Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Martedì 26 marzo 2019 - Strasburgo Edizione rivista

Il diritto d'autore nel mercato unico digitale (discussione)
MPphoto
 

  Massimiliano Salini (PPE). – Signora Presidente, onorevoli colleghi, io il primo ringraziamento lo devo fare al collega Axel Voss per l'eccezionale lavoro che ha condotto fino ad ora.

Questa mi pare possa essere considerata una delle battaglie più importanti dell'intero mandato che ci accingiamo a concludere, perché l'Europa è creatività, è lavoro ed è arte, e il motivo per cui questa battaglia è la battaglia che difende l'Europa che gli europei amano, è perché difende esattamente tutto questo.

Allora, ai colleghi che si scagliano contro questa direttiva chiedo di fare una valutazione attenta: se le piattaforme web intendono incassare miliardi di dollari dalla raccolta pubblicitaria, devono riconoscere il valore del lavoro di chi consente loro di fare quegli incassi. Facciano la battaglia quindi, magari, per evitare che su Google ci sia pubblicità: questo equilibrerebbe e renderebbe più democratica tutta questa discussione.

E cara collega Reda, lei parlava dei giovani. Tra quei giovani ci sono ragazzi che oggi vengono pagati tre euro al pezzo per il giornalismo ottimo che fanno, esattamente perché, all'origine della filiera, la piattaforma non paga i diritti d'autore. Se li vuole difendere, difenda il copyright.

 
Ultimo aggiornamento: 26 giugno 2019Avviso legale