Procedura : 2014/0327(NLE)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0168/2019

Testi presentati :

A8-0168/2019

Discussioni :

Votazioni :

PV 12/03/2019 - 9.10

Testi approvati :

P8_TA(2019)0144

RACCOMANDAZIONE     ***
PDF 165kWORD 55k
7.3.2019
PE 560.897v04-00 A8-0168/2019

concernente il progetto di decisione del Consiglio relativa alla conclusione, a nome dell'Unione e degli Stati membri, del protocollo recante modifica dell'accordo sul trasporto marittimo tra la Comunità europea e i suoi Stati membri, da un lato, e il governo della Repubblica popolare cinese, dall'altro, per tenere conto dell'adesione della Repubblica di Croazia all'Unione europea

(05083/2015 – C8-0022/2019 – 2014/0327(NLE))

Commissione per i trasporti e il turismo

Relatore: Francisco Assis

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO
 MOTIVAZIONE
 PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO
 VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

concernente il progetto di decisione del Consiglio relativa alla conclusione, a nome dell'Unione e degli Stati membri, del protocollo recante modifica dell'accordo sul trasporto marittimo tra la Comunità europea e i suoi Stati membri, da un lato, e il governo della Repubblica popolare cinese, dall'altro, per tenere conto dell'adesione della Repubblica di Croazia all'Unione europea

(05083/2015 – C8-0022/2019 – 2014/0327(NLE))

(Approvazione)

Il Parlamento europeo,

–  visto il progetto di decisione del Consiglio (05083/2015),

–  visto il progetto di Protocollo recante modifica dell'accordo sul trasporto marittimo tra la Comunità europea e i suoi Stati membri, da un lato, e il governo della Repubblica popolare cinese, dall'altro (05880/2015),

–  vista la richiesta di approvazione presentata dal Consiglio a norma dell'articolo 100, paragrafo 2, e dell'articolo 218, paragrafo 6, secondo comma, lettera a), del trattato sul funzionamento dell'Unione europea (C8-0022/2019),

–  visti l'articolo 99, paragrafi 1 e 4, e l'articolo 108, paragrafo 7, del suo regolamento,

–  vista la raccomandazione della commissione per i trasporti e il turismo (A8-0168/2019),

1.  dà la sua approvazione alla conclusione del protocollo;

2.  incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione nonché ai governi e ai parlamenti degli Stati membri e della Repubblica popolare cinese.


MOTIVAZIONE

L'atto di adesione della Repubblica di Croazia(1) prevede che quest'ultima aderisca agli accordi conclusi o firmati dall'Unione europea e dai suoi Stati membri con uno o più paesi terzi prima dell'adesione della Croazia mediante un protocollo agli accordi stessi.

La decisione del Consiglio del 14 settembre 2012 ha autorizzato la Commissione ad avviare negoziati con i paesi terzi interessati ai fini della conclusione dei protocolli pertinenti.

L'accordo sul trasporto marittimo tra la Comunità europea e i suoi Stati membri, da una parte, e il governo della Repubblica popolare cinese, dall'altra, è stato firmato a Bruxelles il 6 dicembre 2002; concluso mediante decisione del Consiglio del 28 gennaio 2008, è entrato in vigore il 1° marzo 2008.

L'8 luglio 2003, nel quadro della procedura di consultazione allora applicabile, la commissione per la politica regionale, i trasporti e il turismo ha approvato, con 26 voti favorevoli, 12 contrari e 1 astensione, un progetto di risoluzione legislativa del Parlamento europeo (A5-0254/2003). La risoluzione è stata approvata dall'Aula del Parlamento europeo il 2 settembre 2003 (P5_TA(2003)0357).

I principali obiettivi dell'accordo sono i seguenti:

•  rafforzare e consolidare le relazioni tra le parti nel settore dei trasporti marittimi internazionali, sulla base del principio di uguaglianza e del reciproco vantaggio;

•  riconoscere l'importanza dei servizi di trasporto marittimo con l'intento di promuovere ulteriormente i trasporti intermodali che comprendono una tratta marittima allo scopo di migliorare l'efficienza della catena di trasporti;

•  riconoscere l'importanza che riveste lo sviluppo di un'impostazione flessibile e fondata sulla logica del mercato e i vantaggi che presenta, per gli operatori economici delle due parti, la possibilità di controllare e di operare i propri servizi di trasporto internazionale di merci nel contesto di un efficiente sistema di trasporti marittimi internazionali.

Il 1° luglio 2013 la Repubblica di Croazia ha aderito all'UE diventando il 28° Stato membro.

Il protocollo è stato siglato a Bruxelles il 21 dicembre 2018; il Consiglio ha chiesto l'approvazione del Parlamento europeo in vista della conclusione del protocollo il 7 gennaio 2019.

Il protocollo renderà la Repubblica di Croazia parte dell'accordo e introdurrà i necessari adeguamenti linguistici conseguenti.

Il protocollo non modificherà in alcun modo il contenuto dell'accordo UE-Cina.

Conformemente all'articolo 99, paragrafo 1, del suo regolamento, gli emendamenti in commissione sono ricevibili solo se sono intesi a invertire la raccomandazione proposta dal relatore.

L'approvazione della decisione del Consiglio da parte del Parlamento europeo è un elemento obbligatorio ai fini del completamento del processo di ratifica del protocollo e contribuisce inoltre a continuare a tutelare e sviluppare le relazioni commerciali dell'Unione con la Repubblica popolare cinese.

Sulla base di quanto suesposto, il relatore propone che la commissione TRAN esprima parere favorevole alla conclusione del protocollo in esame.

(1)

GU L 112 del 24.4.2012, pag. 21.


PROCEDURA DELLA COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

Titolo

Protocollo recante modifica dell'accordo CE-Cina sui trasporti marittimi, per tenere conto dell'adesione della Repubblica di Croazia all'Unione europea

Riferimenti

05083/2015 – C8-0022/2019 – COM(2014)06922014/0327(NLE)

Consultazione / Richiesta di approvazione

4.1.2019

 

 

 

Commissione competente per il merito

       Annuncio in Aula

TRAN

14.1.2019

 

 

 

Relatori

       Nomina

Francisco Assis

9.12.2014

 

 

 

Esame in commissione

29.1.2019

 

 

 

Approvazione

4.3.2019

 

 

 

Esito della votazione finale

+:

–:

0:

33

0

0

Membri titolari presenti al momento della votazione finale

Marie-Christine Arnautu, Inés Ayala Sender, Georges Bach, Izaskun Bilbao Barandica, Deirdre Clune, Michael Cramer, Andor Deli, Isabella De Monte, Ismail Ertug, Dieter-Lebrecht Koch, Innocenzo Leontini, Peter Lundgren, Gesine Meissner, Cláudia Monteiro de Aguiar, Gabriele Preuß, Dominique Riquet, Massimiliano Salini, Claudia Schmidt, Keith Taylor, István Ujhelyi, Marita Ulvskog, Peter van Dalen, Wim van de Camp

Supplenti presenti al momento della votazione finale

Francisco Assis, Matt Carthy, Jakop Dalunde, Karoline Graswander-Hainz, Pavel Svoboda, Matthijs van Miltenburg, Henna Virkkunen

Supplenti (art. 200, par. 2) presenti al momento della votazione finale

Eleonora Evi, Michael Gahler, Ricardo Serrão Santos

Deposito

7.3.2019


VOTAZIONE FINALE PER APPELLO NOMINALEIN SEDE DI COMMISSIONE COMPETENTE PER IL MERITO

33

+

ALDE

Izaskun Bilbao Barandica, Gesine Meissner, Matthijs van Miltenburg, Dominique Riquet

ECR

Peter van Dalen, Innocenzo Leontini, Peter Lundgren

EFDD

Eleonora Evi

ENF

Marie-Christine Arnautu

GUE/NGL

Matt Carthy

PPE

Georges Bach, Wim van de Camp, Deirdre Clune, Andor Deli, Michael Gahler, Dieter-Lebrecht Koch, Cláudia Monteiro de Aguiar, Massimiliano Salini, Claudia Schmidt, Pavel Svoboda, Henna Virkkunen

S&D

Francisco Assis, Inés Ayala Sender, Isabella De Monte, Ismail Ertug, Karoline Graswander-Hainz, Gabriele Preuß, Ricardo Serrão Santos, István Ujhelyi, Marita Ulvskog

VERTS/ALE

Michael Cramer, Jakop Dalunde, Keith Taylor

0

-

 

 

0

0

 

 

Significato dei simboli utilizzati:

+  :  favorevoli

-  :  contrari

0  :  astenuti

Ultimo aggiornamento: 8 marzo 2019Avviso legale