Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 98kWORD 18k
6 febbraio 2018
E-000728-18
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-000728-18
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Matteo Salvini (ENF) , Lorenzo Fontana (ENF) , Angelo Ciocca (ENF) , Mara Bizzotto (ENF) , Mario Borghezio (ENF) , Marco Zanni (ENF)

 Oggetto:  Trasparenza nelle candidature EMA
 Risposta scritta 

Il 29 gennaio 2018 il direttore esecutivo dell'EMA, Guido Rasi, in conferenza stampa insieme alle autorità olandesi, ha ammesso che la realizzazione del nuovo edificio dell'EMA subirà ritardi.

A seguito di tale annuncio il governo italiano e il comune di Milano hanno deciso di ricorrere alla Corte di giustizia dell'Unione europea. Nel fascicolo presentato ai fini della candidatura sarebbero emersi documenti segretati, con l'avallo del Segretario generale della Commissione europea, che è di nazionalità olandese.

Sarebbero inoltre emerse lacune nei controlli, da parte della Commissione, su tempistiche e adeguatezza delle strutture. Il 5 febbraio il portavoce della Commissione ha dichiarato che la segretezza sarebbe stata richiesta dalla stessa Olanda (e dalla Francia nel caso dell'EBA) e non contestata dai paesi.

Si chiede pertanto alla Commissione:
alla luce dei ritardi emersi, e dei conseguenti dubbi sull'iter, è possibile rendere trasparenti tutte le informazioni raccolte nelle candidature, così da chiarire l'iter e garantire massima trasparenza;
ritiene che la concessione ai proponenti della possibilità della riservatezza non abbia pregiudicato la corretta analisi delle proposte inficiando la possibilità, nel caso di EMA, di valutare compiutamente le strutture provvisorie e le tempistiche dei lavori, parti integranti della candidatura;
intende fare chiarezza sui passaggi della procedura?
Ultimo aggiornamento: 5 marzo 2018Avviso legale