Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 13 marzo 2019 - Strasburgo Edizione rivista

Copertura minima delle perdite sulle esposizioni deteriorate (discussione)
MPphoto
 

  Marco Valli, a nome del gruppo EFDD. – Signora Presidente, onorevoli colleghi, io personalmente, e anche il mio gruppo, siamo molto preoccupati per le misure che verranno applicate con questo pacchetto sui crediti deteriorati, innanzitutto perché lo studio di impatto non è stato fatto, e quindi gli impatti che ci saranno sul mercato immobiliare e l'impatto che ci sarà sui consumatori, sulle imprese e sui cittadini europei sono tutto da verificare, perché incentivare la vendita dei crediti deteriorati, in breve tempo, rispetto a una sana gestione che potrebbero fare internamente le banche, comporta appunto anche un meccanismo speculativo.

Sappiamo che ci sono diversi Fondi che hanno fatto anche consulenze alla Banca centrale europea e all'SSM durante gli stress test, che sono molto interessati a mettere le mani su questi pacchetti di crediti deteriorati. Non vorrei appunto che le case, gli immobili, i beni a garanzia dei cittadini vadano, appunto, in mano a questi speculatori. E visto che parliamo di riduzione dei rischi, mi chiedo ora dove sia la riduzione dei rischi sui derivati, ad esempio, che hanno in pancia le grandi banche d'affari europee e quando arriverà questa benedetta condivisione rischi. Aspettiamo con ansia una condivisione del rischio sulla garanzia dei depositi comuni.

 
Ultimo aggiornamento: 26 giugno 2019Avviso legale