Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 8kWORD 21k
20 marzo 2017
E-008488/2016(ASW)
Risposta di Pierre Moscovici a nome della Commissione
Riferimento dell'interrogazione: E-008488/2016

Nell'attuare le politiche concordate nel memorandum d'intesa(1), la Grecia ha adottato un pacchetto di misure umanitarie e ha posto in essere un regime di reddito minimo garantito. In seguito alla riuscita del programma pilota nel 2016, le autorità greche godono ora di un'assistenza tecnica coordinata dal Servizio di assistenza per le riforme strutturali (SRSS) della Commissione europea, per cui la Banca mondiale fornisce assistenza tecnica in merito all'introduzione del reddito minimo garantito a livello nazionale, ed effettua un riesame globale del sistema di previdenza sociale al fine di eliminare le inefficienze e indirizzare meglio le risorse verso i soggetti più vulnerabili tra la popolazione greca.

Il memorandum d'intesa contiene numerose misure per sostenere le autorità greche negli sforzi per migliorare l'efficienza in termini di costi e l'efficacia del sistema sanitario nazionale greco, nonché la qualità e l'accessibilità dell'assistenza sanitaria pubblica, al fine di soddisfare pienamente le esigenze sanitarie dell'intera popolazione e garantire la sostenibilità. Ciò comprende la possibilità di fornire l'accesso universale ai cittadini greci e di istituire un sistema nazionale di assistenza sanitaria di base. Anche in questo caso, per raggiungere tali obiettivi, la Grecia beneficia dell'assistenza tecnica finanziata dalla Commissione(2).

In materia di istruzione, il governo assicura l'ammodernamento del settore con il sostegno dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico e della finlandese OMNIA, entrambe coordinate dal SRSS, mettendo inoltre l'accento sul potenziamento e sull'espansione dell'istruzione e della formazione professionale.

I programmi operativi del Fondo sociale europeo (FSE) per il periodo 2007-2013 ammontavano a 4,4 miliardi di EUR (4,3 miliardi di EUR erogati entro agosto 2016). L'FSE sostiene gli obiettivi fondamentali per potenziare l'accesso all'occupazione, rafforzare l'efficacia delle politiche sull'occupazione, sostenere le riforme del sistema di istruzione, in particolare: ridurre l'abbandono scolastico precoce, riformare la formazione continua, migliorare la qualità e l'adeguatezza alle esigenze del mercato del lavoro, e fornire una risposta integrata alle lacune della pubblica amministrazione greca. Per il reinserimento professionale dei disoccupati, sono state adottate misure intese a rilanciare l'occupazione (ad es. opportunità di lavoro a termine per 52 000 persone destinate ai disoccupati di lunga durata) e il governo, con il sostegno tecnico del SRSS della Commissione, ha attivato programmi di integrazione per il mercato del lavoro che associano opere pubbliche a misure di attivazione per circa 43 000 persone, compresi i disoccupati di lunga durata e i beneficiari del reddito minimo garantito. La Commissione sostiene inoltre programmi per la creazione di posti di lavoro destinati a circa 90 000 partecipanti.

Il Fondo europeo di sviluppo regionale e il Fondo di coesione hanno stanziato 15,7 miliardi di EUR per la Grecia, già interamente versati. Di questo importo, il 23,6 % è stato destinato al sostegno delle piccole e medie imprese, dell'innovazione e delle TIC per i cittadini e le imprese, contribuendo a creare nuovi posti di lavoro o a mantenere quelli esistenti.

(1)http://ec.europa.eu/info/sites/info/files/ecfin_smou_en.pdf
(2)L'assistenza europea è coordinata e finanziata dal Servizio di assistenza per le riforme strutturali (SRSS) della Commissione. Per quanto riguarda l'assistenza sanitaria, il fornitore di assistenza tecnica è l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Avviso legale