Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Martedì 23 ottobre 2018 - Strasburgo Edizione rivista

Scandalo Cum Ex: criminalità finanziaria e lacune nel quadro giuridico in vigore (discussione)
MPphoto
 

  Marco Valli, a nome del gruppo EFDD. – Signor Presidente, onorevoli colleghi, siamo di fronte a un altro grandissimo scandalo, paragonabile quasi a quello di qualche anno fa relativo alla frode Euribor causata alla società da parte di grandissime banche d'affari, le famose too big to fail, che abbiamo salvato con tanto denaro pubblico, come hanno detto anche altri colleghi qui, e molto spesso sono loro, in virtù di questa loro grandezza, a dettare le regole.

Ecco, la politica e l'Europa soprattutto, l'Unione europea, devono reagire fortemente su questo tema partendo da una più dura legislazione sullo scambio di informazioni, perché è impossibile che queste banche continuino a fare delle pratiche sia fraudolente che pseudolegali nella gestione delle loro pratiche fiscali, e su questo bisogna fare chiarezza. Per fare chiarezza l'unico modo è quello di fare trasparenza e per fare trasparenza serve un maggiore scambio di informazioni.

Su questo tema il mio movimento, il mio governo e il mio paese sono d'accordo nel fare di più.

 
Ultimo aggiornamento: 11 gennaio 2019Avviso legale