Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 13 febbraio 2019 - Strasburgo Edizione rivista

Disposizioni comuni applicabili al Fondo europeo di sviluppo regionale, al Fondo sociale europeo Plus, al Fondo di coesione, al Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e le regole finanziarie applicabili a tali fondi e al Fondo Asilo e migrazione, al Fondo per la Sicurezza interna e allo Strumento per la gestione delle frontiere e i visti (discussione)
MPphoto
 

  Raffaele Fitto (ECR). – Signor Presidente, onorevoli colleghi, anch'io voglio esprimere un ringraziamento ai relatori, perché in commissione si è svolto un ottimo lavoro, migliorando molto il provvedimento. I risultati raggiunti, ai quali si è fatto riferimento, quelli relativi alla concentrazione delle risorse, alla semplificazione delle procedure, all'aumento della dotazione finanziaria, insieme anche alle gare e ai piani di investimento e al principio di territorialità, rappresentano degli elementi molto positivi.

Al tempo stesso, penso che sia importante, come è stato anche ribadito da diversi colleghi, far riferimento a due aspetti fondamentali. Il primo è quello delle risorse aggiuntive nazionali. È inimmaginabile che su questo tema ci possa essere l'idea della non addizionalità di queste risorse e quindi del trattamento di queste risorse come risorse a parte. Dobbiamo avere la capacità di svincolarle dal punto di vista finanziario e consentire che siano realmente risorse aggiuntive.

Inoltre, c'è il tema della macrocondizionalità, che rappresenta una contrarietà assoluta dal punto di vista del messaggio politico dell'Europa nei confronti dei cittadini. Noi voteremo contro questo, perché penso che ci sia bisogno di una risposta netta e chiara da parte di questo Parlamento.

 
Ultimo aggiornamento: 24 maggio 2019Avviso legale