PROPOSTA DI RISOLUZIONE
PDF 131kWORD 58k
29.7.2015
PE565.768v01-00
 
B8-0810/2015

presentata a norma dell'articolo 133 del regolamento


sul TTIP: per l'Europa più svantaggi che vantaggi


Gianluca Buonanno

Proposta di risoluzione del Parlamento europeo sul TTIP: per l'Europa più svantaggi che vantaggi  
B8‑0810/2015

Il Parlamento europeo,

–       visto l'articolo 133 del suo regolamento,

A.     considerando che, secondo l'ultimo rapporto della prestigiosa "Austrian Foundation for Development Research", i vantaggi prospettati dai diversi studi favorevoli al TTIP sarebbero solo fantasticherie utili a indorare la pillola di un accordo fortemente voluto dagli Stati Uniti;

B.     considerando che i presunti benefici economici si limiterebbero a una crescita del PIL di circa l'1% in un periodo di tempo di 10-20 anni, e quindi non sarebbe certo questo accordo a far uscire l'Europa dalla crisi;

C.     considerando invece gli svantaggi che esso apporterebbe, va sottolineato ad esempio come la sola eliminazione delle barriere non tariffarie (norme che riguardano salute, ambiente, diritti dei consumatori) avrebbe un costo sociale molto elevato, per non parlare dell'ISDS, il meccanismo di soluzione delle controversie che prevede una privatizzazione del diritto internazionale a scapito della democrazia e della sovranità degli Stati;

1.      invita la Commissione europea a far proprie le conclusioni di questo studio e a interrompere i negoziati di un accordo che tende sempre più ad assomigliare a un "Patto leonino" a danno dell'Europa e ad esclusivo vantaggio degli Stati Uniti.

Avviso legale