Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 3 luglio 2019 - Strasburgo Edizione provvisoria

Elezione del Presidente del Parlamento europeo (primo scrutinio)
MPphoto
 

  Presidente. – Passiamo ora alla nostra libera scelta. Ripeto: il Parlamento eleggerà il suo Presidente indipendentemente da qualsiasi sollecitazione esterna. Spetta ai deputati votare ed eleggere il proprio Presidente. Così come sono stato eletto io in maniera libera, sono convinto che anche il prossimo Presidente del Parlamento sarà eletto liberamente da tutti quanti voi.

Le istruzioni relative all'elezione del Presidente sono state distribuite per via elettronica a tutti i deputati e copie supplementari sono a vostra disposizione all'entrata dell'Aula.

Vi ricordo che, a norma dell'articolo 16, paragrafo 1, per essere eletto, un candidato deve ottenere, nei primi tre scrutini, la maggioranza assoluta dei suffragi espressi. Ripeto: per essere eletto, il candidato deve ottenere la maggioranza assoluta dei suffragi espressi.

Le schede bianche o nulle non saranno considerate ai fini del calcolo dei voti espressi.

Procediamo ora alla distribuzione delle schede di voto e delle buste. Vi invito ad attendere fino all'apertura della votazione mentre vi spiego le modalità dell'elezione.

Innanzi tutto vorrei sapere se sono presenti tutti gli scrutatori che abbiamo scelto ieri. Mi dicono di sì.

Per votare, bisogna apporre una crocetta sulla casella corrispondente al nome del candidato scelto. Vi ricordo che è possibile votare per un solo candidato.

Qualora vogliate rettificare il voto, chiedete una nuova scheda a un usciere, il quale ve la consegnerà in cambio della scheda errata, che sarà distrutta. La presenza sulla scheda di scritte o segni diversi da quelli necessari per esprimere il voto ne comporterà l'annullamento; lo stesso dicasi se si vota per più di un candidato.

Piegate la scheda in quattro prima di inserirla nella busta.

Per chi lo desideri, vi sono cabine elettorali all'ingresso dell'emiciclo.

Per la votazione, vi invito a servirvi dell'urna che corrisponde alla prima lettera del vostro cognome:

la prima urna è per le lettere A e B

la seconda urna è per le lettere C e D

la terza urna è per le lettere da E a G

la quarta urna è per le lettere da H a K

la quinta urna è per le lettere L e M

la sesta urna è per le lettere da N a R

la settima urna è per la lettera S e T

l'ottava urna è per le lettere da U a Z

Non potete votare finché non dichiarerò aperto il voto. Non procederò alla chiama dei deputati ma mi limiterò ad annunciare l'apertura e la chiusura della votazione.

I nomi dei deputati che hanno partecipato a una votazione a scrutinio segreto sono pubblicati nel processo verbale, ragion per cui vi invito a firmare l'elenco di presenza prima di depositare la scheda nell'urna.

Vi ricordo, per la votazione, di depositare la scheda elettorale nell'urna che corrisponde alla prima lettera del vostro cognome. All'atto di votare, vi invito a mostrare allo scrutatore un documento d'identità o il vostro badge.

Gli scrutatori voteranno alla fine dello scrutinio. Invito ora gli scrutatori a recarsi alle rispettive urne.

 
Ultimo aggiornamento: 22 luglio 2019Avviso legale