Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Lunedì 11 marzo 2019 - Strasburgo Edizione rivista

Pratiche commerciali sleali nei rapporti tra imprese nella filiera alimentare (discussione)
MPphoto
 

  Innocenzo Leontini (ECR). – Signor Presidente, onorevoli colleghi, esprimo grande apprezzamento per il lavoro tenace, prezioso ed efficace svolto dal collega, l'onorevole De Castro. Il testo concordato con il Consiglio relativo alla proposta di direttiva in materia di pratiche commerciali sleali nei rapporti tra imprese nella filiera alimentare è uno strumento fondamentale e dovuto.

In un contesto di politica agricola tutto orientato al mercato, la buona ed equa gestione della filiera alimentare ha acquisito un'importanza fondamentale, in particolare per i piccoli produttori agricoli, che sono particolarmente vulnerabili rispetto alle pratiche commerciali sleali, in quanto sono spesso privi di un potere contrattuale che corrisponda a quello dei loro partner che acquistano i loro prodotti.

Ciò è dovuto principalmente alle limitate alternative di cui dispongono per fare arrivare i loro prodotti ai consumatori finali, nonché alle carenze strutturali del sistema agricolo. La direttiva mira a colpire le pratiche commerciali sleali mediante l'introduzione di strumenti di tutela comuni a tutta l'Unione europea, comprendenti un più esteso elenco di pratiche vietate.

L'obiettivo per raggiungere il quale assicuro il mio voto favorevole è quello di contribuire ad assicurare un tenore di vita equo alla comunità agricola, realizzando in tal modo uno degli obiettivi principali della PAC. Ritengo si tratti di un provvedimento legislativo di grande rilevanza anche per gli agricoltori italiani e siciliani in particolare.

 
Ultimo aggiornamento: 10 settembre 2019Avviso legale