Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 100kWORD 16k
11 ottobre 2016
E-007661-16
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-007661-16
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Rosa D'Amato (EFDD) , Marco Zullo (EFDD)

 Oggetto:  AGEA (Agenzia per le erogazioni in agricoltura)
 Risposta scritta 

Con decreto legislativo n. 165/99 è stata istituita l'AGEA (Agenzia per le erogazioni in agricoltura) per lo svolgimento delle funzioni di organismo di coordinamento e di organismo pagatore ai sensi del regolamento (CE) n. 1290/2005. Tra le competenze di AGEA rientrano quelle di erogare aiuti, contributi, premi e interventi comunitari, nonché gestire gli ammassi pubblici, i programmi di miglioramento della qualità dei prodotti agricoli per gli aiuti alimentari e per la cooperazione economica con altri paesi. Le autorità italiane hanno scoperto, nel corso degli anni, diverse truffe a carico dei fondi della politica agricola comune (PAC): ad esempio attraverso le banche dati dei CAA (centri autorizzati di assistenza agricola), i truffatori verificavano quali terreni non avessero mai fatto richiesta dei contributi erogati a fondo perduto dall'UE e, con l'aiuto di diversi prestanome, riuscivano a incamerare i fondi senza nessun controllo sulla veridicità degli atti di proprietà presentati ai funzionari dei CAA complici.

Può pertanto la Commissione precisare quanto segue:
Intende essa quantificare l'ammontare delle risorse PAC destinate all'Italia e recuperate, con annessi interessi, in quanto considerate oggetto di frode ai danni dell'UE, ai sensi dell'articolo 27 del regolamento di esecuzione n. 908/2014?
Intende essa verificare se il sistema dei controlli dell'Italia è conforme alle disposizioni del titolo V del regolamento (UE) n. 1306/2013?
Avviso legale