Seznam 
 Předchozí 
 Další 
 Úplné znění 
Rozpravy
Středa, 30. ledna 2019 - Brusel Revidované vydání

6. Schválení zápisu z předchozího zasedání
Videozáznamy vystoupení
PV
MPphoto
 

  Presidente. – Il processo verbale e i testi approvati della seduta del 17 gennaio sono stati distribuiti.

Vi sono osservazioni?

(Il processo verbale della seduta precedente è approvato)

***

 
  
MPphoto
 

  Cécile Kashetu Kyenge (S&D). – Signor Presidente, onorevoli colleghi, da dodici giorni il Governo italiano sta tenendo in ostaggio 47 migranti salvati nel Mediterraneo, con la complicità di altri governi europei che, deliberatamente, sulla pelle dei migranti, costruiscono la loro vergognosa campagna elettorale. Quello che sta accadendo al largo del porto di Siracusa è una vergogna per l'Europa tutta: terra di libertà.

La gestione del fenomeno migratorio deve essere riportata al centro del dibattito parlamentare e affrontata con gli strumenti a nostra disposizione, nel pieno rispetto dell'articolo 80: solidarietà ed equa ripartizione delle responsabilità. Per questo, signor Presidente, chiedo l'apertura in questa sessione di un dibattito sul caso Sea Watch, affinché episodi simili non si ripetano mai più, né in Europa né altrove nel mondo.

Mi permetta di fare un appunto personale, Presidente: in questi due giorni che ho passato a Siracusa, il ruolo dei deputati europei è stato fortemente messo in discussione e credo che sia sua responsabilità difende il ruolo dei deputati europei, perché è stato negato l'accesso per le visite ispettive. Credo che ciò non possa accadere, né in Italia né in nessun altro paese, perché il deputato europeo è libero di svolgere il suo ruolo in tutti i luoghi, anche dove le persone sono state private della loro libertà.

 
  
MPphoto
 

  Presidente. – Se gli Stati membri dell'Unione avessero approvato la riforma di Dublino così come proposta dal Parlamento europeo, questa vicenda non si sarebbe mai verificata. Né questa né altre simili. Quindi credo che vi sia un messaggio forte da inviare agli Stati membri: fate in fretta ad approvare la riforma di Dublino.

 
  
MPphoto
 

  Krisztina Morvai (NI). – Mr President, similarly to Ms Kyenge I would like to suggest and recommend an urgent meeting, an urgent debate, for this plenary to express our solidarity with the victims of Emmanuel Macron’s policies of mass brutality. As you know very well, 15 people have lost their eyes, 80 people had severe head injuries, and I suggest that the debate on Hungary should be deleted from the agenda because these human rights violations that are going on in France are far more serious than the ones that are going on in Hungary.

 
  
MPphoto
 

  Presidente. – Sono i gruppi o un numero qualificato di deputati a chiedere una discussione o una modifica dell'ordine del giorno. Se il suo gruppo o un numero qualificato di parlamentari chiederà di porre l'argomento all'ordine del giorno, lo sottoporrò al voto dell'Aula, la quale deciderà se procedere o meno. Lo stesso discorso vale per la proposta dell'on. Kyenge.

 
  
MPphoto
 

  Ana Gomes (S&D). – Mr President, I thank you for organising the ceremony in which we all expressed our deep feelings about the Holocaust. I must, nevertheless, leave here my regret that an attack was made against the British Labour Party for anti-Semitism.

(Applause)

I think this is outrageous. It’s not doing right to all the people in the British Labour Party, all the members who are Jewish, who fought against the Nazis, and who died against the Nazis. I am very sorry that I did not hear a word about the Roma and the LGBT people who also perished in the Holocaust.

(Applause)

 
  
MPphoto
 

  Presidente. – On. Gomes le ricordo che le vittime dell'Olocausto o i sopravvissuti sono liberi di dire ciò che ritengono ma le ricordo anche che nel corso del mio intervento ho ricordato che le vittime dell'Olocausto non erano soltanto cittadini europei di religione ebraica, ma c'erano anche rom, sinti ed omosessuali. Questo è stato detto in maniera molto chiara nel mio intervento di apertura.

 
  
MPphoto
 

  Max Andersson (Verts/ALE). – Mr President, I rise in defence of Rule 115, that Parliament shall ensure that its activities are conducted with the utmost transparency.

I am very surprised to learn that Mr Weber’s EPP is taking the unprecedented step of imposing secrecy on the vote on lobby transparent tomorrow. In a democracy, politicians do not make laws in secret; citizens have a right to know how their representatives vote. Forcing the whole of Parliament to vote in secrecy on a political issue is not only ridiculous, it also undermines citizens’ confidence in the European Parliament.

Why is the EPP afraid to let voters know how their politician vote? So I urge you, Mr Weber: do the right thing and prevent your group from this blatant misuse of the rules in imposing secrecy on this transparency vote. Do the right thing, if not, shame on you!

 
  
MPphoto
 

  Presidente. – Un appello. Non c'è nessun richiamo all'ordine del giorno. Vi prego di attenervi ai richiami all'ordine del giorno quando sono previsti i richiami all'ordine del giorno. Procederemo al dibattito politico nel momento previsto per il dibattito politico.

 
Poslední aktualizace: 17. května 2019Právní upozornění