Index 
 Vorige 
 Volgende 
 Volledige tekst 
Debatten
Woensdag 30 mei 2018 - Straatsburg Herziene uitgave

9. Verklaringen van het voorzitterschap
Video van de redevoeringen
PV
MPphoto
 

  Presidente. – Ieri il giornalista e scrittore russo Arkadij Babčenko è stato ucciso a colpi d'arma da fuoco nella sua casa a Kiev. Babčenko è stato tra i più importanti corrispondenti di guerra russi, ha dovuto lasciare il suo paese nel 2017. Era stato vittima di minacce di morte e di una campagna di odio sui social media, scatenata contro di lui a causa del suo lavoro di giornalista e delle sue opinioni politiche. Questo vile assassinio è un nuovo, inaccettabile attacco alla libertà di stampa e ai giornalisti che vegliano sui nostri valori e sulle nostre democrazie.

Questo Parlamento chiede che venga fatta piena luce sulla morte di Babčenko e che vengano assicurati alla giustizia non solo gli esecutori materiali, ma anche i mandanti di questo feroce omicidio. È nostro dovere sostenere gli sforzi dei media in favore della libertà, anche onorando la memoria dei giornalisti che hanno pagato con la vita la loro sete di verità, come Anna Politkovskaja, Daphne Caruana Galizia e Ján Kuciak. Finché non scopriremo chi sono i mandanti degli omicidi di questi due ultimi giornalisti, non rimarremo in silenzio.

Per quanto riguarda il fermo e il successivo rilascio in Spagna di Bill Browder, abbiamo ricevuto informazioni, come richiesto dall'on. Verhofstadt, ma abbiamo avuto anche notizie positive, è stato fermato e poi rilasciato da parte delle autorità spagnole questo attivista di nazionalità britannica. Le notizie che sono disponibili al momento indicano che Bill Browder era stato fermato in un primo momento dalla polizia spagnola sulla base di un mandato di arresto internazionale, il fermo non è stato successivamente convalidato e Bill Browder è stato rimesso in libertà. Ricordo che Bill Browder è il cofondatore della società di gestione di capitali russa Hermitage, il cui avvocato Sergej Magnitskij è stato assassinato in un carcere russo nel 2009.

Nel 2014 questo Parlamento ha adottato una risoluzione per chiedere sanzioni contro trentadue cittadini russi coinvolti a vario titolo nell'omicidio Magnitskij. Seguiamo con attenzione gli sviluppi della vicenda e siamo in contatto con le autorità spagnole per avere informazioni più dettagliate su quanto accaduto.

 
Laatst bijgewerkt op: 6 september 2018Juridische mededeling