Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Lunedì 13 febbraio 2017 - Strasburgo Edizione rivista

Relazione annuale sulla politica di concorrenza dell'UE (discussione)
MPphoto
 

  Fulvio Martusciello, a nome del gruppo PPE. – Signora Presidente, onorevoli colleghi, signor Commissario, lei deve comprendere che esistono troppi strumenti che falsano la concorrenza in Europa e basta leggere questo dossier per comprenderlo. Questo dossier, che è partito dalla Commissione con poche pagine, arriva in quest'Aula con oltre 30 pagine. In ogni articolo, in ogni punto di questo dossier c'è un elemento che deve far riflettere la Commissione, perché la concorrenza in Europa è falsata da tantissimi fattori. Allora noi ci auguriamo che tutte le indicazioni che vengono date alla Commissione vengano rispettate.

Mi piace ricordare che, per la prima volta, in questo dossier noi stabiliamo che il boicottaggio è uno strumento di falsificazione e di alterazione della concorrenza ed è un elemento che va sanzionato e che va ripreso. Signor Commissario, abbiamo individuato un elemento di grandissima falsificazione della concorrenza nell’individuazione e nel pagamento di pedaggi che vengono posti a carico dei contribuenti e dei cittadini per uscire dalle cinte urbane. Questo fenomeno è frequente in Italia – ad esempio sulla tangenziale di Napoli si deve pagare un euro per uscire dalla città – e lo si vuole replicare in altre tangenziali del nostro paese. Signor Commissario, consegniamo questo dossier con tutte le indicazioni e siamo certi che lei lo farà rispettare.

 
Avviso legale