Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 27 marzo 2019 - Strasburgo Edizione rivista

Riduzione dell'incidenza di determinati prodotti di plastica sull'ambiente (discussione)
MPphoto
 

  Danilo Oscar Lancini (ENF), risposta a una domanda "cartellino blu". – Dai dati della Comunità europea risulta che il 95% dell'inquinamento dei mari e degli oceani dalla plastica arriva dai Paesi asiatici e africani, gli stessi Paesi con i quali stiamo concludendo accordi commerciali, senza pensare minimamente a quello che è l'aspetto ambientale, oltre ai diritti umani, oltre ai diritti della donna, oltre al divieto del lavoro minorile. E questa mi sembra una grande incongruenza da parte di questa Comunità europea. Era questa la cosa che bisognava sottolineare: non era contro l'ambiente ma è il modo di operare di questa comunità che non funziona.

 
Ultimo aggiornamento: 28 giugno 2019Avviso legale