Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 99kWORD 19k
24 agosto 2016
E-005150/2016(ASW)
Risposta di Corina Crețu a nome della Commissione
Riferimento dell'interrogazione: E-005150/2016

Il progetto relativo al «Completamento del Teatro comunale Millico», sito a Terlizzi (BA), è stato finanziato per un importo totale di 1,8 milioni di EUR a favore del Comune di Terlizzi nell'ambito del programma quadro «Beni e attività culturali» — IV Atto Integrativo(1).

In seguito alla gara d'appalto per l'esecuzione dei lavori effettuati dal beneficiario, la Regione Puglia ha assegnato il contributo finanziario finale di 1,8 milioni di EUR.

Questo progetto è stato inserito nella linea 4.2 del programma Puglia 2007-2013 del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), con una spesa pubblica ammissibile di 1,3 milioni di EUR. Secondo le informazioni fornite finora dall'autorità di gestione del programma, i lavori del progetto hanno comportato un livello massimo di richieste di pagamento pari a 1 milione di EUR, dando luogo a un attuale contributo massimo del FESR di 654 000 EUR, corrispondente al 68 % dell'attuale livello massimo di pagamenti.

Durante la chiusura del programma 2007-2013, l'autorità di gestione dovrà riferire sullo stato del progetto come indicato di seguito. Dapprima essa dovrà garantire che le risorse del FESR siano state effettivamente utilizzate per l'oggetto fisico stabilito nella gara d'appalto per questo progetto. In seguito, se il progetto non è terminato e operativo, l'autorità di gestione può inserire il progetto nel periodo 2014-2020 del programma Puglia oppure completarlo con fondi nazionali. In quest'ultima eventualità la regione Puglia avrà a disposizione due anni supplementari per realizzare il progetto, cioè dovrà completarlo entro la fine di marzo 2019. Qualora ciò non dovesse accadere, la Commissione avrà il diritto di procedere al ritiro dell'intero importo del contributo del FESR speso per questo progetto.

(1)Delibera CIPE 3/2006, D.G.R. 1140/2008.

Avviso legale