Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 5kWORD 18k
13 febbraio 2017
E-008518/2016(ASW)
Risposta di Violeta a nome della Commissione
Riferimento dell'interrogazione: E-008518/2016

1. In seguito all'aggiudicazione dell'appalto e in linea con il codice civile italiano, Venaus scarl è il consorzio costituito dall'associazione di imprese aggiudicataria.

2. In base alle informazioni fornite dalla Francia e dall'Italia, il contratto del 2005, aggiudicato in conformità al diritto nazionale e alla direttiva dell'UE in materia di appalti, riguardava inizialmente il tunnel geognostico di Venaus. Le attività del progetto hanno però incontrato opposizione e sono state interrotte con conseguente sospensione del contratto. A seguito dell'accordo politico del 2008 (accordo di Pra Catinat) con le autorità locali, il Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica (CIPE) ha riconosciuto la galleria della Maddalena come variante del tunnel di Venaus e ha riveduto il valore totale delle attività.

In linea con le condizioni generali del contratto, con il codice degli appalti italiano e con la giurisprudenza della Corte di giustizia europea, Lyon Turin Ferroviaire ha potuto sottoscrivere un addendum al contratto del 2005, poiché la Maddalena è una variante di Venaus e non modifica sostanzialmente il contratto: l'obiettivo resta infatti la realizzazione di un tunnel geognostico per raccogliere dati geologici ai fini dello scavo della futura galleria di base. Il metodo di scavo rimane lo stesso e le condizioni geologiche della Maddalena e di Venaus sono equivalenti. Infine, l'aumento di valore rientra nei limiti fissati dalle disposizioni del CIPE.

3. La Commissione non è l'amministrazione aggiudicatrice di nessuno dei contratti aggiudicati in questo ambito. I controlli «ex-ante» e «ex-post» hanno fornito una ragionevole certezza del fatto che i costi accettati sono conformi alla definizione dei costi ammissibili di cui alla decisione. Pertanto, la Commissione non intende adottare misure specifiche.

Avviso legale