Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Martedì 25 ottobre 2016 - Strasburgo Edizione rivista

Quadro giuridico dell'Unione relativo alle infrazioni e alle sanzioni doganali (A8-0239/2016 - Kaja Kallas)
MPphoto
 
 

  Renata Briano (S&D), per iscritto. ‒ In base ai trattati, l'unione doganale e la politica commerciale sono di competenza esclusiva dell'Unione europea. Tuttavia, senza un approccio integrato per quanto concerne l'applicazione delle norme, ivi comprese le sanzioni, non è possibile che le amministrazioni doganali degli Stati membri agiscano come un'unica amministrazione, soprattutto alla luce delle loro notevoli differenze tra i sistemi sanzionatori. Questo è un limite importante a cui è necessario ovviare dotando l'UE di un codice doganale che agevoli il commercio e migliori la conformità delle pratiche amministrative doganali dei paesi membri. Sostenibilità e proporzionalità devono essere i criteri fondanti del codice doganale. Le sanzioni devono essere proporzionate e per questo non possono basarsi sul valore delle merci perché ciò potrebbe portare a un sistema sproporzionato in base al quale un'infrazione di lieve entità commessa in relazione a una merce di grande valore potrebbe provocare conseguenze disastrose per l'impresa. Dobbiamo piuttosto collegare l'entità della sanzione alle conseguenze finanziarie dell'infrazione. Le autorità doganali dovrebbero inoltre tenere conto delle spese del contenzioso, in particolare per le piccole e medie imprese e, conseguentemente, prevedere la possibilità di una procedura di transazione, che dovrebbe essere definita in modo da garantire la coerenza in tutta l'Unione europea.

 
Avviso legale