Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 6kWORD 24k
2 dicembre 2015
E-015376-15
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-015376-15
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Rosa D'Amato (EFDD)

 Oggetto:  Strada Statale 275 e direttive europee
 Risposta scritta 

La strada statale 275 è una strada italiana che collega Maglie a Santa Maria di Leuca, in Puglia.

Un'indagine della Guardia di finanza ha fatto luce su sospetti illeciti dietro l'affidamento dell'appalto della statale 275, concesso a trattativa privata, aggirando la gara a evidenza pubblica.

Più precisamente, mediante accredito delle somme relative ad attività di progettazione dei lavori di ammodernamento della statale 275 Maglie-Leuca sul conto corrente acceso presso la Banca Popolare Pugliese al Consorzio Sisri, da questo parzialmente girato al consorzio Prosal, subappaltatore, in violazione delle vigenti normative relative agli affidamenti di appalti pubblici di servizi e opere pubbliche.

La statale 275 passerebbe sopra alcune discariche di rifiuti tossici «occultate e non visibili». Le discariche conosciute, interferenti con il tracciato della Maglie-Leuca, hanno un'estensione di circa 23.400 m2, si trovano nel Comune di Tricase per 17.000 m2 e nel Comune di Alessano per circa 6.400 m2. Dai primi accertamenti la quantità del materiale sversato illecitamente ammonta a circa 1500 metri cubi.

Per l'ammodernamento della statale è prevista l'eradicazione di numerose piante autoctone, tale da trasformare completamente la conformazione del territorio e il paesaggio.

Può la Commissione indicare se intende potenziare gli strumenti esistenti nell'UE per garantire maggiori controlli negli appalti?

Avviso legale