Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Martedì 16 aprile 2019 - Strasburgo Edizione provvisoria

Vigilanza del mercato e conformità dei prodotti (discussione)
MPphoto
 

  Nicola Danti, Relatore. – Signor Presidente, onorevoli colleghi, permettetemi in apertura di questa replica di ringraziare, cosa che non ho fatto in apertura, i relatori ombra per la cooperazione durante i mesi in cui abbiamo lavorato su questo regolamento, che è un regolamento molto consistente. Abbiamo dovuto affrontare molti temi, molti punti e la cooperazione, devo dire, del team negoziale del Parlamento è stata veramente straordinaria.

Allo stesso tempo, fatemi ringraziare anche la Commissaria Bieńkowska e la Commissione, perché nei momenti difficili in cui bisognava cercare una cooperazione ci è stata vicino e ha cercato di mediare le nostre posizioni con quelle del Consiglio e ringrazio, a questo proposito, sia la Presidenza austriaca, sotto la quale ho iniziato questo percorso, sia la Presidenza rumena che ha terminato il percorso.

Nella replica finale, vorrei dire due cose, la prima riguarda le risorse finanziarie. Questo regolamento sta insieme al progetto del Single Market programme, dove abbiamo inserito le risorse finanziarie, come ha detto la Commissaria, che servono a garantire le gambe a questo regolamento, servono a garantire operatività e noi ci auguriamo che con la prossima legislatura, quando andremo a determinare questo programma sul mercato interno, siano confermate le risorse che il Parlamento ha messo per garantire che questa che noi prevediamo nel regolamento sia una sorveglianza di mercato, che è efficace nella pratica e, per far questo, servono anche delle risorse.

Fatemi dire un altro elemento, quello che noi vogliamo fare con questo regolamento e che abbiamo ottenuto, è quello di avere una parità di trattamento tra le aziende europee e le aziende extraeuropee. Troppo spesso le aziende extraeuropee avevano una facilità d'accesso senza dimostrare quelli che erano i necessari elementi di conformità dei beni che immettevano nel mercato europeo. Questa è una cosa che aiuta un maggiore e più equo mercato interno tra le aziende europee e quelle extraeuropee e lo stesso vale per le aziende che commercializzano online e quelle offline.

Proteggere il mercato unico significa garantire ai consumatori il rispetto delle normative europee. Avere una sorveglianza di mercato, Presidente, serve a garantire efficacia e pretendere da tutti gli operatori economici e dalle autorità il pieno rispetto del sistema di leggi e standard che ci siamo dati nel tempo, a tutela della nostra sicurezza e del nostro modello sociale.

 
Ultimo aggiornamento: 9 luglio 2019Avviso legale