Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 5 ottobre 2016 - Strasburgo Edizione rivista

Adesione del Perù alla convenzione dell’Aia del 1980 sugli aspetti civili della sottrazione internazionale di minori (A8-0267/2016 - Angel Dzhambazki)
MPphoto
 
 

  Giovanni La Via (PPE), per iscritto. – La proposta oggi approvata, consentirà agli Stati contraenti di cooperare per trovare una soluzione che permetta di risolvere i casi di sottrazione internazionale di minori. Nella maggior parte dei casi il problema si presenta quando una coppia si separa, nello specifico quando i genitori provengono da Stati differenti, dando vita a lotte legali per ottenere l'affidamento dei figli. I tribunali degli Stati coinvolti, tendono ad affidare il minore al genitore che è cittadino dello Stato in cui il tribunale si trova. Per tali ragioni l'intento della presente relazione risulta essere quello di risolvere le problematiche in ambito internazionale e fare in modo che i tribunali competenti e le leggi applicabili siano quelle dello Stato di residenza del minore, garantendosi così la possibilità di un ritorno immediato del minore sottratto. Pertanto ho deciso di votare a favore.

 
Avviso legale