PROPOSTA DI RISOLUZIONE
PDF 129kWORD 59k
7.7.2015
PE565.772v01-00
 
B8-0814/2015

presentata a norma dell'articolo 133 del regolamento


sull'adozione dei minori


Dubravka Šuica, Patricija Šulin

Proposta di risoluzione del Parlamento europeo sull'adozione dei minori  
B8‑0814/2015

Il Parlamento europeo,

–       visto l'articolo 133 del suo regolamento,

A.     considerando che in materia di adozione di minori non esistono norme uniformi per tutti gli Stati membri e ogni Stato applica le proprie norme;

B.     considerando che per informarsi sulle procedure e le condizioni per l'adozione e su chi ha diritto all'adozione occorre rivolgersi alle autorità competenti nello Stato membro in questione;

C.     considerando che gli Stati membri condividono una serie di principi comuni stabiliti dalle convenzioni internazionali;

D.     considerando che occorre assicurarsi che l'adozione sia approvata da un tribunale o un'autorità amministrativa, che i genitori biologici del minore, se viventi, abbiano dato il proprio consenso e che l'adozione avvenga nell'interesse del minore;

E.     considerando che nella maggioranza degli Stati (ma non in tutti), il minore adottato può acquisire il cognome e la cittadinanza, nonché gli stessi diritti ereditari di un figlio biologico;

1.      si rammarica del fatto che la Commissione molto spesso non reagisca con sufficiente rapidità per prevenire i problemi riscontrati nell'adozione dei minori, ad esempio l'inutile dilungamento dell'intero processo;

2.      invita la Commissione a formulare orientamenti volti a incoraggiare gli Stati membri a conformare la questione dell'adozione dei minori alla Convenzione sui diritti del fanciullo.

 

Avviso legale