Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Giovedì 15 dicembre 2016 - Strasburgo Edizione rivista

Paesi terzi i cui cittadini sono soggetti all'obbligo del visto o esenti da esso: revisione del meccanismo di sospensione (A8-0235/2016 - Agustín Díaz de Mera García Consuegra)
MPphoto
 
 

  Giovanni La Via (PPE), per iscritto. – Il presente regolamento introduce dei criteri utili ad arginare le distorsioni derivanti dall'implementazione della politica dei visti dell'UE. Attraverso l'adozione di misure di immediata applicazione, la Commissione europea sarà in grado di interrompere temporaneamente la concessione di visti di breve durata nel caso in cui la domanda risulti non coerente con il potenziale di ammissibilità.

Mi gratifica, in particolare, il fatto che il Parlamento europeo abbia ottenuto durante la fase negoziale la deroga per cui, qualora la sospensione dei visti per un determinato paese risulti necessaria per un periodo superiore a 18 mesi, la stessa dovrà essere applicata attraverso l'adozione di atti delegati.

 
Avviso legale