trasporti aerei tra l'Unione europea e i suoi Stati membri e il Regno hascemita di Giordania è stato negoziato sulla base della decisione del Consiglio, adottata nell'ottobre 2007, che autorizza l'avvio di negoziati. L'accordo è stato firmato il 15 dicembre 2010(1). Esso apre i rispettivi mercati e integra la Giordania in uno spazio aereo comune con l'UE, consentendo a tutte le compagnie aeree dell'UE di effettuare voli diretti in Giordania da qualsiasi luogo all'interno dell'UE e viceversa per i vettori giordani. L'accordo incoraggia gli investimenti incrociati ed elimina tutte le restrizioni sui prezzi, sulle rotte e sui contingenti di voli tra la Giordania e l'UE.

Adesione della Repubblica di Croazia all'Unione europea

L'atto di adesione della Repubblica di Croazia(2) prevede che quest'ultima aderisca agli accordi conclusi o firmati dall'Unione europea e dai suoi Stati membri con uno o più paesi terzi prima dell'adesione della Croazia, mediante un protocollo agli accordi stessi.

La decisione 13351/12 del Consiglio, del 14 settembre 2012, autorizzava la Commissione a negoziare protocolli per modificare gli accordi firmati o conclusi tra l'UE, o l'UE e i suoi Stati membri, e paesi terzi, in vista dell'adesione della Croazia all'UE.

Il 1° luglio 2013, la Repubblica di Croazia ha aderito all'UE diventando il suo 28° Stato membro.

Il protocollo che tiene conto dell'adesione all'Unione europea della Repubblica di Croazia è stato negoziato tra la Commissione e le autorità del Regno hascemita di Giordania.

Principali disposizioni del protocollo

L'obiettivo del protocollo è quello di consentire alla Repubblica di Croazia di diventare parte dell'accordo euro-mediterraneo sui trasporti aerei tra l'Unione europea, i suoi Stati membri e il Regno hascemita di Giordania (articolo 1) e di fornire i successivi adeguamenti linguistici necessari (articolo 2). Il protocollo non modificherà in alcun modo il contenuto dell'accordo UE-Giordania.

Regime

Il protocollo è stato firmato il 3 maggio 2016. Per poterlo concludere, il Consiglio necessita dell'approvazione del Parlamento europeo. Conformemente all'articolo 99 e all'articolo 108, paragrafo 7, del suo regolamento, il Parlamento si pronuncia con una sola votazione e non può essere presentato alcun emendamento all'accordo stesso. Sono ricevibili solo gli emendamenti volti a invertire la raccomandazione proposta dal relatore.

Sulla base di quanto precede, il relatore propone che la commissione TRAN esprima parere favorevole alla conclusione del protocollo in esame.

(1)

Il testo dell'accordo è pubblicato nella GU L 334 del 6.12.2012, pag. 3.

(2)

GU L112 del 24.4.2012, pag. 21.


PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

Titolo

Protocollo che modifica l'accordo euro-mediterraneo sui trasporti aerei tra l'UE e la Giordania per tenere conto dell'adesione della Croazia all'UE

Riferimenti

07067/2015 – C8-0189/2016 – COM(2015)00032015/0003(NLE)

Consultazione / Richiesta di approvazione

25.5.2016

 

 

 

Commissione competente per il merito

       Annuncio in Aula

TRAN

6.6.2016

 

 

 

Relatori

       Nomina

Keith Taylor

23.2.2015

 

 

 

Esame in commissione

8.10.2018

 

 

 

Approvazione

15.11.2018

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

47

0

1

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Daniela Aiuto, Lucy Anderson, Marie-Christine Arnautu, Inés Ayala Sender, Georges Bach, Izaskun Bilbao Barandica, Michael Cramer, Luis de Grandes Pascual, Andor Deli, Karima Delli, Isabella De Monte, Ismail Ertug, Tania González Peñas, Dieter-Lebrecht Koch, Merja Kyllönen, Miltiadis Kyrkos, Innocenzo Leontini, Bogusław Liberadzki, Peter Lundgren, Marian-Jean Marinescu, Georg Mayer, Gesine Meissner, Renaud Muselier, Markus Pieper, Gabriele Preuß, Christine Revault d'Allonnes Bonnefoy, Dominique Riquet, Massimiliano Salini, Jill Seymour, Claudia Țapardel, Keith Taylor, István Ujhelyi, Wim van de Camp, Kosma Złotowski

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Francisco Assis, Daniel Dalton, Stefan Gehrold, Maria Grapini, Kateřina Konečná, Bolesław G. Piecha, Inmaculada Rodríguez-Piñero Fernández, Anders Sellström, Matthijs van Miltenburg, Henna Virkkunen

Supplenti (art. 200, par. 2) presenti al momento della votazione finale

Heinz K. Becker, Edward Czesak, Theodor Dumitru Stolojan, Richard Sulík

Deposito

21.11.2018


VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

47

+

ALDE

Izaskun Bilbao Barandica, Gesine Meissner, Dominique Riquet, Pavel Telička

ECR

Edward Czesak, Daniel Dalton, Peter Lundgren, Bolesław G. Piecha, Richard Sulík, Kosma Złotowski

EFDD

Daniela Aiuto

ENF

Marie‑Christine Arnautu, Georg Mayer

GUE/NGL

Tania González Peñas, Kateřina Konečná, Merja Kyllönen

PPE

Georges Bach, Heinz K. Becker, Andor Deli, Stefan Gehrold, Dieter‑Lebrecht Koch, Innocenzo Leontini, Marian‑Jean Marinescu, Renaud Muselier, Markus Pieper, Massimiliano Salini, Anders Sellström, Theodor Dumitru Stolojan, Henna Virkkunen, Luis de Grandes Pascual, Wim van de Camp

S&D

Lucy Anderson, Francisco Assis, Inés Ayala Sender, Isabella De Monte, Ismail Ertug, Maria Grapini, Miltiadis Kyrkos, Bogusław Liberadzki, Gabriele Preuß, Christine Revault d'Allonnes Bonnefoy, Inmaculada Rodríguez‑Piñero Fernández, István Ujhelyi, Claudia Țapardel

Verts/ALE

Michael Cramer, Karima Delli, Keith Taylor

0

-

 

 

1

0

EFDD

Jill Seymour

Significato dei simboli utilizzati:

+  :  favorevoli

-  :  contrari

0  :  astenuti

Ultimo aggiornamento: 28 novembre 2018Avviso legale