Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 102kWORD 20k
6 novembre 2017
E-006789-17
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-006789-17
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Rosa D'Amato (EFDD)

 Oggetto:  Bando Puglia efficientamento energetico
 Risposta scritta 

La Regione Puglia, con l'avviso del titolo VI — «Aiuti per la tutela dell'ambiente»(1), intende concorrere al raggiungimento degli obiettivi Europa 2020 per la transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio dando priorità ad interventi che massimizzino gli importi in termini di riduzione dei consumi.

L'avviso agevola gli investimenti delle piccole e medie imprese per l'efficientamento energetico, erogando:
sovvenzioni dirette nella forma del contributo in conto impianti sugli investimenti;
mutui, nella forma del prestito con condivisione del rischio.

Le risorse disponibili destinate all'agevolazione dei progetti presentati ammontano a 60 milioni di EUR, implementabili con finanziamenti rinvenienti dal P.O. Puglia 2014-2020 asse IV, obiettivo specifico 4b, e asse III, obiettivo specifico 3f. I progetti possono essere presentati dalle imprese per le unità produttive rientranti nell'ambito dei codici Ateco 2007(2), comprendenti anche attività di trattamento e smaltimento dei rifiuti che, invece, dovrebbero essere scoraggiate come indicato dalla Commissione europea(3), secondo la quale «Il collocamento in discarica o l'incenerimento da solo non dovrebbero più beneficiare di sovvenzioni in futuro».

Alla luce di quanto precede, ritiene la Commissione che il finanziamento con fondi P.O. FESR FSE Puglia 2014-2020 di alcune attività inquinanti presenti nel codice Ateco 2007 possa essere in contrasto con gli obiettivi dell'economia circolare?

(1)Vedasi bando allegato
(2)Rif. allegato
(3)http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/PDF/?uri=CELEX:52014DC0398R(01)&from=IT

Avviso legale