Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 17 aprile 2019 - Strasburgo Edizione rivista

Istituzione di Orizzonte Europa - definizione delle norme di partecipazione e diffusione (A8-0401/2018 - Dan Nica)
MPphoto
 

  Nicola Caputo (S&D). – Signor Presidente, onorevoli colleghi, il nuovo regolamento Horizon Europe rappresenta senza dubbio il programma europeo di ricerca e innovazione più ambizioso mai realizzato.

È certamente un segnale importante quello di destinare il 35 % dei finanziamenti alle tecnologie rispettose del clima: 35 miliardi di euro su 100 totali assegnati per il periodo 2021-2027. Condivido l'approccio mission based, incentrato su obiettivi specifici e chiaramente definiti, come la decarbonizzazione urbana che incontra la necessità riscontrata nell'attuale Horizon 2020, e di concentrare l'attenzione su specifici obiettivi tematici.

Importante anche l'istituzione di un referente unico individuato dalla Commissione per portare dal laboratorio al mercato le più promettenti tecnologie ad alto potenziale e aiutare le start-up e le imprese più innovative a sviluppare le loro idee. Un'unica nota negativa: l'accordo raggiunto non ha escluso formalmente i combustibili fossili dai finanziamenti alla ricerca, il che, in nome di tutte le future generazioni, probabilmente sarebbe stato un atto dovuto.

 
Ultimo aggiornamento: 9 luglio 2019Avviso legale