Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 12 settembre 2018 - Strasburgo Edizione rivista

Sportello unico digitale (discussione)
MPphoto
 

  Nicola Caputo (S&D). – Signor Presidente, onorevoli colleghi, internet e le tecnologie digitali stanno trasformando il modo in cui le persone e le imprese vivono, lavorano, studiano, svolgono un'attività e viaggiano. Vantaggi per tutti gli europei potranno essere realizzati con una pubblica amministrazione aperta, efficiente, inclusiva e orientata a progetti ambiziosi di e-government che forniscono servizi digitali pubblici end-to-end senza frontiere, personalizzati e facili da utilizzare.

Il regolamento di cui discutiamo punta a semplificare il contatto tra cittadini e imprese, con servizi di assistenza di risoluzione dei problemi mediante l'istituzione di uno sportello unico digitale per accedere alle informazioni sulle norme e sui requisiti da soddisfare in virtù del diritto dell'Unione europea o nazionale.

La Commissione europea e gli Stati membri devono però cooperare in sinergia per favorire un'attuazione efficace e graduale del progetto e per favorire la realizzazione di procedure interamente online, pienamente accessibili anche per gli utenti transfrontalieri dell'Unione europea.

 
Ultimo aggiornamento: 13 novembre 2018Avviso legale