Procedura : 2018/0304(COD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0017/2019

Testi presentati :

A8-0017/2019

Discussioni :

Votazioni :

PV 17/04/2019 - 16.10

Testi approvati :

P8_TA(2019)0417

RELAZIONE     ***I
PDF 265kWORD 99k
16.1.2019
PE 627.630v02-00 A8-0017/2019

sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che stabilisce le misure di conservazione e di controllo da applicare nella zona di regolamentazione dell'Organizzazione della pesca nell'Atlantico nord-occidentale e che abroga il regolamento (CE) n. 2115/2005 del Consiglio e il regolamento (CE) n. 1386/2007 del Consiglio

(COM(2018)0577 – C8-0391/2018 – 2018/0304(COD))

Commissione per la pesca

Relatore: Ricardo Serrão Santos

EMENDAMENTI
PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO
 MOTIVAZIONE
 PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO
 VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che stabilisce le misure di conservazione e di controllo da applicare nella zona di regolamentazione dell'Organizzazione della pesca nell'Atlantico nord-occidentale e che abroga il regolamento (CE) n. 2115/2005 del Consiglio e il regolamento (CE) n. 1386/2007 del Consiglio

(COM(2018)0577 – C8-0391/2018 – 2018/0304(COD))

(Procedura legislativa ordinaria: prima lettura)

Il Parlamento europeo,

–  vista la proposta della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio (COM(2018)0577),

–  visti l'articolo 294, paragrafo 2, e l'articolo 43, paragrafo 2, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea, a norma dei quali la proposta gli è stata presentata dalla Commissione (C8-0391/2018),

–  visto l'articolo 294, paragrafo 3, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

–  visto il parere del Comitato economico e sociale europeo del...(1),

–  visto l'articolo 59 del suo regolamento,

–  vista la relazione della commissione per la pesca (A8-0017/2019),

1.  adotta la posizione in prima lettura figurante in appresso;

2.  chiede alla Commissione di presentargli nuovamente la proposta qualora la sostituisca, la modifichi sostanzialmente o intenda modificarla sostanzialmente;

3.  incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione nonché ai parlamenti nazionali.

Emendamento    1

Proposta di regolamento

Considerando 7

Testo della Commissione

Emendamento

(7)  Poiché determinate disposizioni delle misure di conservazione e di esecuzione della NAFO vengono modificate con maggiore frequenza dalle parti contraenti della NAFO e, probabilmente, lo saranno ancora di più in futuro, al fine di integrare rapidamente nel diritto dell'Unione le modifiche future delle misure di conservazione e di esecuzione della NAFO, è opportuno delegare alla Commissione il potere di adottare atti conformemente all'articolo 290 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea in relazione ai seguenti aspetti: termini per le segnalazioni, termini per la presentazione di rapporti; definizioni; elenco delle attività vietate alle navi da ricerca; determinati limiti di cattura e di sforzo; obblighi relativi alla chiusura delle attività di pesca; situazioni nelle quali le specie elencate nelle possibilità di pesca sono classificate come catture accessorie, quantitativi massimi specificati per le specie classificate come catture accessorie che possono essere tenuti a bordo della nave; taluni obblighi applicabili in caso di superamento dei limiti di catture accessorie in una qualsiasi cala; misure relative alla pesca della razza; misure relative alla pesca del gamberello boreale; modifiche alle profondità di pesca e riferimenti alle zone di divieto o limitazione della pesca; procedure relative alle navi autorizzate con catture a bordo superiori a 50 tonnellate di peso vivo totale, effettuate al di fuori della zona di regolamentazione, che entrano nella zona di pesca dell'ippoglosso nero; prerequisiti per iniziare la pesca dell'ippoglosso nero; divieti spazio-temporali relativi al gamberello boreale; misure di conservazione per gli squali, tra cui rendicontazione, divieto di asportazione delle pinne di squalo a bordo delle navi, detenzione, trasbordo e sbarco; caratteristiche tecniche delle dimensioni di maglia; riferimenti alla mappa delle zone esistenti di pesca di fondo ("footprint") e riferimenti alle restrizioni delle attività di pesca di fondo; disposizioni relative alla definizione di rinvenimento di specie indicatrici di ecosistemi marini vulnerabili (EMV) e obblighi degli osservatori; contenuto della trasmissione per via elettronica, elenco dei documenti validi da mantenere a bordo delle navi, contenuto dei piani di capacità; documenti da mantenere a bordo delle navi oggetto di contratto di nolo; obblighi relativi all'utilizzo dei giornali di pesca, dei registri di produzione, dei piani di stivaggio nonché obblighi di comunicazione e trasmissione; dati del sistema di controllo dei pescherecci via satellite (VMS); disposizioni relative alla trasmissione elettronica del contenuto delle notifiche; obblighi dei comandanti dei pescherecci durante l'ispezione; obblighi degli ispettori e degli Stati membri di ispezione; elenco delle violazioni che costituiscono infrazioni gravi; obblighi degli Stati membri di bandiera e degli Stati membri di approdo; obblighi del comandante della nave; requisiti per l'ingresso in porto e ispezioni di parti non contraenti; elenco delle misure che devono essere adottate dagli Stati membri nei confronti di navi figuranti nell'elenco INN; obblighi di presentazione di relazioni annuali.

(7)  Il recepimento nel diritto dell'Unione di qualsiasi futura raccomandazione che modifichi le misure di conservazione e di esecuzione della NAFO è effettuato mediante la procedura legislativa ordinaria.

Motivazione

La Commissione propone di recepire le future modifiche delle misure di conservazione e di esecuzione della NAFO mediante atti delegati. Nella pratica, ciò significherebbe che il Parlamento europeo non avrebbe alcuna voce in capitolo nella NAFO né, in futuro, in altre sedi internazionali. Il recepimento delle raccomandazioni delle ORGP deve restare una competenza congiunta del Parlamento europeo e del Consiglio nell'ambito della procedura legislativa ordinaria (codecisione).

Emendamento    2

Proposta di regolamento

Considerando 9 bis (nuovo)

Testo della Commissione

Emendamento

 

(9 bis)  considerando che il regolamento in vigore evidenzia lo stato "a rischio" delle specie di elasmobranchi, quali squali e razze e che, secondo gli accertamenti dell'Unione internazionale per la conservazione della natura, le popolazioni di squali e, di conseguenza, gli ecosistemi marini sono gravemente minacciati.

Emendamento    3

Proposta di regolamento

Articolo 3 – punto 17

Testo della Commissione

Emendamento

(17)  "footprint (impronta)", altrimenti nota come "zone esistenti di pesca di fondo", la porzione della zona di regolamentazione in cui, storicamente, è stata praticata la pesca di fondo, definita dalle coordinate di cui alla tabella 4 e illustrata nella figura 2 delle misure di conservazione e di esecuzione;

(17)  "footprint (impronta)", altrimenti nota come "zone esistenti di pesca di fondo", la porzione della zona di regolamentazione in cui, storicamente, è stata praticata la pesca di fondo, definita dalle coordinate di cui alla tabella 4 e illustrata nella figura 2 delle misure di conservazione e di esecuzione di cui ai punti 1 e 2 dell'allegato al presente regolamento;

Emendamento    4

Proposta di regolamento

Articolo 3 – punto 21

Testo della Commissione

Emendamento

(21)  "specie indicatrici di EMV", le specie che segnalano la presenza di ecosistemi marini vulnerabili, di cui all'allegato I.E, parte VI, delle misure di conservazione e di esecuzione;

(21)  "specie indicatrici di EMV", le specie che segnalano la presenza di ecosistemi marini vulnerabili, di cui all'allegato I.E, parte VI, delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 3 dell'allegato al presente regolamento;

Emendamento    5

Proposta di regolamento

Articolo 3 – punto 29

Testo della Commissione

Emendamento

(29)  "elemento indicatore di EMV", l'elemento indicatore di EMV menzionato nelle caratteristiche topografiche, idrofisiche o geologiche che potenzialmente sostengono gli EMV, come specificato all'allegato I.E, parte VII, delle misure di conservazione e di esecuzione.

(29)  "elemento indicatore di EMV", l'elemento indicatore di EMV menzionato nelle caratteristiche topografiche, idrofisiche o geologiche che potenzialmente sostengono gli EMV, come specificato all'allegato I.E, parte VII, delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 4 dell'allegato al presente regolamento.

Emendamento    6

Proposta di regolamento

Articolo 4 – paragrafo 2 – lettera a

Testo della Commissione

Emendamento

(a)  effettuare attività di pesca in contrasto con il proprio piano di ricerca; o

(a)  effettuare attività di pesca in contrasto con il proprio piano di ricerca, anche al di fuori della zona di regolamentazione; o

Motivazione

Le navi da ricerca devono includere nei loro piani di ricerca tutte le attività di pesca che saranno effettuate, anche al di fuori della zona di regolamentazione. Le attività di ricerca diverse da quelle previste nei piani di ricerca non devono essere consentite.

Emendamento    7

Proposta di regolamento

Articolo 4 – paragrafo 2 – lettera b

Testo della Commissione

Emendamento

(b)  catturare gamberello boreale nella zona 3L in quantità superiori al contingente assegnato allo Stato membro.

(b)  catturare gamberello boreale nella zona 3L in quantità superiori al contingente assegnato allo Stato membro di bandiera della nave.

Motivazione

È opportuno precisare che il quantitativo massimo di gamberello boreale che può essere catturato nella zona 3L è quello fissato per lo Stato membro di bandiera della nave di ricerca.

Emendamento    8

Proposta di regolamento

Articolo 4 – paragrafo 3 – lettera a

Testo della Commissione

Emendamento

(a)  comunica alla Commissione, per via elettronica nel formato di cui all'allegato II.C delle misure di conservazione e di esecuzione, tutte le navi abilitate a battere la sua bandiera e da esso autorizzate a effettuare attività di ricerca nella zona di regolamentazione; e

(a)  comunica alla Commissione, per via elettronica nel formato di cui all'allegato II.C delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 5 dell'allegato al presente regolamento, tutte le navi abilitate a battere la sua bandiera e da esso autorizzate a effettuare attività di ricerca nella zona di regolamentazione; e

Emendamento    9

Proposta di regolamento

Articolo 5 – paragrafo 1

Testo della Commissione

Emendamento

1.  Ogni Stato membro provvede a che tutti i limiti di cattura e di sforzo si applichino agli stock indicati nelle possibilità di pesca in vigore e, salvo se altrimenti specificato, che tutti i contingenti siano espressi in peso vivo e in tonnellate metriche.

1.  Ogni Stato membro provvede a che tutti i limiti di cattura e/o di sforzo si applichino agli stock indicati nelle possibilità di pesca in vigore e, salvo se altrimenti specificato, che tutti i contingenti siano espressi in peso vivo e in tonnellate metriche.

Motivazione

È opportuno chiarire che i limiti di cattura e di sforzo si applicano agli stock indipendentemente l'uno dall'altro.

Emendamento    10

Proposta di regolamento

Articolo 5 – paragrafo 2 – lettera c

Testo della Commissione

Emendamento

(c)  si assicura che a bordo delle sue navi non sia presente altro scorfano catturato nella zona 3M dopo la data in cui si prevede che il 100 % del TAC per lo scorfano della zona 3M sarà stato catturato;

(c)  si assicura che a bordo delle sue navi non sia presente altro scorfano catturato nella zona 3M dopo la data in cui si prevede che il 100 % del TAC per lo scorfano della zona 3M sarà stato catturato, fatti salvi i casi permessi dalle misure di conservazione e di esecuzione;

Emendamento    11

Proposta di regolamento

Articolo 9 – paragrafo 1

Testo della Commissione

Emendamento

1.  Ai fini del presente articolo la divisione 3M comprende la parte della divisione 3L delimitata dalle linee che congiungono i punti indicati nella tabella 1 e illustrata nella figura 1(1) delle misure di conservazione e di esecuzione.

1.  Ai fini del presente articolo la divisione 3M comprende la parte della divisione 3L delimitata dalle linee che congiungono i punti indicati nella tabella 1 e illustrata nella figura 1(1) delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 6 dell'allegato al presente regolamento.

Emendamento    12

Proposta di regolamento

Articolo 9 – paragrafo 4

Testo della Commissione

Emendamento

4.  Nessuna nave è autorizzata a praticare la pesca del gamberello boreale nella divisione 3M tra le ore 00:01 UTC (tempo universale coordinato) del 1° giugno e le ore 24:00 UTC del 31 dicembre nella zona descritta nella tabella 2 e illustrata nella figura 1 (2) delle misure di conservazione e di esecuzione.

4.  Nessuna nave è autorizzata a praticare la pesca del gamberello boreale nella divisione 3M tra le ore 00:01 UTC (tempo universale coordinato) del 1° giugno e le ore 24:00 UTC del 31 dicembre nella zona descritta nella tabella 2 e illustrata nella figura 1 (2) delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 7 dell'allegato al presente regolamento.

Emendamento    13

Proposta di regolamento

Articolo 9 – paragrafo 5

Testo della Commissione

Emendamento

5.  Tutte le attività di pesca del gamberello boreale nella divisione 3L hanno luogo a profondità superiori a 200 m. La pesca nella zona di regolamentazione è limitata a una zona a est di una linea delimitata dalle coordinate descritte nella tabella 3 e illustrata nella figura 1 (3) delle misure di conservazione e di esecuzione.

5.  Tutte le attività di pesca del gamberello boreale nella divisione 3L hanno luogo a profondità superiori a 200 m. La pesca nella zona di regolamentazione è limitata a una zona a est di una linea delimitata dalle coordinate descritte nella tabella 3 e illustrata nella figura 1 (3) delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 8 dell'allegato al presente regolamento.

Emendamento    14

Proposta di regolamento

Articolo 10 – paragrafo 1 – lettera b

Testo della Commissione

Emendamento

(b)  una nave autorizzata sbarca le sue catture di ippoglosso nero esclusivamente in un porto designato. A tal fine gli Stati membri designano nel loro territorio uno o più porti in cui le navi autorizzate possono sbarcare le catture di ippoglosso nero;

(b)  una nave autorizzata sbarca le sue catture di ippoglosso nero esclusivamente in un porto designato. A tal fine gli Stati membri designano uno o più porti in cui le navi autorizzate possono sbarcare le catture di ippoglosso nero;

Motivazione

L'articolo 10, paragrafo 1, lettera b), potrebbe essere inteso nel senso che lo sbarco di ippoglosso nero sia permesso solo in un porto designato nel territorio dello Stato membro. Ciò non è usale e nemmeno necessario.

Emendamento    15

Proposta di regolamento

Articolo 10 – paragrafo 1 – lettera d

Testo della Commissione

Emendamento

(d)  almeno 48 ore prima dell'orario previsto di arrivo in porto, una nave autorizzata, o il suo rappresentante che agisce in suo nome, comunica alle competenti autorità portuali l'orario previsto di arrivo, una stima dei quantitativi di ippoglosso nero presenti a bordo e informazioni sulla divisione o le divisioni in cui sono state effettuate le catture;

(d)  almeno 48 ore prima dell'orario previsto di arrivo in porto, una nave autorizzata, o il suo rappresentante che agisce in suo nome, comunica alle competenti autorità portuali di controllo della pesca l'orario previsto di arrivo, una stima dei quantitativi totali di ippoglosso nero presenti a bordo e informazioni sui quantitativi stimati in base alla divisione o alle divisioni in cui sono state effettuate le catture;

Motivazione

Modifica volta a garantire coerenza con il sistema spagnolo di ripartizione delle competenze.

Emendamento    16

Proposta di regolamento

Articolo 10 – paragrafo 1 – lettera e

Testo della Commissione

Emendamento

(e)  gli Stati membri procedono all'ispezione di ogni sbarco di ippoglosso nero nei loro porti e redigono un rapporto di ispezione nel formato di cui all'allegato IV.C delle misure di conservazione e di esecuzione e lo inviano alla Commissione, con l'EFCA in copia, entro 10 giorni lavorativi a decorrere dalla data in cui è stata effettuata l'ispezione. Il rapporto PSC-3 indica e descrive in dettaglio le eventuali infrazioni al regolamento rilevate durante l'ispezione in porto. Esso contiene tutte le informazioni pertinenti disponibili in relazione alle infrazioni constatate in mare durante la bordata in corso del peschereccio ispezionato. La Commissione pubblica tali informazioni sul sito web MCS della NAFO.

(e)  gli Stati membri procedono all'ispezione di ogni sbarco di ippoglosso nero nei loro porti e redigono un rapporto di ispezione nel formato di cui all'allegato IV.C delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 9 dell'allegato al presente regolamento e lo inviano alla Commissione, con l'EFCA in copia, entro 14 giorni lavorativi a decorrere dalla data in cui è stata effettuata l'ispezione. Il rapporto PSC-3 indica e descrive in dettaglio le eventuali infrazioni al regolamento rilevate durante l'ispezione in porto. Esso contiene tutte le informazioni pertinenti disponibili in relazione alle infrazioni constatate in mare durante la bordata in corso del peschereccio ispezionato. La Commissione pubblica tali informazioni sul sito web MCS della NAFO.

Emendamento    17

Proposta di regolamento

Articolo 12 – paragrafo 5 – parte introduttiva

Testo della Commissione

Emendamento

5.  Laddove possibile, gli Stati membri:

5.  Gli Stati membri:

Emendamento    18

Proposta di regolamento

Articolo 12 – paragrafo 5 – lettera a

Testo della Commissione

Emendamento

(a)  avviano ricerche finalizzate a rendere gli attrezzi da pesca più selettivi per la protezione degli squali;

(a)  avviano ricerche finalizzate a rendere gli attrezzi da pesca più selettivi per la protezione degli squali e delle specie di elasmobranchi;

Emendamento    19

Proposta di regolamento

Articolo 12 – paragrafo 5 – lettera b

Testo della Commissione

Emendamento

(b)  conducono ricerche sui principali parametri ecologici e biologici, sul ciclo di vita e sui tratti comportamentali, sui modelli di migrazione, come pure sull'individuazione di possibili zone per l'accoppiamento, la nascita e la crescita delle principali specie di squali.

(b)  conducono ricerche sui principali parametri ecologici e biologici, sul ciclo di vita e sui tratti comportamentali, sui modelli di migrazione, come pure sull'individuazione di possibili zone per l'accoppiamento, la nascita e la crescita delle principali specie di squali e di elasmobranchi.

Emendamento    20

Proposta di regolamento

Articolo 13 – paragrafo 1

Testo della Commissione

Emendamento

1.  Ai fini del presente articolo, la dimensione delle maglie è misurata in conformità all'allegato III.A delle misure di conservazione e di esecuzione.

1.  Ai fini del presente articolo, la dimensione delle maglie è misurata in conformità all'allegato III.A delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 10 dell'allegato al presente regolamento.

Emendamento    21

Proposta di regolamento

Articolo 13 – paragrafo 2 – lettera d

Testo della Commissione

Emendamento

(d)  130 mm per tutti gli altri pesci demersali, come indicato nell'allegato I.C delle misure di conservazione e di esecuzione;

(d)  130 mm per tutti gli altri pesci demersali, come indicato nell'allegato I.C delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 11 dell'allegato al presente regolamento;

Emendamento    22

Proposta di regolamento

Articolo 14 – paragrafo 2

Testo della Commissione

Emendamento

2.  Nessuna nave può utilizzare mezzi o dispositivi che ostruiscono o riducono la dimensione delle maglie. Le navi possono tuttavia fissare i dispositivi di cui all'allegato III.B delle misure di conservazione e di esecuzione (foderoni autorizzati/catenelle distanziatrici per gamberi) alla parte superiore del sacco in modo tale da non ostruire le maglie del sacco, compresi eventuali avansacchi. Teli, reti o altri materiali possono essere fissati al letto del sacco soltanto nella misura necessaria per ridurne o impedirne l'usura.

2.  Nessuna nave può utilizzare mezzi o dispositivi che ostruiscono o riducono la dimensione delle maglie. Le navi possono tuttavia fissare i dispositivi di cui all'allegato III.B delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 12 dell'allegato al presente regolamento (foderoni autorizzati/catenelle distanziatrici per gamberi) alla parte superiore del sacco in modo tale da non ostruire le maglie del sacco, compresi eventuali avansacchi. Teli, reti o altri materiali possono essere fissati al letto del sacco soltanto nella misura necessaria per ridurne o impedirne l'usura.

Emendamento    23

Proposta di regolamento

Articolo 14 – paragrafo 3

Testo della Commissione

Emendamento

3.  Le navi che pescano il gamberello boreale nelle divisioni 3M e 3L utilizzano griglie di selezione aventi uno spazio massimo tra le sbarre di 22 mm. Le navi che pescano il gamberello boreale nella divisione 3L sono munite inoltre di catenelle distanziatrici di lunghezza non inferiore a 72 cm, misurata come indicato nell'allegato III.B delle misure di conservazione e di esecuzione.

3.  Le navi che pescano il gamberello boreale nelle divisioni 3M e 3L utilizzano griglie di selezione aventi uno spazio massimo tra le sbarre di 22 mm. Le navi che pescano il gamberello boreale nella divisione 3L sono munite inoltre di catenelle distanziatrici di lunghezza non inferiore a 72 cm, misurata come indicato nell'allegato III.B delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 12 dell'allegato al presente regolamento.

Emendamento    24

Proposta di regolamento

Articolo 16 – paragrafo 1

Testo della Commissione

Emendamento

1.  Nessuna nave può tenere a bordo pesci di taglia inferiore alla taglia minima di cui all'allegato I.D delle misure di conservazione e di esecuzione; tali pesci devono essere immediatamente rigettati in mare.

1.  Nessuna nave può tenere a bordo pesci di taglia inferiore alla taglia minima di cui all'allegato I.D delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 13 dell'allegato al presente regolamento; tali pesci devono essere immediatamente rigettati in mare.

Emendamento    25

Proposta di regolamento

Articolo 16 – paragrafo 2

Testo della Commissione

Emendamento

2.  I pesci trasformati di lunghezza inferiore a quella prescritta per tale specie nell'allegato I.D delle misure di conservazione e di esecuzione sono considerati provenire da un pesce di taglia inferiore alla taglia minima prescritta per tale specie.

2.  I pesci trasformati di lunghezza inferiore a quella prescritta per tale specie nell'allegato I.D delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 13 dell'allegato al presente regolamento sono considerati provenire da un pesce di taglia inferiore alla taglia minima prescritta per tale specie.

Emendamento    26

Proposta di regolamento

Articolo 17 – comma 1

Testo della Commissione

Emendamento

La mappa delle zone di pesca di fondo esistenti nella zona di regolamentazione, illustrate nella figura 2 delle misure di conservazione e di esecuzione, è delimitata a ovest dal confine della zona economica esclusiva del Canada e a est dalle coordinate di cui alla tabella 4 delle misure di conservazione e di esecuzione.

La mappa delle zone di pesca di fondo esistenti nella zona di regolamentazione, illustrate nella figura 2 delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 2 dell'allegato al presente regolamento, è delimitata a ovest dal confine della zona economica esclusiva del Canada e a est dalle coordinate di cui alla tabella 4 delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 14 dell'allegato al presente regolamento.

Emendamento    27

Proposta di regolamento

Articolo 18 – paragrafo 1

Testo della Commissione

Emendamento

1.  Fino al 31 dicembre 2020 nessuna nave può praticare attività di pesca di fondo in alcuna delle zone indicate nella figura 3 delle misure di conservazione e di esecuzione e definite collegando le coordinate specificate nella tabella 5 delle misure di conservazione e di esecuzione nella loro sequenza numerica e ritornando alla coordinata 1.

1.  Fino al 31 dicembre 2020 nessuna nave può praticare attività di pesca di fondo in alcuna delle zone indicate nella figura 3 delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 1 dell'allegato al presente regolamento e definite collegando le coordinate specificate nella tabella 5 delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 16 dell'allegato al presente regolamento nella loro sequenza numerica e ritornando alla coordinata 1.

Emendamento    28

Proposta di regolamento

Articolo 18 – paragrafo 2

Testo della Commissione

Emendamento

2.  Fino al 31 dicembre 2020 nessuna nave può praticare attività di pesca di fondo nella zona della divisione 3O indicata nella figura 4 delle misure di conservazione e di esecuzione e definita collegando le coordinate specificate nella tabella 6 delle misure di conservazione e di esecuzione nella loro sequenza numerica e ritornando alla coordinata 1.

2.  Fino al 31 dicembre 2020 nessuna nave può praticare attività di pesca di fondo nella zona della divisione 3O indicata nella figura 4 delle misure di conservazione e di esecuzione e definita di cui al punto 17 dell'allegato al presente regolamento collegando le coordinate specificate nella tabella 6 delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 18 dell'allegato al presente regolamento nella loro sequenza numerica e ritornando alla coordinata 1.

Emendamento    29

Proposta di regolamento

Articolo 18 – paragrafo 3

Testo della Commissione

Emendamento

3.  Fino al 31 dicembre 2020 nessuna nave può praticare attività di pesca di fondo nelle zone 1-13 indicate nella figura 5 delle misure di conservazione e di esecuzione e definite collegando le coordinate specificate nella tabella 7 delle misure di conservazione e di esecuzione nella loro sequenza numerica e ritornando alla coordinata 1.

3.  Fino al 31 dicembre 2020 nessuna nave può praticare attività di pesca di fondo nelle zone 1-13 indicate nella figura 5 delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 19 dell'allegato al presente regolamento e definite collegando le coordinate specificate nella tabella 7 delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 20 dell'allegato al presente regolamento nella loro sequenza numerica e ritornando alla coordinata 1.

Emendamento    30

Proposta di regolamento

Articolo 18 – paragrafo 4

Testo della Commissione

Emendamento

4.  Fino al 31 dicembre 2018 nessuna nave può praticare attività di pesca di fondo nella zona 14 indicata nella figura 5 e definita collegando le coordinate specificate nella tabella 7 delle misure di conservazione e di esecuzione nella loro sequenza numerica e ritornando alla coordinata 1.

4.  Fino al 31 dicembre 2018 nessuna nave può praticare attività di pesca di fondo nella zona 14 indicata nella figura 5 delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 19 dell'allegato al presente regolamento e definita collegando le coordinate specificate nella tabella 7 delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 20 dell'allegato al presente regolamento nella loro sequenza numerica e ritornando alla coordinata 1..

 

Emendamento    31

Proposta di regolamento

Articolo 19 – paragrafo 1

Testo della Commissione

Emendamento

1.  Le attività di pesca di fondo esplorative sono soggette a una precedente attività esplorativa condotta in conformità al protocollo di pesca esplorativa di cui all'allegato I.E delle misure di conservazione e di esecuzione.

1.  Le attività di pesca di fondo esplorative sono soggette a una precedente attività esplorativa condotta in conformità al protocollo di pesca esplorativa di cui all'allegato I.E delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 21 dell'allegato al presente regolamento.

Emendamento    32

Proposta di regolamento

Articolo 19 – paragrafo 2 – lettera a

Testo della Commissione

Emendamento

(a)  a comunicare alla Commissione la "Notifica dell'intenzione di praticare la pesca esplorativa di fondo" in conformità all'allegato I.E delle misure di conservazione e di esecuzione, unitamente alla valutazione di cui all'articolo 20, paragrafo 1;

(a)  a comunicare alla Commissione la "Notifica dell'intenzione di praticare la pesca esplorativa di fondo" in conformità all'allegato I.E delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 22 dell'allegato al presente regolamento, unitamente alla valutazione di cui all'articolo 20, paragrafo 1;

Emendamento    33

Proposta di regolamento

Articolo 19 – paragrafo 2 – lettera d

Testo della Commissione

Emendamento

(d)  a trasmettere alla Commissione un "Rapporto sulla bordata di pesca esplorativa" in conformità all'allegato I.E delle misure di conservazione e di esecuzione entro 2 mesi dal completamento delle attività di pesca di fondo esplorative.

(d)  a trasmettere alla Commissione un "Rapporto sulla bordata di pesca esplorativa" in conformità all'allegato I.E delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 23 dell'allegato al presente regolamento entro 2 mesi dal completamento delle attività di pesca di fondo esplorative.

Emendamento    34

Proposta di regolamento

Articolo 20 – paragrafo 2 – lettera b

Testo della Commissione

Emendamento

(b)  analizza i diversi elementi conformemente all'allegato I.E delle misure di conservazione e di esecuzione.

(b)  analizza i diversi elementi a fini di valutazione delle attività di pesca di fondo esplorative proposte conformemente all'allegato I.E delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 24 dell'allegato al presente regolamento.

Emendamento    35

Proposta di regolamento

Articolo 21 – paragrafo 2

Testo della Commissione

Emendamento

2.  Ogni Stato membro chiede ai comandanti delle navi autorizzate a battere la sua bandiera, che effettuano attività di pesca di fondo nella zona di regolamentazione, di quantificare le catture di specie indicatrici di EMV, qualora nel corso delle operazioni di pesca siano rinvenute prove di tali specie, in conformità all'allegato I.E delle misure di conservazione e di esecuzione.

2.  Ogni Stato membro chiede ai comandanti delle navi autorizzate a battere la sua bandiera, che effettuano attività di pesca di fondo nella zona di regolamentazione, di quantificare le catture di specie indicatrici di EMV, qualora nel corso delle operazioni di pesca siano rinvenute prove di tali specie, in conformità all'allegato I.E delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 25 dell'allegato al presente regolamento.

Emendamento    36

Proposta di regolamento

Articolo 21 – paragrafo 4 – lettera a

Testo della Commissione

Emendamento

(a)  identifichi coralli, spugne e altri organismi al livello tassonomico più basso possibile, utilizzando il "Modulo per la raccolta dei dati della pesca esplorativa", conformemente all'allegato I.E delle misure di conservazione e di esecuzione; e

(a)  identifichi coralli, spugne e altri organismi al livello tassonomico più basso possibile, utilizzando il "Modulo per la raccolta dei dati della pesca esplorativa", conformemente all'allegato I.E delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 26 dell'allegato al presente regolamento; e

Emendamento    37

Proposta di regolamento

Articolo 22 – paragrafo 1 – lettera a

Testo della Commissione

Emendamento

(a)  un elenco delle navi abilitate a battere la sua bandiera e che può autorizzare a effettuare attività di pesca nella zona di regolamentazione, nel prosieguo la "nave notificata", nel formato di cui allegato II.C.1 delle misure di conservazione e di esecuzione;

(a)  un elenco delle navi abilitate a battere la sua bandiera e che può autorizzare a effettuare attività di pesca nella zona di regolamentazione, nel prosieguo la "nave notificata", nel formato di cui all'allegato II.C.1 delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 27 dell'allegato al presente regolamento;

Emendamento    38

Proposta di regolamento

Articolo 22 – paragrafo 1 – lettera b

Testo della Commissione

Emendamento

(b)  periodicamente, e sollecitamente, eventuali cancellazioni dall'elenco delle navi notificate nel formato di cui allegato II.C.2 delle misure di conservazione e di esecuzione.

(b)  periodicamente, e sollecitamente, eventuali cancellazioni dall'elenco delle navi notificate nel formato di cui allegato II.C.2 delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 28 dell'allegato al presente regolamento.

Emendamento    39

Proposta di regolamento

Articolo 22 – paragrafo 5 – lettera a

Testo della Commissione

Emendamento

(a)  l'autorizzazione individuale per ogni nave che figura sull'elenco delle navi notificate e da esso autorizzata a effettuare attività di pesca nella zona di regolamentazione, nel prosieguo la "nave autorizzata", nel formato di cui all'allegato II.C3 delle misure di conservazione e di esecuzione, entro 20 giorni dall'inizio delle attività di pesca per l'anno civile;

(a)  l'autorizzazione individuale per ogni nave che figura sull'elenco delle navi notificate e da esso autorizzata a effettuare attività di pesca nella zona di regolamentazione, nel prosieguo la "nave autorizzata", nel formato di cui all'allegato II.C3 delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 29 dell'allegato al presente regolamento, entro 20 giorni dall'inizio delle attività di pesca per l'anno civile;

ogni autorizzazione indica in particolare le date di inizio e di fine della validità e le specie per le quali è autorizzata la pesca diretta, salvo esenzioni previste nell'allegato II.C3 delle misure di conservazione e di esecuzione. Se la nave intende pescare specie regolamentate indicate nelle possibilità di pesca, viene identificato lo stock in cui la specie regolamentata è associata alla zona interessata;

ogni autorizzazione indica in particolare le date di inizio e di fine della validità e le specie per le quali è autorizzata la pesca diretta, salvo esenzioni previste nell'allegato II.C3 delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 29 dell'allegato al presente regolamento. Se la nave intende pescare specie regolamentate indicate nelle possibilità di pesca, viene identificato lo stock in cui la specie regolamentata è associata alla zona interessata;

Emendamento    40

Proposta di regolamento

Articolo 22 – paragrafo 5 – lettera b

Testo della Commissione

Emendamento

(b)  in tempi rapidi, la sospensione dell'autorizzazione, nel formato di cui nell'allegato II.C4 delle misure di conservazione e di esecuzione, in caso di revoca dell'autorizzazione di cui trattasi o di qualsiasi modifica del suo contenuto, se la revoca o la modifica intervengono durante il periodo di validità;

(b)  in tempi rapidi, la sospensione dell'autorizzazione, nel formato di cui nell'allegato II.C4 delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 30 dell'allegato al presente regolamento, in caso di revoca dell'autorizzazione di cui trattasi o di qualsiasi modifica del suo contenuto, se la revoca o la modifica intervengono durante il periodo di validità;

Emendamento    41

Proposta di regolamento

Articolo 24 – paragrafo 1 – lettera b

Testo della Commissione

Emendamento

(b)  il codice alfa-3 per ciascuna specie di cui all'allegato I.C delle misure di conservazione e di esecuzione;

(b)  il codice alfa-3 per ciascuna specie di cui all'allegato I.C delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 31 dell'allegato al presente regolamento;

Emendamento    42

Proposta di regolamento

Articolo 24 – paragrafo 1 – lettera e

Testo della Commissione

Emendamento

(e)  il codice della forma di presentazione dei prodotti quale riportato nell'allegato II.K delle misure di conservazione e di esecuzione.

(e)  il codice della forma di presentazione dei prodotti quale riportato nell'allegato II.K delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 32 dell'allegato al presente regolamento;

Emendamento    43

Proposta di regolamento

Articolo 25 – paragrafo 2 – parte introduttiva

Testo della Commissione

Emendamento

2.  Ogni peschereccio compila un giornale di pesca che è tenuto a bordo per almeno 12 mesi e che, conformemente all'allegato II.A delle misure di conservazione e di esecuzione:

2.  Ogni peschereccio compila un giornale di pesca che è tenuto a bordo per almeno 12 mesi e che, conformemente all'allegato II.A delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 33 dell'allegato al presente regolamento:

Emendamento    44

Proposta di regolamento

Articolo 25 – paragrafo 5 – lettera d

Testo della Commissione

Emendamento

(d)  sia tenuto a bordo fino al completamento dello sbarco.

(d)  sia tenuto a bordo fino al completamento dello sbarco di tutte le catture dal peschereccio.

Emendamento    45

Proposta di regolamento

Articolo 25 – paragrafo 6 – parte introduttiva

Testo della Commissione

Emendamento

6.  Ogni peschereccio trasmette per via elettronica al suo CCP rapporti sugli aspetti sottoindicati, in conformità al formato e al contenuto previsti per ciascun tipo di rapporto nell'allegato II.D e nell'allegato II.F delle misure di conservazione e di esecuzione:

6.  Ogni peschereccio trasmette per via elettronica al suo CCP rapporti sugli aspetti sottoindicati, in conformità al formato e al contenuto previsti per ciascun tipo di rapporto nell'allegato II.D e nell'allegato II.F delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 34 dell'allegato al presente regolamento:

Emendamento    46

Proposta di regolamento

Articolo 25 – paragrafo 6 – lettera g

Testo della Commissione

Emendamento

(g)  le catture delle specie che figurano nell'elenco di specie dell'allegato I.C delle misure di conservazione e di esecuzione, per le quali il peso vivo totale a bordo è inferiore a 100 kg, possono essere comunicate utilizzando il codice alfa-3 MZZ (specie marine non specificate), salvo che si tratti di squali. Nella misura del possibile tutte le catture di squali devono essere indicate a livello di specie utilizzando il corrispondente codice alfa-3. Qualora non sia possibile inviare un rapporto specifico per specie, le specie di squali sono registrate, a seconda dei casi, come squaliformi (SHX) o spinaroli (DGX), conformemente ai codici alfa-3 presentati nell'allegato I.C delle misure di conservazione e di esecuzione.

(g)  le catture delle specie che figurano nell'elenco di specie dell'allegato I.C delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 31 dell'allegato al presente regolamento, per le quali il peso vivo totale a bordo è inferiore a 100 kg, possono essere comunicate utilizzando il codice alfa-3 MZZ (specie marine non specificate), salvo che si tratti di squali. Nella misura del possibile tutte le catture di squali devono essere indicate a livello di specie utilizzando il corrispondente codice alfa-3. Qualora non sia possibile inviare un rapporto specifico per specie, le specie di squali sono registrate, a seconda dei casi, come squaliformi (SHX) o spinaroli (DGX), conformemente ai codici alfa-3 presentati nell'allegato I.C delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 31 dell'allegato al presente regolamento.

Emendamento    47

Proposta di regolamento

Articolo 25 – paragrafo 7 – comma 1

Testo della Commissione

Emendamento

I rapporti di cui al paragrafo 6 possono essere annullati utilizzando il formato specificato nell'allegato II.F (8) delle misure di conservazione e di esecuzione. Se uno dei rapporti menzionati deve essere corretto, un nuovo rapporto va inviato sollecitamente dopo l'annullamento nei tempi specificati nel presente articolo.

I rapporti di cui al paragrafo 6 possono essere annullati utilizzando il formato specificato nell'allegato II.F (8) delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 35 dell'allegato al presente regolamento. Se uno dei rapporti menzionati deve essere corretto, un nuovo rapporto va inviato sollecitamente dopo l'annullamento nei tempi specificati nel presente articolo.

Emendamento    48

Proposta di regolamento

Articolo 25 – paragrafo 8

Testo della Commissione

Emendamento

8.  Ogni Stato membro provvede affinché il proprio CCP, immediatamente dopo il ricevimento, trasmetta per via elettronica i rapporti di cui al paragrafo 6 al segretario esecutivo della NAFO nel formato previsto all'allegato II.D delle misure di conservazione e di esecuzione, mettendo in copia la Commissione e l'EFCA.

8.  Ogni Stato membro provvede affinché il proprio CCP, immediatamente dopo il ricevimento, trasmetta per via elettronica i rapporti di cui al paragrafo 6 al segretario esecutivo della NAFO nel formato previsto all'allegato II.D delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 34 dell'allegato al presente regolamento, mettendo in copia la Commissione e l'EFCA.

Emendamento    49

Proposta di regolamento

Articolo 25 – paragrafo 9 – lettera b

Testo della Commissione

Emendamento

(b)  si assicurano che le informazioni del giornale di pesca siano trasmesse alla Commissione in formato XML (Extensible Markup Language) o in un file in formato Microsoft Excel contenente come minimo le informazioni di cui all'allegato II.N delle misure di conservazione e di esecuzione entro 60 giorni dal termine di ciascuna bordata.

(b)  si assicurano che le informazioni del giornale di pesca siano trasmesse alla Commissione in formato XML (Extensible Markup Language) o in un file in formato Microsoft Excel contenente come minimo le informazioni di cui all'allegato II.N delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 36 dell'allegato al presente regolamento entro 60 giorni dal termine di ciascuna bordata.

Emendamento    50

Proposta di regolamento

Articolo 26 – paragrafo 9 – lettera b

Testo della Commissione

Emendamento

(b)  che i dati di posizione VMS trasmessi al segretario esecutivo della NAFO siano conformi al formato per lo scambio di dati di cui all'allegato II.E delle misure di conservazione e di esecuzione e all'ulteriore descrizione che figura nell'allegato II.D delle stesse misure.

(b)  che i dati di posizione VMS trasmessi al segretario esecutivo della NAFO siano conformi al formato per lo scambio di dati di cui all'allegato II.E delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 37 dell'allegato al presente regolamento e all'ulteriore descrizione che figura nell'allegato II.D delle stesse misure di cui al punto 34 dell'allegato al presente regolamento.

Emendamento    51

Proposta di regolamento

Articolo 27 – paragrafo 3 – lettera d

Testo della Commissione

Emendamento

(d)  se la nave svolge attività di pesca nelle zone di chiusura per la protezione delle montagne sottomarine, di cui all'articolo 18, paragrafo 1, annotare, per ogni retata, nella sezione "Osservazioni" del rapporto di osservazione di cui all'allegato II.M delle misure di conservazione e di esecuzione, tutte le quantità di specie indicatrici di EMV di cui all'allegato I.E delle misure di conservazione e di esecuzione;

(d)  se la nave svolge attività di pesca nelle zone di chiusura per la protezione delle montagne sottomarine, di cui all'articolo 18, paragrafo 1, annotare, per ogni retata, nella sezione "Osservazioni" del rapporto di osservazione di cui all'allegato II.M delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 38 dell'allegato al presente regolamento, tutte le quantità di specie indicatrici di EMV di cui all'allegato I.E delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 25 dell'allegato al presente regolamento;

Emendamento    52

Proposta di regolamento

Articolo 27 – paragrafo 3 – lettera h

Testo della Commissione

Emendamento

(h)  prima possibile dopo aver lasciato la zona di regolamentazione e, al più tardi, all'arrivo della nave in porto, presentare il rapporto di cui all'allegato II.M delle misure di conservazione e di esecuzione, in formato elettronico, allo Stato membro di bandiera e, in caso di ispezione in porto, alla locale autorità portuale di ispezione. Lo Stato membro di bandiera trasmette il rapporto alla Commissione, in un file di formato Microsoft Excel, entro 25 giorni dall'arrivo della nave in porto. La Commissione a sua volta invia tale rapporto al segretario esecutivo della NAFO.

(h)  prima possibile dopo aver lasciato la zona di regolamentazione e, al più tardi, all'arrivo della nave in porto, presentare il rapporto di cui all'allegato II.M delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 38 dell'allegato al presente regolamento, in formato elettronico, allo Stato membro di bandiera e, in caso di ispezione in porto, alla locale autorità portuale di ispezione. Lo Stato membro di bandiera trasmette il rapporto alla Commissione, in un file di formato Microsoft Excel, entro 25 giorni dall'arrivo della nave in porto. La Commissione a sua volta invia tale rapporto al segretario esecutivo della NAFO.

Emendamento    53

Proposta di regolamento

Articolo 28 – paragrafo 9 – lettera a

Testo della Commissione

Emendamento

(a)  in aggiunta alle mansioni di cui all'articolo 27, paragrafo 3, trasmette ogni giorno, in conformità all'allegato II.G delle misure di conservazione e di esecuzione, un rapporto di osservatore (OBR) al CCP dello Stato membro di bandiera che, entro le ore 12:00 UTC del giorno successivo al suo ricevimento, lo trasmette alla Commissione, la quale a sua volta lo invia al segretario esecutivo della NAFO; e

(a)  in aggiunta alle mansioni di cui all'articolo 27, paragrafo 3, trasmette ogni giorno, in conformità all'allegato II.G delle misure di conservazione e di esecuzione, un rapporto di osservatore (OBR) al CCP dello Stato membro di bandiera di cui al punto 39 dell'allegato al presente regolamento che, entro le ore 12:00 UTC del giorno successivo al suo ricevimento, lo trasmette alla Commissione, la quale a sua volta lo invia al segretario esecutivo della NAFO; e

Emendamento    54

Proposta di regolamento

Articolo 28 – paragrafo 10 – lettera a

Testo della Commissione

Emendamento

(a)  conformemente all'allegato II.F(3) delle misure di conservazione e di esecuzione, trasmette quotidianamente il rapporto CAT al CCP dello Stato membro di bandiera e si assicura che le catture così comunicate corrispondano ai dati del giornale di pesca. Entro le ore 12:00 UTC del giorno successivo al suo ricevimento, il CCP trasmette il rapporto alla Commissione, la quale a sua volta lo invia al segretario esecutivo della NAFO; e

(a)  conformemente all'allegato II.F(3) delle misure di conservazione e di esecuzione, trasmette quotidianamente il rapporto CAT al CCP dello Stato membro di bandiera di cui al punto 40 dell'allegato al presente regolamento e si assicura che le catture così comunicate corrispondano ai dati del giornale di pesca. Entro le ore 12:00 UTC del giorno successivo al suo ricevimento, il CCP trasmette il rapporto alla Commissione, la quale a sua volta lo invia al segretario esecutivo della NAFO; e

Emendamento    55

Proposta di regolamento

Articolo 29 – paragrafo 10

Testo della Commissione

Emendamento

10.  Tutti i rapporti di ispezione, sorveglianza e indagine di cui al presente capo VII, e le relative immagini o prove, sono trattati come riservati, conformemente all'allegato II.B delle misure di conservazione e di esecuzione.

10.  Tutti i rapporti di ispezione, sorveglianza e indagine di cui al presente capo VII, e le relative immagini o prove, sono trattati come riservati, conformemente all'allegato II.B delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 41 dell'allegato al presente regolamento.

Emendamento    56

Proposta di regolamento

Articolo 31 – paragrafo 1 – lettera a

Testo della Commissione

Emendamento

(a)  compila il modulo del rapporto di sorveglianza di cui all'allegato IV.A delle misure di conservazione e di esecuzione. Se l'ispettore ha effettuato una valutazione volumetrica o una valutazione della composizione delle catture di una retata, il rapporto di sorveglianza contiene tutte le informazioni pertinenti sulla composizione della cala e indica il metodo utilizzato per la valutazione volumetrica;

(a)  compila il modulo del rapporto di sorveglianza conformemente all'allegato IV.A delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 42 dell'allegato al presente regolamento. Se l'ispettore ha effettuato una valutazione volumetrica o una valutazione della composizione delle catture di una retata, il rapporto di sorveglianza contiene tutte le informazioni pertinenti sulla composizione della cala e indica il metodo utilizzato per la valutazione volumetrica;

Emendamento    57

Proposta di regolamento

Articolo 32 – lettera b

Testo della Commissione

Emendamento

(b)  inalberino sulla nave di ispezione e sull'imbarcazione di servizio che effettua l'abbordaggio il guidone riportato nell'allegato IV.E delle misure di conservazione e di esecuzione;

(b)  inalberino sulla nave di ispezione e sull'imbarcazione di servizio che effettua l'abbordaggio il guidone riportato nell'allegato IV.E delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 43 dell'allegato al presente regolamento;

Emendamento    58

Proposta di regolamento

Articolo 33 – lettera c

Testo della Commissione

Emendamento

(c)  fornendo una scaletta d'imbarco conforme alle disposizioni dell'allegato IV.G delle misure di conservazione e di esecuzione;

(c)  fornendo una scaletta d'imbarco conforme alle disposizioni dell'allegato IV.G delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 44 dell'allegato al presente regolamento;

Emendamento    59

Proposta di regolamento

Articolo 33 – lettera h

Testo della Commissione

Emendamento

(h)  astenendosi dall'interferire con gli eventuali contatti tra gli ispettori e l'osservatore;

(h)  astenendosi dall'interferire con gli eventuali contatti tra gli ispettori e l'osservatore e predisponendo a tale scopo uno spazio o una zona riservati;

Emendamento    60

Proposta di regolamento

Articolo 34 – paragrafo 1

Testo della Commissione

Emendamento

1.  Gli Stati membri si assicurano che i loro ispettori redigano, per ogni ispezione, un rapporto di ispezione nella forma prevista all'allegato IV.B delle misure di conservazione e di esecuzione.

1.  Gli Stati membri si assicurano che i loro ispettori redigano, per ogni ispezione, un rapporto di ispezione nella forma prevista all'allegato IV.B delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 45 dell'allegato al presente regolamento.

Emendamento    61

Proposta di regolamento

Articolo 34 – lettera b

Testo della Commissione

Emendamento

(b)  nel confrontare le annotazioni del registro di produzione con quelle del giornale di pesca, gli ispettori convertono in peso vivo il peso di produzione applicando i fattori di conversione utilizzati dal comandante;

(b)  nel confrontare le annotazioni del registro di produzione con quelle del giornale di pesca, gli ispettori convertono in peso vivo il peso di produzione applicando i fattori di conversione di cui agli allegati XIII, XIV e XV del regolamento (UE) n. 404/2011; per le specie e le presentazioni non contemplate da tali allegati, si applicano i fattori di conversione utilizzati dal comandante;

Emendamento    62

Proposta di regolamento

Articolo 35 – paragrafo 1 – lettera d

Testo della Commissione

Emendamento

(d)  appongano in modo sicuro il sigillo di ispezione riportato nei "Sigilli di ispezione NAFO" di cui all'allegato IV.F delle misure di conservazione e di esecuzione e annotino debitamente le azioni adottate e il numero di serie di ciascun sigillo nel rapporto di ispezione;

(d)  appongano in modo sicuro il sigillo di ispezione riportato nei "Sigilli di ispezione NAFO" di cui all'allegato IV.F delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 46 dell'allegato al presente regolamento e annotino debitamente le azioni adottate e il numero di serie di ciascun sigillo nel rapporto di ispezione;

Emendamento    63

Proposta di regolamento

Articolo 35 – paragrafo 2 – lettera a

Testo della Commissione

Emendamento

(a)  entro 24 ore dall'accertamento dell'infrazione trasmette una notifica scritta dell'infrazione accertata dai suoi ispettori alla Commissione e all'EFCA, che la inviano a loro volta all'autorità competente della parte contraente Stato di bandiera o dello Stato membro, se diverso dallo Stato membro di ispezione, e al segretario esecutivo della NAFO. La notifica scritta contiene le informazioni riportate al punto 15 del rapporto di ispezione di cui all'allegato IV.B delle misure di conservazione e di esecuzione; indica le misure pertinenti e descrive in dettaglio i motivi in base ai quali è redatta una notifica di infrazione, nonché le prove a sostegno di tale notifica; e, laddove possibile, è corredata di immagini di attrezzi, catture o altri elementi di prova connessi con l'infrazione di cui al paragrafo 1;

(a)  entro 24 ore dall'accertamento dell'infrazione trasmette una notifica scritta dell'infrazione accertata dai suoi ispettori alla Commissione e all'EFCA, che la inviano a loro volta all'autorità competente della parte contraente Stato di bandiera o dello Stato membro, se diverso dallo Stato membro di ispezione, e al segretario esecutivo della NAFO. La notifica scritta contiene le informazioni riportate al punto 15 del rapporto di ispezione di cui all'allegato IV.B delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 45 dell'allegato al presente regolamento; indica le misure pertinenti e descrive in dettaglio i motivi in base ai quali è redatta una notifica di infrazione, nonché le prove a sostegno di tale notifica; e, laddove possibile, è corredata di immagini di attrezzi, catture o altri elementi di prova connessi con l'infrazione di cui al paragrafo 1;

Emendamento    64

Proposta di regolamento

Articolo 36 – paragrafo 1 – lettera l

Testo della Commissione

Emendamento

(l)  il fatto di ostacolare o intimidire gli ispettori o gli osservatori, di interferire con il loro operato o di impedire in altro modo l'esercizio delle loro mansioni;

(l)  il fatto di ostacolare o intimidire gli ispettori o gli osservatori, di interferire con il loro operato o di impedire in altro modo l'esercizio delle loro mansioni ovvero di esercitare pressioni indirette, ad esempio impedendo loro di riposare correttamente o violandone la privacy;

Motivazione

Gli osservatori trascorrono lunghi periodi a bordo delle navi da pesca e i tentativi di disturbarne il riposo o la privacy, senza ostacolarne palesemente il lavoro, sono un modo indiretto per comprometterne la capacità di svolgere i propri compiti.

Emendamento    65

Proposta di regolamento

Articolo 39 – comma 1

Testo della Commissione

Emendamento

Le disposizioni di cui al presente capo si applicano agli sbarchi, ai trasbordi o all'utilizzo dei porti degli Stati membri da parte di pescherecci autorizzati a battere la bandiera di un'altra parte contraente della NAFO che effettuano attività di pesca nella zona di regolamentazione. Le disposizioni si applicano ai pesci catturati nella zona di regolamentazione o ai prodotti ittici ottenuti da tali pesci che non siano stati precedentemente sbarcati o trasbordati in un porto.

Le disposizioni di cui al presente capo si applicano agli sbarchi, ai trasbordi o all'utilizzo dei porti degli Stati membri da parte di pescherecci autorizzati a battere la bandiera di un'altra parte contraente della NAFO che effettuano attività di pesca nella zona di regolamentazione. Tali disposizioni si applicano alle catture effettuate nella zona di regolamentazione o ai prodotti ittici ottenuti da tali catture che non siano stati precedentemente sbarcati o trasbordati in un porto.

Motivazione

Le disposizioni si applicano a tutte le risorse alieutiche e non solo al pesce.

Emendamento    66

Proposta di regolamento

Articolo 40 – paragrafo 2

Testo della Commissione

Emendamento

2.  Lo Stato membro di approdo stabilisce un periodo minimo di 3 giorni lavorativi prima dell'ora prevista di arrivo per la richiesta preventiva. Tuttavia, previo accordo con la Commissione, lo Stato membro di approdo può stabilire un altro periodo per la richiesta preventiva, tenendo conto, tra l'altro, del tipo di prodotto della cattura o della distanza tra i fondali di pesca e i propri porti. Lo Stato membro di approdo comunica le informazioni sul periodo di richiesta preventiva alla Commissione che le pubblica, in formato PDF, sul sito web MCS della NAFO.

2.  Lo Stato membro di approdo stabilisce un periodo minimo di 3 giorni lavorativi prima dell'arrivo per la richiesta preventiva. Tuttavia, previo accordo con la Commissione, lo Stato membro di approdo può stabilire un altro periodo per la richiesta preventiva, tenendo conto, tra l'altro, del tipo di prodotto della cattura o della distanza tra i fondali di pesca e i propri porti. Lo Stato membro di approdo comunica le informazioni sul periodo di richiesta preventiva alla Commissione che le pubblica, in formato PDF, sul sito web MCS della NAFO.

Emendamento    67

Proposta di regolamento

Articolo 40 – paragrafo 7 – lettera c

Testo della Commissione

Emendamento

(c)  qualora la conferma non sia pervenuta entro 14 giorni dopo lo sbarco, lo Stato membro di approdo può confiscare e eliminare il pesce conformemente alla normativa nazionale.

(c)  qualora la conferma non sia pervenuta entro 14 giorni dal completamento delle operazioni di sbarco, lo Stato membro di approdo può confiscare e eliminare il pesce conformemente alla normativa nazionale.

Emendamento    68

Proposta di regolamento

Articolo 40 – paragrafo 8

Testo della Commissione

Emendamento

8.  Lo Stato membro di approdo comunica sollecitamente al comandante del peschereccio la sua decisione di autorizzare o negare l'ingresso in porto o, se il peschereccio è già in porto, di autorizzare o negare lo sbarco, il trasbordo e altri usi dei servizi portuali. Se il peschereccio è autorizzato a entrare in porto, lo Stato membro di approdo restituisce al comandante una copia del modulo di richiesta preventiva di controllo da parte dello Stato di approdo di cui all'allegato II.L delle misure di conservazione e di esecuzione con la parte C debitamente compilata. Tale copia è inoltre inviata alla Commissione per essere pubblicata sollecitamente sul sito web MCS della NAFO. Qualora sia negata l'autorizzazione di ingresso in porto, lo Stato membro di approdo comunica tale decisione anche alla parte contraente NAFO di cui il peschereccio batte la bandiera.

8.  Lo Stato membro di approdo comunica sollecitamente al comandante del peschereccio la sua decisione di autorizzare o negare l'ingresso in porto o, se il peschereccio è già in porto, di autorizzare o negare lo sbarco, il trasbordo e altri usi dei servizi portuali. Se il peschereccio è autorizzato a entrare in porto, lo Stato membro di approdo restituisce al comandante una copia del modulo di richiesta preventiva di controllo da parte dello Stato di approdo di cui all'allegato II.L delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 47 dell'allegato al presente regolamento con la parte C debitamente compilata. Tale copia è inoltre inviata alla Commissione per essere pubblicata sollecitamente sul sito web MCS della NAFO. Qualora sia negata l'autorizzazione di ingresso in porto, lo Stato membro di approdo comunica tale decisione anche alla parte contraente NAFO di cui il peschereccio batte la bandiera.

Emendamento    69

Proposta di regolamento

Articolo 40 – paragrafo 11

Testo della Commissione

Emendamento

11.  Le ispezioni sono effettuate in conformità all'allegato IV.H delle misure di conservazione e di esecuzione da ispettori autorizzati dello Stato membro di approdo, che presentano al comandante i documenti di identità prima di iniziare l'ispezione.

11.  Le ispezioni sono effettuate in conformità all'allegato IV.H delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 48 dell'allegato al presente regolamento da ispettori autorizzati dello Stato membro di approdo, che presentano al comandante i documenti di identità prima di iniziare l'ispezione.

Emendamento    70

Proposta di regolamento

Articolo 40 – paragrafo 13 – lettera a – punto iii

Testo della Commissione

Emendamento

(iii)  tutte le informazioni sulle catture riportate nella notifica preventiva di cui all'allegato II.L delle misure di conservazione e di esecuzione (moduli di richiesta preventiva di controllo da parte dello Stato di approdo);

(iii)  tutte le informazioni sulle catture riportate nella notifica preventiva di cui all'allegato II.L delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 47 dell'allegato al presente regolamento (moduli di richiesta preventiva di controllo da parte dello Stato di approdo);

Emendamento    71

Proposta di regolamento

Articolo 40 – paragrafo 16 – parte introduttiva

Testo della Commissione

Emendamento

16.  Ogni ispezione è documentata compilando il modulo PSC 3 (modulo per l'ispezione di controllo da parte dello Stato di approdo) di cui all'allegato IV.C delle misure di conservazione e di esecuzione. Il processo di compilazione e trattamento del rapporto sull'ispezione dello Stato di approdo comprende i seguenti aspetti:

16.  Ogni ispezione è documentata compilando il modulo PSC 3 (modulo per l'ispezione di controllo da parte dello Stato di approdo) di cui all'allegato IV.C delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 49 dell'allegato al presente regolamento. Il processo di compilazione e trattamento del rapporto sull'ispezione dello Stato di approdo comprende i seguenti aspetti:

Emendamento    72

Proposta di regolamento

Articolo 41 – paragrafo 2 – parte introduttiva

Testo della Commissione

Emendamento

2.  Lo Stato membro di un peschereccio che intende effettuare operazioni di sbarco o trasbordo, o qualora il peschereccio abbia effettuato operazioni di trasbordo al di fuori di un porto, rinvia per conferma una copia del modulo di richiesta preventiva di controllo da parte dello Stato di approdo di cui all'allegato II.L delle misure di conservazione e di esecuzione, trasmesso conformemente all'articolo 40, paragrafo 5, con la parte B debitamente compilata, in cui dichiara che:

2.  Lo Stato membro di un peschereccio che intende effettuare operazioni di sbarco o trasbordo, o qualora il peschereccio abbia effettuato operazioni di trasbordo al di fuori di un porto, rinvia per conferma una copia del modulo di richiesta preventiva di controllo da parte dello Stato di approdo di cui all'allegato II.L delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 47 dell'allegato al presente regolamento, trasmesso conformemente all'articolo 40, paragrafo 5, con la parte B debitamente compilata, in cui dichiara che:

Emendamento    73

Proposta di regolamento

Articolo 42 – paragrafo 1 – parte introduttiva

Testo della Commissione

Emendamento

1.  Il comandante o l'agente di un peschereccio che intenda entrare in porto invia una domanda in tal senso alle autorità competenti dello Stato membro di approdo entro i termini di cui all'articolo 40, paragrafo 2. La domanda è corredata del modulo di richiesta preventiva di controllo da parte dello Stato di approdo di cui all'allegato II.L, parte A, delle misure di conservazione e di esecuzione, debitamente compilato come segue:

1.  Il comandante o l'agente di un peschereccio che intenda entrare in porto invia una domanda in tal senso alle autorità competenti dello Stato membro di approdo entro i termini di cui all'articolo 40, paragrafo 2. La domanda è corredata del modulo di richiesta preventiva di controllo da parte dello Stato di approdo di cui all'allegato II.L, parte A, delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 47 dell'allegato al presente regolamento, debitamente compilato come segue:

Emendamento    74

Proposta di regolamento

Articolo 42 – paragrafo 2

Testo della Commissione

Emendamento

2.  Un comandante o agente può annullare una richiesta preventiva, previa notifica alle autorità competenti del porto che intendeva utilizzare. La richiesta è corredata di una copia del modulo originale di richiesta preventiva di controllo da parte dello Stato di approdo di cui all'allegato II.L delle misure di conservazione e di esecuzione, con la scritta "annullata" riportata in diagonale.

2.  Un comandante o agente può annullare una richiesta preventiva, previa notifica alle autorità competenti del porto che intendeva utilizzare. La richiesta è corredata di una copia del modulo originale di richiesta preventiva di controllo da parte dello Stato di approdo di cui all'allegato II.L delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 47 dell'allegato al presente regolamento, con la scritta "annullata" riportata in diagonale.

Emendamento    75

Proposta di regolamento

Articolo 44 – comma 1

Testo della Commissione

Emendamento

Tutti i rapporti di ispezione e di indagine, e le relative immagini e prove, nonché i moduli di cui al presente capo, sono trattati come documenti riservati dagli Stati membri, dalle autorità competenti, dagli operatori, dai comandanti delle navi e dal personale, conformemente all'allegato II.B delle misure di conservazione e di esecuzione.

Tutti i rapporti di ispezione e di indagine, e le relative immagini e prove, nonché i moduli di cui al presente capo, sono trattati come documenti riservati dagli Stati membri, dalle autorità competenti, dagli operatori, dai comandanti delle navi e dal personale, conformemente all'allegato II.B delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 41 dell'allegato al presente regolamento.

Emendamento    76

Proposta di regolamento

Articolo 46 – paragrafo 1 – lettera a

Testo della Commissione

Emendamento

(a)  trasmette immediatamente tali informazioni alla Commissione utilizzando il formato del rapporto di sorveglianza, di cui all'allegato IV.A delle misure di conservazione e di esecuzione;

(a)  trasmette immediatamente tali informazioni alla Commissione utilizzando il formato del rapporto di sorveglianza, di cui all'allegato IV.A delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 42 dell'allegato al presente regolamento;

Emendamento    77

Proposta di regolamento

Articolo 46 – paragrafo 1 – lettera d – punto i

Testo della Commissione

Emendamento

(i)  trasmette sollecitamente alla Commissione le risultanze dell'ispezione, utilizzando il modulo del rapporto di ispezione, di cui all'allegato IV.B delle misure di conservazione e di esecuzione; e

(i)  trasmette sollecitamente alla Commissione le risultanze dell'ispezione, utilizzando il modulo del rapporto di ispezione, di cui all'allegato IV.B delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al punto 45 dell'allegato al presente regolamento; e

Emendamento    78

Proposta di regolamento

Articolo 52 – paragrafo 1 – parte introduttiva

Testo della Commissione

Emendamento

1.  Alla Commissione è conferito il potere di adottare atti delegati conformemente all'articolo 53 in relazione a quanto segue:

1.  Alla Commissione è conferito il potere di adottare atti delegati conformemente all'articolo 53 che modificano il presente regolamento, al fine di adeguarlo alle misure adottate dalla NAFO, in relazione a quanto segue:

Emendamento    79

Proposta di regolamento

Articolo 52 – paragrafo 1 – lettera d bis (nuova)

Testo della Commissione

Emendamento

 

(d bis)  l'allegato,

Emendamento    80

Proposta di regolamento

Articolo 54

Testo della Commissione

Emendamento

Articolo 54

soppresso

Attuazione di alcune parti e allegati delle misure di conservazione e di esecuzione

 

1.  Le parti e gli allegati delle misure di conservazione e di esecuzione di cui alle seguenti disposizioni del presente regolamento diventano direttamente applicabili in ciascuno degli Stati membri ed esecutivi nei confronti di persone fisiche e giuridiche il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione di cui al paragrafo 2:

 

(a) articolo 3, paragrafi 17, 21 e 29;

 

(b) articolo 4, paragrafo 3, lettera a);

 

(c) articolo 9, paragrafi 1, 4 e 5;

 

(d) articolo 10, paragrafo 1, lettera e);

 

(e) articolo 13, paragrafo 1 e paragrafo 2, lettera d);

 

(f) articolo 14, paragrafi 2 e 3;

 

(g) articolo 16, paragrafi 1 e 2;

 

(h) articolo 17;

 

(i) articolo 18, paragrafi da 1 a 4;

 

(j) articolo 19, paragrafo 1 e paragrafo 2, lettere a) e d);

 

(k) articolo 20, paragrafo 2, lettera b);

 

(l) articolo 21, paragrafo 2 e paragrafo 4, lettera a);

 

(m) articolo 22, paragrafo 1, lettere a) e b) e paragrafo 5, lettera a);

 

(n) articolo 22, paragrafo 5, lettere a) e b);

 

(o) articolo 24, paragrafo 1, lettere b) e);

 

(p) articolo 25, paragrafo 2 e paragrafo 6, lettera g), paragrafo 7, paragrafo 8 e paragrafo 9, lettera b);

 

(q) articolo 26, paragrafo 9, lettera b);

 

(r) articolo 27, paragrafo 3, lettere d) e h);

 

(s) articolo 28, paragrafo 9, lettera a) e paragrafo 10, lettera a);

 

(t) articolo 29, paragrafo 10;

 

(u) articolo 31, paragrafo 1, lettera a);

 

(v) articolo 32, lettera b);

 

(w) articolo 33, lettera c);

 

(x) articolo 34, paragrafo 1;

 

(y) articolo 35, paragrafo 1, lettera d) e paragrafo 2, lettera a);

 

(z) articolo 40, paragrafo 8, paragrafo 11, paragrafo 13, lettera a), punto iii) e paragrafo 16,

 

(aa) articolo 41, paragrafo 2;

 

(bb) articolo 42, paragrafo 1, lettere a) e b) e paragrafo 2;

 

(cc) articolo 43;

 

(dd) articolo 44; e

 

(ee) articolo 46, paragrafo 1, lettere a) e d).

 

2.  La Commissione pubblica nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea le parti e gli allegati delle misure di conservazione e di esecuzione di cui al paragrafo 1 entro un mese dall'entrata in vigore del presente regolamento.

 

La Commissione pubblica nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea le modifiche successive delle parti e degli allegati delle misure di conservazione e di esecuzione già pubblicati, in conformità al primo comma, entro un mese dalla data in cui esse diventano vincolanti per l'Unione e gli Stati membri.

 

Emendamento    81

Proposta di regolamento

Allegato (nuovo)

Testo della Commissione

Emendamento

 

Allegato

 

[Ciascun punto è da completare con il contenuto della misura cui si fa riferimento]

 

(1) Tabella 4 delle CEM, di cui all'articolo 3, paragrafo 17;

 

(2) Figura 2 delle CEM, di cui all'articolo 3, paragrafo 17;

 

(3) Parte VI dell'allegato I.E delle CEM, di cui all'articolo 3, paragrafo 21;

 

(4) Parte VII dell'allegato I.E delle CEM, di cui all'articolo 3, paragrafo 29;

 

(5) Formato prescritto all'allegato II.C delle CEM, di cui all'articolo 4, paragrafo 3, lettera a);

 

(6) Tabella 1 e figura 1, punto 1 delle CEM, di cui all'articolo 9, paragrafo 1;

 

(7) Tabella 2 e figura 1, punto 2 delle CEM, di cui all'articolo 9, paragrafo 4;

 

(8) Tabella 3 e figura 1, punto 3 delle CEM, di cui all'articolo 9, paragrafo 5;

 

(9) Formato prescritto all'allegato II.C delle CEM, di cui all'articolo 10, paragrafo 1, lettera e);

 

(10) Allegato III.A delle CEM, di cui all'articolo 13, paragrafo 1;

 

(11) Allegato I.C delle CEM, di cui all'articolo 13, paragrafo 2, lettera d);

 

(12) Allegato III.B delle CEM, di cui all'articolo 14, paragrafi 2 e 3;

 

(13) Allegato I.D delle CEM, di cui all'articolo 16, paragrafi 1 e 2;

 

(14) Tabella 4 delle CEM, di cui all'articolo 17;

 

(15) Figura 3 delle CEM, di cui all'articolo 18, paragrafo 1;

 

(16) Tabella 5 delle CEM, di cui all'articolo 18, paragrafo 1;

 

(17) Figura 4 delle CEM, di cui all'articolo 18, paragrafo 2;

 

(18) Tabella 6 delle CEM, di cui all'articolo 18, paragrafo 2;

 

(19) Figura 5 delle CEM, di cui all'articolo 18, paragrafi 3 e 4;

 

(20) Tabella 7 delle CEM, di cui all'articolo 18, paragrafi 3 e 4;

 

(21) Protocollo di pesca esplorativa dell'allegato I.E delle CEM, di cui all'articolo 19, paragrafo 1;

 

(22) Notifica dell'intenzione di praticare la pesca esplorativa di fondo dell'allegato I.E delle CEM, di cui all'articolo 19, paragrafo 2, lettera a);

 

(23) Rapporto sulla bordata di pesca esplorativa dell'allegato I.E delle CEM, di cui all'articolo 19, paragrafo 2, lettera d);

 

(24) Elementi per la valutazione delle proposte attività di pesca di fondo esplorative dell'allegato I.E delle CEM, di cui all'articolo 20, paragrafo 2, lettera b);

 

(25) Elenco di specie indicatrici di ecosistemi marini vulnerabili (EMV) dell'allegato I.E delle CEM, di cui all'articolo 21, paragrafo 2 e all'articolo 27, paragrafo 3, lettera d);

 

(26) Modulo per la raccolta dei dati della pesca esplorativa dell'allegato I.E delle CEM, di cui all'articolo 21, paragrafo 4, lettera a);

 

(27) Formato prescritto per l'elenco delle navi dell'allegato II.C1 delle CEM, di cui all'articolo 22, paragrafo 1, lettera a);

 

(28) Formato prescritto per la cancellazione dall'elenco delle navi dell'allegato II.C2 delle CEM, di cui all'articolo 22, paragrafo 1, lettera b);

 

(29) Formato specificato per le singole autorizzazioni per ciascuna nave dell'allegato II.C3 delle CEM, di cui all'articolo 22, paragrafo 5, lettera a);

 

(30) Formato prescritto per la sospensione dell'autorizzazione dell'allegato II.C4 delle CEM, di cui all'articolo 22, paragrafo 5, lettera b);

 

(31) Elenco di specie dell'allegato I.C delle CEM, di cui all'articolo 24, paragrafo 1, lettera b) e all'articolo 25, paragrafo 6, lettera g);

 

(32) Elenco dei codici della forma di presentazione dei prodotti dell'allegato II.K delle CEM, di cui all'articolo 24, paragrafo 1, lettera e);

 

(33) Modello di giornale di pesca dell'allegato II.A delle CEM, di cui all'articolo 25, paragrafo 2;

 

(34) Formato per il rapporto delle catture dell'allegato II.D delle CEM, di cui all'articolo 25, paragrafi 6 e 8;

 

(35) Formato per la cancellazione del rapporto delle catture dell'allegato II.F delle CEM, di cui all'articolo 25, paragrafi 6 e 7;

 

(36) Allegato II.N delle CEM, di cui all'articolo 25, paragrafo 9, lettera b);

 

(37) Formato per lo scambio di dati dell'allegato II.E delle CEM, di cui all'articolo 26, paragrafo 9, lettera b);

 

(38) Rapporto di osservazione dell'allegato II.M delle CEM, di cui all'articolo 27, paragrafo 3, lettere d) e h);

 

(39) Rapporto dell'allegato II.G delle CEM, trasmesso quotidianamente dall'osservatore di cui all'articolo 28, paragrafo 9, lettera a);

 

(40) Rapporto CAT dell'allegato II.F, paragrafo 3, delle CEM, trasmesso quotidianamente dal comandante della nave di cui all'articolo 28, paragrafo 10, lettera a);

 

(41) Norme in materia di riservatezza dell'allegato II.B delle CEM, di cui all'articolo 29, paragrafo 10 e all'articolo 44;

 

(42) Modulo del rapporto di sorveglianza dell'allegato IV.A delle CEM, di cui all'articolo 31, paragrafo 1, lettera a) e all'articolo 46, paragrafo 1, lettera a);

 

(43) Immagine del guidone dell'allegato IV.E delle CEM, di cui all'articolo 32, lettera b);

 

(44) Norme riguardo alla fornitura di scaletta d'imbarco dell'allegato IV.G delle CEM, di cui all'articolo 33, lettera c);

 

(45) Rapporto d'ispezione dell'allegato IV.B delle CEM, di cui all'articolo 34, paragrafo 1, all'articolo 35, paragrafo 2, lettera a) e all'articolo 46, paragrafo 1, lettera d);

 

(46) Sigilli di ispezione NAFO dell'allegato IV.F delle CEM, di cui all'articolo 35, paragrafo 1, lettera d);

 

(47) Modulo di richiesta preventiva di controllo da parte dello Stato di approdo dell'allegato II.L delle CEM, di cui all'articolo 40, paragrafi 8 e 13, lettera a), punto iii), all'articolo 41, paragrafo 2) e all'articolo 42, paragrafi 1 e 2;

 

(48) Allegato IV.H delle CEM, sulle ispezioni, di cui all'articolo 40, paragrafo 11;

 

(49) Modulo per l'ispezione di controllo da parte dello Stato di approdo dell'allegato IV.C delle CEM, di cui all'articolo 40, paragrafo 16.

(1)

Non ancora pubblicato nella Gazzetta ufficiale.


MOTIVAZIONE

1) Contenuto della proposta

Il 7 agosto 2018 la Commissione ha presentato una proposta di regolamento che mira a trasporre nel diritto dell'Unione europea le misure di conservazione e di esecuzione (Conservation and enforcement measures - CEM) adottate dall'Organizzazione della pesca nell'Atlantico nord-occidentale (NAFO), di cui l'Unione europea è parte contraente dal 1979. La NAFO è l'organizzazione regionale di gestione della pesca (ORGP) responsabile della gestione delle risorse alieutiche nell'Atlantico nord-occidentale. Le misure di conservazione e di gestione della NAFO si applicano esclusivamente alla zona di regolamentazione della NAFO in alto mare. Ad oggi, l'Unione ha autorizzato 35 navi ad operare nella zona di regolamentazione NAFO con sbarchi limitati ai porti di Aveiro in Portogallo e Vigo in Spagna.

Tutte le parti contraenti della NAFO sono membri della commissione NAFO che, conformemente alla convenzione NAFO, cercano di adottare misure di conservazione e di esecuzione per consenso o, in via eccezionale, a maggioranza di due terzi. L'Unione è rappresentata alle riunioni della Commissione NAFO dalla Commissione europea, che dispone di un mandato quinquennale e segue le direttive di negoziato emanate dal Consiglio. Alle riunioni annuali della delegazione UE presso la NAFO partecipano la Commissione, il Consiglio e i rappresentanti dei portatori di interessi.

La convenzione NAFO stabilisce che le misure di conservazione adottate dalla commissione della NAFO sono vincolanti e che le parti contraenti sono tenute ad attuarle. Nelle sue riunioni annuali la commissione della NAFO adotta nuove misure che il segretario esecutivo della NAFO, successivamente alla riunione, notifica come decisioni della commissione della NAFO alle parti contraenti. Ricevuta la notifica, la Commissione informa il Consiglio in merito all'adozione di nuove misure e alla data prevista per la loro entrata in vigore.

L'articolo 3, paragrafo 5, del trattato sull'Unione europea stabilisce che l'Unione agisce nel rigoroso rispetto del diritto internazionale, il che include il rispetto delle misure di conservazione e di esecuzione della NAFO.

La presente proposta si riferisce alle misure adottate dalla NAFO a partire dal 2008 e all'entrata in vigore, il 18 maggio 2017, della convenzione NAFO modificata.

2) Posizione del relatore per parere

Il relatore accoglie con favore la proposta di regolamento che recepisce nel diritto comunitario le più recenti misure di conservazione e di esecuzione della NAFO.

Ricorda che, sebbene le dimensioni della flotta dell'UE autorizzata a pescare nella zona di regolamentazione NAFO siano ridotte, con un totale attualmente di 35 navi, il volume delle catture è comunque significativo rispetto alle dimensioni della flotta. Secondo le informazioni disponibili sul sito web della NAFO, i pescherecci dell'UE (appartenenti a sei diversi paesi) hanno registrato un totale di 50 936 tonnellate di catture nel 2017. Il Portogallo e la Spagna rappresentano insieme quasi l'80% del peso totale delle catture dell'Unione (38,18% ossia 19 448 tonnellate e 41,63% pari a 21 207 tonnellate).

Il relatore sottolinea che è essenziale garantire l'applicazione e il controllo di misure ottimali di conservazione per la pesca in queste acque, in quanto alcune specie bersaglio sono particolarmente sensibili alla gestione, in particolare quelle con un lungo ciclo di vita. Inoltre, le reti da traino sono gli attrezzi da pesca più utilizzati, il che danneggia il fondo marino e quindi gli habitat.

La politica comune della pesca deve applicarsi a tutte le flotte da pesca dell'UE, indipendentemente dalla zona in cui operano. La Commissione è pertanto invitata, nell'ambito delle riunioni della NAFO e in particolare quando la NAFO adotta misure di conservazione, ad introdurre misure per ridurre i rigetti o addirittura vietarli del tutto. È opportuno che si applichino le stesse norme, indipendentemente dalla zona geografica in cui operano i pescherecci dell'UE, al fine di evitare disparità e allineare le norme alle procedure obbligatorie applicabili alle operazioni di pesca dei pescherecci dell'UE in altre zone geografiche.

Infine, il relatore sottolinea che gli emendamenti alle misure di conservazione e di esecuzione devono essere recepiti senza indugio nel diritto dell'Unione e che, di conseguenza, non sono stati presentati emendamenti all'elenco completo dei 30 atti delegati proposti all'articolo 52. Pur riconoscendo che ciò faciliterà il rapido recepimento nel diritto dell'Unione delle più recenti misure di conservazione e di esecuzione della NAFO, egli ritiene che occorra trovare il modo per evitare la necessità di ricorrere a un numero così elevato di atti delegati. A tal fine, ha comunicato alla Commissione che la commissione per la pesca provvederà affinché gli atti delegati da presentare si limitino strettamente all'adozione di modifiche delle misure di conservazione e di esecuzione nel diritto dell'Unione, conformemente all'articolo 52, paragrafo 2, della proposta.


PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

Titolo

Proposta di regolamento che stabilisce le misure di conservazione e di controllo da applicare nella zona di regolamentazione dell'Organizzazione della pesca nell'Atlantico nord-occidentale

Riferimenti

COM(2018)0577 – C8-0391/2018 – 2018/0304(COD)

Presentazione della proposta al PE

7.8.2018

 

 

 

Commissione competente per il merito

 Annuncio in Aula

PECH

10.9.2018

 

 

 

Relatori

 Nomina

Ricardo Serrão Santos

4.9.2018

 

 

 

Esame in commissione

8.10.2018

27.11.2018

 

 

Approvazione

10.1.2019

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

23

1

0

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Marco Affronte, Clara Eugenia Aguilera García, Renata Briano, David Coburn, Diane Dodds, Linnéa Engström, Sylvie Goddyn, Carlos Iturgaiz, Werner Kuhn, António Marinho e Pinto, Gabriel Mato, Norica Nicolai, Annie Schreijer-Pierik, Ricardo Serrão Santos, Isabelle Thomas, Peter van Dalen, Jarosław Wałęsa

Supplenti presenti al momento della votazione finale

José Blanco López, Ole Christensen, Norbert Erdős, Jens Gieseke, Czesław Hoc, Nosheena Mobarik

Supplenti (art. 200, par. 2) presenti al momento della votazione finale

Tilly Metz

Deposito

16.1.2019


VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

23

+

ALDE

António Marinho e Pinto, Norica Nicolai

ECR

Peter van Dalen, Czesław Hoc, Nosheena Mobarik

EFDD

Sylvie Goddyn

NI

Diane Dodds

PPE

Norbert Erdős, Jens Gieseke, Carlos Iturgaiz, Werner Kuhn, Gabriel Mato, Annie Schreijer-Pierik, Jarosław Wałęsa

S&D

Clara Eugenia Aguilera García, José Blanco López, Renata Briano, Ole Christensen, Ricardo Serrão Santos, Isabelle Thomas

VERTS/ALE

Marco Affronte, Linnéa Engström, Tilly Metz

1

-

EFDD

David Coburn

0

0

 

 

Significato dei simboli utilizzati:

+  :  favorevoli

-  :  contrari

0  :  astenuti

Ultimo aggiornamento: 9 aprile 2019Avviso legale