PROPOSTA DI RISOLUZIONE
PDF 130kWORD 59k
29.6.2015
PE565.707v01-00
 
B8-0729/2015

presentata a norma dell'articolo 133 del regolamento


sul fenomeno delle spose bambine


Aldo Patriciello

Proposta di risoluzione del Parlamento europeo sul fenomeno delle spose bambine  
B8‑0729/2015

Il Parlamento europeo,

–       vista la Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea (CDFUE) del 2000,

–       vista la Convenzione europea dei diritti dell'uomo (CEDU) del 1950,

–       vista la Convenzione di Istanbul del 2011,

–       visto il rapporto del 2013 del Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (UNFPA) sul tema "Madri bambine",

–       visto l'articolo 133 del suo regolamento,

A.     considerando che ogni giorno ventimila ragazze di età inferiore ai 18 anni diventano madri nei paesi del sud del mondo;

B.     considerando che ogni anno partoriscono due milioni di ragazze di età inferiore ai 15 anni, su un totale di 7,3 milioni di madri adolescenti;

C.     considerando che i matrimoni precoci sono strettamente correlati ai matrimoni forzati, poiché la maggior parte delle volte le minori sono vittime di coercizione;

D.     considerando che solo in Italia, basandosi però su stime e non su dati certi, si parla di duemila ragazze nate nel paese e costrette a sposarsi negli Stati di origine;

E.     considerando che il fenomeno si inserisce all'interno della più ampia questione della discriminazione di genere e della violenza nei confronti delle donne;

1.      chiede alla Commissione di promuovere un'analisi più dettagliata del fenomeno in questione al fine di avere dei dati aggiornati e di adoperarsi per mettere in luce questa seria problematica sociale.

Avviso legale