Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Giovedì 7 luglio 2016 - Strasburgo Edizione rivista

71a sessione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite (A8-0146/2016 - Andrey Kovatchev)
MPphoto
 
 

  Renato Soru (NI), per iscritto. ‒ Mi sono espresso a favore della raccomandazione al Consiglio sulle priorità dell'UE per la 71a sessione dell'Assemblea generale dell'ONU che si terrà il prossimo settembre. Sulla base delle solide relazioni tra le Nazioni Unite e l'Unione, il testo ribadisce il costante impegno da parte europea nei confronti della cooperazione multilaterale basata su norme e valori universali come parte integrante della nostra politica esterna. Il Consiglio dovrebbe insistere per soluzioni diplomatiche multilaterali con le parti impegnate nei conflitti in corso in Medio Oriente e Nord Africa, sostenendo in particolare le negoziazioni di pace tra le parti siriane. Allo stesso modo, si chiede al Consiglio di sostenere il ruolo attivo dell'UE nelle azioni collettive di contrasto al terrorismo internazionale e nella definizione di misure a favore del disarmo dei gruppi terroristici e contro la proliferazione nucleare, in linea con i trattati internazionali in materia. Per quanto riguarda la questione della riforma del Consiglio di Sicurezza, il Consiglio dovrebbe lavorare per un assetto di quest'organo che rispecchi maggiormente la nuova realtà mondiale e quindi la capacità di reazione dell'ONU alle crisi, con l'obiettivo di giungere ad un Consiglio riformato e allargato nel quale l'UE possa ottenere un seggio permanente.

 
Avviso legale