Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 27 novembre 2019 - Strasburgo Edizione provvisoria

Presentazione del Collegio dei commissari e del suo programma da parte della Presidente eletta della Commissione (discussione)
MPphoto
 

  Simona Bonafè (S&D). – Signora Presidente, onorevoli colleghi, signora Presidente von del Leyen, signori Commissari, con il voto di oggi inizia un nuovo percorso.

Gli impegni che lei, Presidente, ha presentato e che noi sosteniamo convintamente da domani dovranno concretizzarsi in misure per migliorare la qualità della vita dei nostri cittadini. E lo premetto: saremo leali ma molto esigenti nel verificare il rispetto del suo programma. Non faremo sconti, anzi ne alzeremo l'ambizione.

Con le ultime elezioni europee, nonostante il vento nazionalista, i cittadini hanno dimostrato che ancora hanno fiducia nel progetto dell'Unione, ma è l'ultima chiamata. Sta a noi adesso non deludere le loro aspettative. Ecco, Presidente von der Leyen, Commissari, parafrasando – me lo permetterete – una frase celebre di un eroe dell'Unità d'Italia, "qui si fa l'Europa o si muore". Abbiamo davanti a noi un lavoro enorme per fare l'Europa.

Lei ha citato una serie di sfide. Io voglio mettere l'attenzione su tre parole chiave: sostenibilità, inclusività, giustizia sociale. Dobbiamo allora puntare con decisione e senza ambiguità a uno sviluppo inclusivo socialmente e sostenibile ambientalmente, come unico asset, oggi, per rilanciare la competitività economica, creare nuovi posti di lavoro di qualità e preservare il pianeta, senza lasciare indietro nessuno.

Per fare questo servirà stabilire un nuovo approccio della governance economica che punti alla crescita, non solo rivedendo criteri e parametri ma incorporando la sostenibilità sociale e ambientale a partire dal Semestre europeo. E soprattutto, per realizzare questo programma, serve un bilancio adeguato: senza risorse rischiamo di rimanere solo con buoni propositi.

Ecco Presidente, il gruppo dei Socialisti e Democratici saprà fare la sua parte. Saremo pronti a lavorare su ogni provvedimento senza risparmiarci, dimostrando giorno dopo giorno a ognuno dei cittadini che rappresentiamo che l'Unione europea è la migliore garanzia per il futuro di tutti noi.

 
Ultimo aggiornamento: 27 gennaio 2020Avviso legale