Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 102kWORD 18k
5 marzo 2018
E-001354-18
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-001354-18
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Marco Valli (EFDD) , Isabella Adinolfi (EFDD) , Laura Agea (EFDD) , Tiziana Beghin (EFDD) , Fabio Massimo Castaldo (EFDD) , Ignazio Corrao (EFDD) , Rosa D'Amato (EFDD) , Eleonora Evi (EFDD) , Laura Ferrara (EFDD) , Piernicola Pedicini (EFDD) , Dario Tamburrano (EFDD) , Marco Zullo (EFDD)

 Oggetto:  Frode fondi strutturali e 'ndrangheta in Slovacchia
 Risposta scritta 

Gli eventi degli ultimi giorni hanno portato alla luce una possibile truffa ai danni dei fondi strutturali europei erogati in Slovacchia.

Il giornalista Jan Kuciak, prima di essere brutalmente assassinato, stava lavorando anche ad inchieste relative all'uso improprio e al trasferimento illegale di fondi UE da parte di imprenditori, politici e persone legate alla criminalità organizzata, in particolar modo a esponenti della 'ndrangheta operanti sul territorio slovacco.

I fondi strutturali in questione sarebbero quelli erogati come sussidio per le aziende agricole, gestite da persone di nazionalità italiana e legate da indagini precedenti alla 'ndrangheta; tramite il Ministero dell'agricoltura slovacco sarebbero arrivati alle aziende gestite da queste famiglie circa 13 milioni di EURO di sussidi europei.

Dalle notizie si evince che una delle persone di spicco di queste famiglie sia stata già indagata per frode di fondi UE e, grazie a contatti all'interno del governo slovacco, le sue attività siano continuate senza problemi.

Sette persone italiane legate a queste famiglie sono state arrestate e poi rilasciate per mancanza di prove.

Alla luce di ciò, si chiede alla Commissione:
1) Non ritiene necessario accelerare la presentazione di una proposta legislativa relativa alla tutela dei whistleblowers prevedendo misure specifiche a protezione dei giornalisti investigativi?
2) Ha intenzione di creare un database relativo alla criminalità organizzata, comune a tutti gli Stati membri?
Ultimo aggiornamento: 28 marzo 2018Avviso legale