Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 98kWORD 21k
15 giugno 2017
E-002791/2017(ASW)
Risposta di Karmenu Vella a nome della Commissione
Riferimento dell'interrogazione: E-002791/2017

Dalle informazioni trasmesse dall’onorevole deputato si evince che le autorità competenti hanno seguito i requisiti di cui all’articolo 4, punto 2, in combinato disposto con l’allegato II, punto 13, lettera a), della direttiva concernente la valutazione dell’impatto ambientale di determinati progetti pubblici e privati (direttiva VIA)(1).

Per quanto riguarda la questione relativa all’articolo 6, paragrafo 3, della direttiva Habitat(2), spetta alle autorità nazionali competenti valutare se il progetto in questione possa avere incidenze negative su un sito Natura 2000: in tal caso, il progetto deve essere oggetto di un’opportuna valutazione, tenendo conto degli obiettivi di conservazione del sito, e può essere autorizzato soltanto dopo aver avuto la certezza che esso non pregiudicherà l’integrità del sito in causa.

(1)Direttiva 2011/92/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, GU L 26 del 28.1.2012, pag. 1.
(2)Direttiva 92/43/CEE del Consiglio, GU L 206 del 22.7.1992, pag. 7.

Avviso legale