Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 7kWORD 16k
28 febbraio 2017
E-001306-17
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-001306-17
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Eleonora Evi (EFDD) , Rosa D'Amato (EFDD) , Isabella Adinolfi (EFDD) , Fabio Massimo Castaldo (EFDD) , Dario Tamburrano (EFDD) , David Borrelli (EFDD) , Stefan Eck (GUE/NGL) , Marco Zullo (EFDD)

 Oggetto:  Bilancio dell'UE per la convalida di metodi alternativi alla sperimentazione animale
 Risposta scritta 

Il considerando 46 della direttiva 2010/63/UE stabilisce che:

«La disponibilità di metodi alternativi dipende fortemente dal progresso della ricerca per lo sviluppo di alternative. I programmi quadro comunitari per la ricerca e lo sviluppo tecnologico hanno previsto stanziamenti crescenti per progetti volti a sostituire, ridurre e perfezionare l'uso di animali nelle procedure. Allo scopo di aumentare la competitività della ricerca e dell'industria nell'Unione e di sostituire, ridurre e perfezionare l'uso di animali nelle procedure, è opportuno che la Commissione e gli Stati membri contribuiscano con la ricerca e altri mezzi all'elaborazione e alla convalida di approcci alternativi.»

Si sta, tuttavia, procedendo a limitare il bilancio dell'EURL ECVAM. Secondo la risposta della Commissione all'interrogazione scritta E-006302/2016, tale bilancio ammontava, nel 2016, a soli EUR 8 milioni — una riduzione rispetto agli anni precedenti.

In considerazione di ciò, e della comunicazione della Commissione sull'iniziativa dei cittadini europei «Stop alla vivisezione», in cui si sottolineava la disponibilità di approcci alternativi(1) e si affermava l'intenzione di rivedere la direttiva 2010/63/UE nel 2017:

come può l'EURL-ECVAM svolgere il proprio compito di validare metodi alternativi alla sperimentazione animale in modo efficace se il suo bilancio viene costantemente ridotto?

Qual è il bilancio dell'EURL-ECVAM per il prossimo triennio (2017-2020)?

Quali sono stati, a tutt'oggi, i contributi finanziari degli Stati membri a favore della convalida di metodi alternativi?

(1)http://ec.europa.eu/environment/chemicals/lab_animals/pdf/vivisection/en.pdf, p. 7

Lingua originale dell'interrogazione: EN 
Avviso legale