Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
PDF 101kWORD 18k
28 marzo 2018
E-001922-18
Interrogazione con richiesta di risposta scritta E-001922-18
alla Commissione
Articolo 130 del regolamento
Mara Bizzotto (ENF)

 Oggetto:  Allerta per la presenza di combattenti dell'Isis in Italia, sbarcati come clandestini. Pericolo di nuovi attacchi terroristici in Europa
 Risposta scritta 

Il 31 gennaio 2018 è stato reso noto che l'Organizzazione internazionale della polizia criminale (Interpol) ha stilato una lista di nominativi di 50 sospetti «Foreign Fighters» (combattenti stranieri) dell'Isis, di nazionalità tunisina, che sarebbero sbarcati clandestinamente tra luglio e ottobre 2017 ad Agrigento in Sicilia, infiltrati tra gli immigrati illegali nei cosiddetti «sbarchi fantasma». Il procuratore di Agrigento Salvatore Vella ha dichiarato che «se sei un terrorista sbarcare illegalmente ad Agrigento è il metodo più sicuro per arrivare in Europa». I tunisini sono il gruppo più numeroso di combattenti jihadisti in Libia, e tra le fila dell'Isis in Medioriente i tunisini sono oltre 5 500. Il rischio che questi terroristi intendano compiere nuovi attacchi in Europa è altissimo. Nel 2018 sono già sbarcati in Italia oltre 6 000 clandestini, di cui 1 200 tunisini. Il 27 marzo 2018 il direttore esecutivo di Frontex, Fabrice Leggeri, ha dichiarato che la minaccia terroristica rimane alta nell'UE e che «dobbiamo essere certi che non vi siano attraversamenti delle frontiere dell'UE non intercettati, perché questo va a scapito della sicurezza europea». Alla luce di quanto precede,

— come intende la Commissione bloccare gli sbarchi di clandestini in Italia?

— In che modo intende rafforzare i controlli alle frontiere dell'UE per impedire gli attraversamenti illegali e scongiurare in questo modo nuovi attentati terroristici nell'UE?

Ultimo aggiornamento: 12 aprile 2018Avviso legale